thumbnail Ciao,
Diretta Live

Mondiali

  • 16 giugno 2014
  • • 21.00
  • • Estádio Joaquim Américo Guimarães, Curitiba, Paraná
  • • Spettatori: 39081
0
FIN
0

Hosseini e Musa lottano sul rettangolo di gioco

Iran-Nigeria 0-0: Asiatici e Super Eagles si accontentano di un punto

Hosseini e Musa lottano sul rettangolo di gioco

Getty

Le due nazionali si affrontano a viso aperto, dando vita ad una partita piacevole ed equilibrata. Tuttavia non riescono ad incidere in fase offensiva.

Iran e Nigeria non vanno oltre lo 0-0, sfornando così il primo pareggio di questa edizione della Coppa del Mondo. Le due selezioni si sono sostanzialmente equivalse, mostrando evidenti limiti offensivi. L'occasione migliore capita a Ghoochanneijhad che con un colpo di testa imperioso chiama alla grande risposta Enyeama. Un punto che alla fine non scontenta nessuno.

FORMAZIONI - Queiroz presenta Montazeri, Hosseini, Sadeqi e Pooladi a protezione di Haghighi ed affida le chiavi del centrocampo a Nekounam. Il tridente offensivo è composto da Dejagah, Hajsafi e Ghoochanneijhad.

Dal canto suo Keshi schiera la medesima formazione degli avversari, facendo leva su un centrocampo di grande spessore formato da Mikel, Onazi ed Azeez. Musa e Moses hanno il compito di supportare in avanti Emenike.

PRIMO TEMPO - Sono i Campioni d'Africa in carica a prendere sin da subito le redini del gioco in mano. Gli africani si rendono pericolosi sia con Moses che con Onazi, ma in entrambi i casi Haghighi viene solo spaventato.

Il ritmo di partita è alto, la partita piacevole. Tuttavia le squadre faticano a costruire importanti occasioni da rete. Soprattutto a causa di una forte imprecione da ambo le parti nei passaggi finali che fanno, di fatto, sfumare ogni opportunità.

Per trovare la prima vera palla goal bisogna attendere la mezz'ora quando Enyeama compie un autentico miracolo sul colpo di testa a botta sicura di Ghoochanneijhad. Le 'Super Eagles' si fanno vedere solo con una conclusione imprecisa di Emenike.

SECONDO TEMPO - Stesso canovaccio della prima frazione di gioco: Nigeria a creare gioco ed Iran ad aspettare nella propria metacampo. E così come nei primi 45' di gioco, anche in questa ripresa le azioni importanti latitano.

Emenike ci prova con una conclusione improvvisa che trova solo l'esterno della rete, Ghoochanneijhad risponde con una girata che sorvola ampiamente la traversa dopo aver provato a sorprendere qualche minuto prima Enyeama con un destro dalla grande distanza.

Nelle ultime battute gli allenatori inseriscono forze fresche per tentare il grande colpo ma la situazione non cambia. Al triplice fischio dell'arbitro i giocatori in campo sembrano tutt'altro che amareggiati per il risultato.

CHIAVE - In un match in cui gli attaccanti latitano, sono le difese a ritagliarsi un ruolo importante ed a mettersi in mostra. Queiroz e Keshi disegnano una solida organizzazione difensiva che, di fatto, annulla qualsiasi tipo di iniziativa offensiva avversaria.

MOVIOLA - Gara molto corretta quella disputata dalle due compagini con l'arbitro Vera che vive una serata più che tranquilla.

Sullo stesso argomento