thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 20 novembre 2012
  • • 20.45
  • • Juventus Stadium, Torino
  • Arbitro: C. Çakιr
  • • Spettatori: 39670
3
FIN
0

Juventus-Chelsea 3-0: Quagliarella-Vidal-Giovinco, è apoteosi bianconera contro i Blues! Campioni d'Europa dominati

Juventus-Chelsea 3-0: Quagliarella-Vidal-Giovinco, è apoteosi bianconera contro i Blues! Campioni d'Europa dominati

Getty Images

Grandissima prova dei bianconeri, che allo Juventus Stadium non hanno lasciato scampo ai campioni d'Europa in carica, battuti dopo il pareggio della gara di andata.

Tre goal al Chelsea campione in carica e la Juventus torna a credere nella qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. E forse anche a qualcosa in più. I bianconeri battono i Blues in uno Juventus Stadium gremito, mostrando di poter fare bene anche in Europa semplicemente giocando con la grinta messa in campo in ogni partita della massima serie italiana.

FORMAZIONI - Antonio Conte, sostituito in panchina da Angelo Alessio, recupera Vucinic e lo schiera in coppia con Quagliarella. Il faro della mediana nel 3-5-2 è Andrea Pirlo, che torna in campo dopo aver saltato per squalifica il match con la Lazio.

Per il Chelsea, Di Matteo vara un 4-2-3-1 senza una punta di ruolo. Hazard fa da ‘falso nueve’, alle sue spalle agiscono Azpilicueta, Oscar e Mata. Soltanto panchina per Fernando Torres.

PRIMO TEMPO - La Juventus comincia la gara con grande carattere, spinta dal pubblico delle grandi occasioni. Lichtsteiner colpisce un palo dopo pochi minuti; la risposta inglese non si fa attendere con un meraviglioso contropiede di Oscar, il quale mette Azpilicueta a tu per tu con Buffon ma quest’ultimo si fa deviare in angolo la conclusione.

Al 35’ i bianconeri trovano il vantaggio con una deviazione decisiva di Quagliarella su conclusione di Pirlo che beffa Cech e manda in visibilio lo Juventus Stadium. I padroni di casa vanno ad un passo dal raddoppio due minuti dopo: Cole salva sulla linea un colpo di testa di Lichtsteiner.

SECONDO TEMPO - La Juventus gestisce bene il vantaggio e riesce a contenere il Chelsea. Attorno al 15’ ci provano Pirlo, con una botta da fuori area che termina a lato, e Quagliarella, che tenta invano di saltare Cech defilandosi troppo.

Gli sforzi bianconeri vengono premiati col goal di Vidal: Asamoah sfonda per l’ennesima volta sulla sinistra, serve a rimorchio il cileno che di destro, complice una deviazione di tacco di Ramires, porta il risultato sul 2 a 0.

Il Chelsea attacca a testa bassa, ma la Juventus difende con ordine fino al termine della partita e si toglie, al 90’, la soddisfazione di rifilare il terzo goal ai campioni d’Europa in carica con Giovinco che, d’astuzia, anticipa l’uscita di Cech.

CHIAVE - Lo Juventus Stadium è l’arma in più della Juventus. La Vecchia Signora scende in campo con la determinazione di una grande squadre e il merito è in larga parte dei 40mila dello splendido impianto sportivo torinese.

MOVIOLA - L’arbitro del match, il turco Cüneyt Çakir, sbaglia poco o niente. Non ci sono grandi episodi e la gestione della gara è pressoché impeccabile.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Vidal. Fa sempre la cosa giusta, che sia facile o difficile. Però per buona parte della partita sembra giocare troppo di fioretto, quasi mancasse di cattiveria. Quella che mette in uno dei suoi inserimenti per il 2-0. Giocatore totale e di classe superiore.

IL PEGGIORE - David Luiz. Non vive un momento facile, eppure parte bene. Con il passare dei minuti, però, aumentano le amnesie e le sbavature. Sono i suoi alti e bassi, prendere o lasciare.

Sullo stesso argomento