thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 10 aprile 2013
  • • 20.45
  • • Juventus Stadium, Torino
  • Arbitro: Carlos Velasco Carballo
  • • Spettatori: 40823
0
FIN
2

Bayern Monaco vince col totale di 4 - 0

Juventus-Bayern Monaco 0-2: La Juve ci prova ma il Bayern è di un altro pianeta, finisce il sogno europeo dei bianconeri

Juventus-Bayern Monaco 0-2: La Juve ci prova ma il Bayern è di un altro pianeta, finisce il sogno europeo dei bianconeri

Bongarts

La squadra di Conte è poco pericolosa davanti, Mandzukic la punisce con una zampata sottomisura. Palo di Robben, poi raddoppia Pizarro.

La Juventus di Antonio Conte dice addio all'Europa e lo fa con una brutta sconfitta interna che premia i tedeschi del Bayern, nuovamente superiori e vittoriosi per 0-2. Di Mandzukic e Pizarro le reti dei bavaresi, che veleggiano autoritari verso le semifinali di Champions assieme a Barcellona, Real Madrid e Borussia Dortmund. Per i bianconeri, vista la quasi certa conquista dello scudetto, se ne riparlerà il prossimo anno.

FORMAZIONI - Nella Juventus sono assenti Vidal e Lichtsteiner per squalifica e Conte decide di dar fiducia ad Asamoah e, soprattutto, a Padoin. In attacco la coppia Vucinic-Quagliarella con Matri che parte dalla panchina; in difesa tornano dopo un turno di stop per squalifica in campionato Barzagli e Chiellini, pronti a formare il trio con Bonucci. Heynckes deve invece far a meno di Kroos (infortunato), al suo posto Robben, che con Muller e Ribery fanno da supporto all'unica punta Mandzukic, schierato ancora una volta titolare a discapito di Mario Gomez.

PRIMO TEMPO - I bianconeri cercano subito di trovare il goal dell'1-0, che metterebbe di fatto grande pressione sui bavaresi. La prima conclusione verso la porta di Neuer è di Vucinic che dopo 80 secondi prova il piazzato dal limite, ma il portiere tedesco blocca il debole tiro del montenegrino. Si fa vedere dalle parti di Buffon anche il Bayern che, poco dopo, va vicino al vantaggio con Mandzukic, che viene stoppato in area da un ottimo intervento di Bonucci.

Gli uomini di Heynckes cercano di gestire il risultato, consci anche del grande vantaggio ottenuto con la gara di andata, ma finiscono però col concedere qualche occasione di troppo agli avversari: Marchisio viene steso da Lahm al limite dell'area, l'arbitro assegna una punizione della cui battuta si occupa Pirlo: sul suo siluro trova il grande intervento di Neuer che concede solo l'angolo. I bianconeri continuano a spingere, soprattutto sulla fascia destra ma nè Pogba (cross pericoloso in area che non trova compagni) nè Quagliarella (tiro dal limite che termina alto) riescono a trovare la via del goal.

I tedeschi rispondono alla supremazia degli avversari con un tiro al volo di Muller che termina non di molto a lato, ma sono costretti a perdere, per un probabile problema ad un occhio, Van Buyten che lascia il campo per far posto a Jerome Boateng. Il finale di tempo è tutto di marca bavarese: Alaba cerca di sorprendere nuovamente Buffon con una sventola da fuori area, ma stavolta il portiere azzurro riesce ad intervenire sul pallone; l'ultima occasione invece è per Ribery, che cerca la conclusione in porta da posizione angolata ma trova solo la parata abbastanza facile di Gigi Buffon.

SECONDO TEMPO - La Juventus parte all'arma bianca nei primi minuti della ripresa ed ha subito due limpide occasioni: la prima con Pirlo su punizione che però viene smorzata dalla barriera, la seconda con Quagliarella il cui tiro da fuori fa la barba al palo ed esce di pochissimo.

Questa doppia occasione scuote i tedeschi che con Robben mettono i brividi ai bianconeri al quarto d'ora: tiro a giro dell'olandese e palo pieno. E' il preludio al goal che arriva qualche minuto dopo con Mandzukic, che si avventa di testa su una respinta di Buffon susseguente ad un intervento in spaccata di Javi Martinez e porta in vantaggio i suoi.

La rete taglia praticamente le gambe ai bianconeri che finiscono col demoralizzarsi ed hanno una sola occasione con Pogba, che cerca il tiro da lontano ma non trova impreparato Neuer. Fino alla fine le migliori opportunità ce le ha il Bayern con Muller che sfiora il palo e con Robben che impegna severamente Buffon.

Nel primo minuto di recupero arriva anche il goal del 2-0 col neo-entrato Pizarro che fredda il portiere bianconero con un diagonale in area di rigore, mettendo dunque la parola fine sull'avventura in Champions della Juventus.

CHIAVE - Juventus meno timorosa rispetto alla partita d'andata dell'Allianz Arena, ma non a sufficienza per mettere in seria difficoltà i neo-campioni di Germania. Deludente la prestazione di Vucinic, a cui da molti era stato assegnato il ruolo di possibile uomo partita prima dell'incontro. La velocità e le ripartenze degli attaccanti tedeschi hanno messo in chiara difficoltà la difesa bianconera, che dopo il goal di Mandzukic ha definitivamente gettato la spugna, conscia ormai che l'impresa era di fatto impossibile.

MOVIOLA - L'arbitro non ha nessun problema nella gestione della gara, sempre corretto e mai fuori le righe. Esagerata forse l'ammonizione a Mandzukic nel primo tempo per un presunto fallo su Chiellini, era da giallo invece un'entrata scomposta di Javi Martinez su Marchisio.

Dalle pagelle

IL MIGLIORE - Robben. Quando ha la palla punta gli avversari. Sempre. Calcia la punizione da cui nasce il vantaggio, prende un palo, e in contropiede è imprendibile.

IL PEGGIORE - Padoin. Non è Lichtsteiner, e si vede. Poco incisivo, impreciso e timido, l’ex atalantino non fa male ad Alaba.

Sullo stesso argomento