thumbnail Ciao,
Diretta Live

Amichevoli

  • 14 novembre 2012
  • • 20.50
  • • Stadio Ennio Tardini, Parma
  • Arbitro: Alberto Undiano Mallenco
  • • Spettatori: 20000
1
FIN
2

Italia-Francia 1-2: El Shaarawy non basta, Valbuena e Gomis mandano al tappeto la Giovine Italia

Italia-Francia 1-2: El Shaarawy non basta, Valbuena e Gomis mandano al tappeto la Giovine Italia

Getty Images

Le due squadre si sfidano a viso aperto e a passare in vantaggio è l'Italia con El Shaarawy. Il pari transalpino arriva due soli minuti dopo. Nella ripresa decide Gomis.

Continua la maledizione per la nostra nazionale che neanche stasera batte in casa gli odiati transalpini allungando di fatto un digiuno che non ci vede vincere tra le mure amiche contro i francesi da ben 50 anni: allora decise Altafini con una doppietta. Prosegue invece il buon momento della Francia che dopo aver imposto un mese fa il pareggio alla Spagna campione d'Europa e del Mondo, riesce ad espugnare il Tardini.

FORMAZIONI - L'Italia si schiera con il 4-3-1-2 e una formazione che presenta molte novità: in porta Sirigu sostituisce Buffon, difesa speculare con Maggio, Chiellini (capitano per una sera), Barzagli e Balzaretti; a centrocampo Verratti al posto di Pirlo, con Marchisio e Montolivo ai lati e Candreva ad agire da trequartista dietro le due punte Balotelli ed El Sharaawy.

Deschamps risponde con un 4-3-3 che vede Lloris in porta, Debuchy ed Evra terzini di difesa, Sakho e Koscielny al centro; mediana molto muscolare e di sostanza con Moussa Sissoko, Capoue e Matuidi; davanti c'è il tridente con Valbuena e Ribery a ispirare Giroud.

PRIMO TEMPO - Gli azzurri di Prandelli partono meglio dei loro avversari e sembrano essere anche più aggressivi, soprattutto a centrocampo. Ci prova subito Balotelli ma la sua conclusione dal limite è alta. Qualche minuto dopo però ci riprova e il risultato è nettamente migliore: conclusione potente e incrocio dei pali pieno con Lloris che nulla avrebbe potuto.

I transalpini cercano di reagire con Valbuena da fuori area ma Sirigu blocca senza problemi in due tempi. L'Italia sfrutta con insistenza la fascia destra e la spinta di Maggio, assieme ai lanci lunghi di Verratti che hanno il compito di mettere in difficoltà il solido centrocampo francese. L'equilibrio si rompe però al minuto 34 con una splendida azione di prima in verticale degli azzurri: Montolivo premia l'inserimento di El Sharaawy che fa passare la palla sotto le gambe di Lloris e porta in vantaggio l'Italia.

Vantaggio che pero dura pochissimo, nemmeno due minuti e Valbuena sulla sinistra elude prima l'intervento di Verratti, poi quello di Barzagli e dopo essersi accentrato esplode un fantastico destro a giro sul quale Sirigu non può nulla, fissando il punteggio sull'1-1 col quale si conclude il primo tempo.

SECONDO TEMPO - Come avviene sempre in queste amichevoli, la ripresa è teatro di un valzer di sostituzioni che rivoluzionano completamente le due squadre: nell'Italia spiccano gli innesti di Bonucci, Pirlo e Diamanti, nella Francia quelli di Menez e Gomis.

Nel primo quarto d'ora la partita non sembra decollare, avvolta dal torpore. Gli azzurri non riescono a sfondare e i lanci di Pirlo vanno nel vuoto. i 'Blues' invece giocano sempre con la palla a terra e raccolgono i frutti del loro gioco quando Menez semina scompiglio sulla fascia sinistra, serve all'indietro Evra il cui tiro-cross trova un liberissimo Gomis che insacca.

La partita si fa ora più bella e l'Italia va vicina al 2-2 con Balotelli e il neoentrato Giovinco che fa fare bella figura a Gomis. Sul rovesciamento di fronte però è Menez a dar spettacolo: 60 metri di corsa palla al piede e diagonale sul quale Sirigu è superbo. A pochi minuti dal termine l'Italia colpisce il suo secondo legno della serata con Giaccherini che non sfrutta al meglio un assist rasoterra di Maggio dalla destra e in piena area centra la traversa: è questa l'ultima occasione dell'incontro.

CHIAVE - L'Italia gioca facendo troppo affidamento ai lanci lunghi di Verratti prima e Pirlo poi, favorendo così inevitabilmente i due centrali Sakho e Koscielny che non hanno problemi a gestire i palloni alti. Non sfrutta mai la fascia sinistra con Balzaretti, prediligendo quasi sempre la corsa di Maggio sulla fascia opposta.

La Francia al contrario, gioca palla a terra in ogni situazione e la chiara dimostrazione è la bella azione che ha portato al goal di Gomis con rapidi tocchi di prima che hanno impensierito la difesa azzurra. Gli uomini di Prandelli giocano come la Francia una sola volta in occasione del goal di El Sharaawy, che ha coronato una bellissima azione tutta di prima e in verticale: questo basta a capire gli errori che sono stati commessi stasera. Merito anche a Deschamps ovviamente che ha azzeccato i cambi facendo entrare Menez e Gomis, principali artefici del goal partita.

MOVIOLA - Undiano Mallenco non ha grosse difficoltà a dirigere il match, sempre corretto e con pochi casi da moviola degni di nota. Forse un pò eccessivo il giallo mostrato a Balotelli nella ripresa.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Valbuena. Autore di un goal semplicemente fantastico che ha dato il là alla vittoria francese.

IL PEGGIORE - Marchisio. Si vede pochissimo nella prima frazione del match, viene sostituito da Giaccherini dopo cinque minuti di secondo tempo.

Sullo stesso argomento