thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 21 aprile 2013
  • • 20.45
  • • Juventus Stadium, Torino
  • Arbitro: L. Banti
  • • Spettatori: 40474
1
FIN
0

Juventus-Milan 1-0: Decide ancora una volta Vidal, la Vecchia Signora si fa bella aspettando la festa tricolore

Primo tempo poco spettacolare, nella ripresa la Juventus scende in campo con un piglio diverso e trova la vittoria ancora grazie a Vidal.

La Juventus batte 1-0 il Milan in una partita piuttosto noiosa e si avvicina ulteriormente al tricolore. Per gran parte della gara le due squadre pensano più a non perdere che a provare a vincere. Il match si sblocca solo su un calcio di rigore che nasce da una grossa ingenuità dell'accoppiata Abate-Amelia. Vidal segna il gol decisivo e avvicina la Juventus al secondo scudetto consecutivo, mentre il Milan adesso deve guardarsi dalla Fiorentina a -1, con il Napoli che scappa a +7.

FORMAZIONI - Conte conferma il 3-5-1-1 visto contro la Lazio, Vucinic è l'unica punta con Marchisio a sostegno. In mezzo al campo ci sono Pirlo,Vidal e Pogba e sugli esterni Lichtsteiner e Asamoah. Per il Milan Allegri sceglie un 4-3-3 molto offensivo, le tre punte sono Robinho, El Shaarawy e Pazzini. Boateng torna a fare la mezz'ala di centrocampo e completa il reparto insieme ad Ambrosini e Montolivo. Tutto confermato in difesa con Abate e Constant come terzini e Mexes e Zapata come centrali.

PRIMO TEMPO - La gara inizia subito con dei buoni ritmi, il Milan crea due occasioni con Robinho ed El Shaarawy ma in entrambi casi la mira non è molto accurata. Al 7' Abbiati si supera con una grande respinta sulla punizione di Pirlo. Il miracolo compiuto da Abbiati gli costa il proseguo della partita, il portiere del Milan, infatti, accusa un problema al polpaccio ed esce al 14', lasciando il campo ad Amelia. Qualche minuto dopo Pogba prova a fare il gol dell'anno con una rovesciata pazzesca ma la palla termina a lato.

Dopo i primi venti minuti, piuttosto divertenti, la partita si trasforma in una sorta di partita a scacchi. Le squadre si coprono molto bene, lasciando pochissimi spazi, inoltre in mezzo al campo ci sono diversi errori di impostazione, da entrambe le parti.

I ritmi si abbassano notevolmente e la partita stenta a decollare. Amelia ritarda parecchio ogni rinvio, indispettendo il pubblico dello Juventus Stadium e i giocatori bianconeri. Gli unici giocatori che sembrano in grado di illuminare la partita sono El Shaarawy da una parte e Pogba dall'altra, i due ragazzini sono assolutamente sfrontati in campo e cercano di dare qualche emozione al pubblico.

Il primo tempo, però, si chiude con uno scialbo 0-0, le due squadre avranno bisogno di ben altro nella ripresa per sbloccare la partita.

SECONDO TEMPO - Il Milan è costretto ad un altro cambio, fuori Ambrosini e dentro Muntari. Il ritmo della partita, però, non sembra essere cambiato molto. Le due squadre fanno girare palla lentamente, senza creare opportunità degne di nota.

La partita sembra assolutamente bloccata, quando al 55' arriva un calcio di rigore per la Juventus. Abate e Amelia combinano un mezzo pasticcio, si fanno anticipare dall'accorrente che Asamoah che viene steso dal portiere del Milan. Dal dischetto Vidal non sbaglia e porta in vantaggio la Juventus. Il Milan, a questo punto, prova a cambiare le cose mettendo in campo Bojan al posto dello spento Robinho.

Lo spagnolo si piazza da trequartista dietro le punte e crea qualche patema alla retroguardia bianconera. Le occasioni vere, però, latitano e il Milan si limita ad impensierire Buffon solo dalla distanza con un paio di conclusioni di Montolivo. Nel finale Conte esegue qualche cambio con gli ingressi di Padoin e Quagliarella al posto di Lichtsteiner e Vucinic.

Negli ultimi minuti non ci sono occasioni degne di nota, la Juventus vince 1-0 e si avvicina sempre di più al secondo scudetto consecutivo.

CHIAVE - L'episodio del calcio di rigore nel secondo tempo cambia una partita che sembrava destinata verso uno scialbo 0-0. Abate e Amelia si fanno sorprendere dallo scatto di Asamoah che anticipa il portiere e viene atterrato in area di rigore. Grossa ingenuità della retroguardia del Milan, su un pallone che sembrava del tutto innocuo.

MOVIOLA - Banti riesce a gestire bene la gara, mostrando qualche cartellino giallo quando serve e centrando la decisione più importante della partita. Il fallo di Amelia su Asamoah è netto, il portiere arriva in ritardo e travolge l'esterno della Juventus. Giuste anche le ammonizioni a Mexes e Zapata.

Sullo stesso argomento