thumbnail Ciao,
Diretta Live

Europa League

  • 14 marzo 2013
  • • 19.00
  • • Stadio Giuseppe Meazza, Milano
  • Arbitro: I. Bebek
  • • Spettatori: 18241
4
DTS
1

Totale 4 - 4, Tottenham Hotspur vince per i goal in trasferta

Inter-Tottenham 4-1 d.t.s.: Nerazzurri da applausi! La meritata remuntada sfuma sul più bello

Inter-Tottenham 4-1 d.t.s.: Nerazzurri da applausi! La meritata remuntada sfuma sul più bello

Getty Images

Un super Cassano, Palacio e l'autogoal di Gallas portano il match ai supplementari. La rete di Adebayor ferma la rimonta interista, ed il poker di Alvarez non basta per passare.

Si spegne al 106’ la remuntada dell’Inter in Europa League contro il Tottenham. Finisce 4-1 e pesa come un macigno il gol di Adebayor. Gli inglesi volano ai quarti di finale, ma in trasferta e soprattutto senza Bale, si dimostrano squadra mediocre e che cambia atteggiamento rispetto a quando gioca al White Harte Lane.

Applausi a Stramaccioni e ai suo ragazzi che ci credono fino al termine e al 90’ hanno la clamorosa palla del 4-0 sprecata da Cambiasso. Forse con un pizzico di fortuna in più si potevano evitare i supplementari e volare ai quarti, che sarebbero stati incredibili (l’ultima rimonta storica dal 3-0 dell’andata, è il 4-0 del Parma nel 1996 contro gli svedesi dell’Halmstad). Da segnalare al triplice fischio finale gli applausi dei tifosi interisti all’indirizzo dei proprio beniamini.

FORMAZIONI - Sorprende Stramaccioni che opta per il 4-3-1-2 con Guarin a supporto dei due attaccanti Cassano – Palacio. In panchina Alvarez e Ranocchia, entrambi non al meglio. A centrocampo spazio al talentino Kovacic.

Sull’altra sponda, Villas-Boas opta per un prudente 4-4-2 con la coppia offensiva formata da Defoe ed Adebayor.

PRIMO TEMPO - Parte fortissimo l’Inter, che deve segnare almeno tre gol per andare ai supplementari. Al 13’ Cassano da buona posizione prova il diagonale, ma Friedel blocca senza problemi. Al 17’ proteste vivaci dell’Inter per un presunto contatto in area fra Gallas e Cassano, ma l’arbitro Bebek lascia giustamente proseguire. Il Tottenham non è in campo, e al 20’ subisce il gol con un colpo di testa di Cassano su assist di Palacio. La risposta degli inglesi sta tutta in un tiro (22’) di Sigurdsson dal limite, con Handanovic bravissimo a respingere con i pugni. Ma è un fuoco di paglia, perché al 25’ Palacio, lanciato da Cassano ci prova con un pallonetto che termina sulla traversa a Friedel battuto.

I tifosi neroazzurri provano a spingere i propri beniamini e nel recupero prima gridano al goal al tiro di Guarin respinto da Friedel,  poi soffrono quando Adebayor approfitta di un errore di Juan Jesus, ma davanti ad Handanovic spreca con un cucchiaio che termina alto sopra la traversa.

SECONDO TEMPO - I neroazzurri rientrano in campo con 'il sangue agli occhi' e al 52’ trovano il 2 a 0 con Palacio, che servito ottimamente da Cambiasso batte Friedel a tu per tu con un preciso rasoterra. Il Tottenham non reagisce e per l’Inter è tutto facile, tant’è che al 75’ Cassano su punizione, con la complicità di Gallas, riporta in parità la gara, facendo impazzire Moratti in tribuna.
Villas Boas, prova ad inserire Lennon ed Holtby, mentre Stramaccioni risponde con Benassi ed Alvarez (al posto di uno spentissimo Guarin), ma le due squadre hanno paura  di sbilanciarsi e non si vedono grande azioni. Nel finale, Naughton mette i brividi ad Handanovic che devia in angolo, mentre in pieno recupero Cambiasso da ottima posizione calcia a lato.

SUPPLEMENTARI - Il Tottenham sembra essersi ripreso dopo 90’ di assenza, e mette subito i brividi ad Handanovic che è bravissimo a dire di no sul colpo di testa di Vertonghen. L’Inter inizia ad accusare la stanchezza e al 96’ subisce il gol di Adebayor, fino ad ora in ombra, che sottomisura trova il gol importantissimo, dopo una respinta di Handanovic sul tiro dal limite di Dembele.
Nei secondi 15’ Stramaccioni prova il tutto per tutto inserendo Ranocchia come centroavanti, e al 110’ Alvarez di testa da pochi passi trova il gol del 4-1. Gli ultimi 19’ sono vissuti con il 'cuore in gola' dagli interisti, che al 119’ sfiorano il clamoroso 5-1 (che sarebbe valso la qualificazione) con il colpo di testa di Ranocchia da dentro l’area che termina alto.

CHIAVE - Dopo 90’ di assedio interista, i supplementari premiano il Tottenham grazie al guizzo sotto misura di Adebayor, giocatore che era rimasto nell’anonimato per 106’. Nei 90’ avrebbe meritato l’Inter il 4-0, ma il calcio a volte è illogico.

MOVIOLA - Il croato Bebek sin dall’inizio 'intima' gli inglesi a non perdere tempo ed ammonisce sia Friedel che Livermore (giustamente). Vede bene al 17’, grazie anche ai suoi collaboratori, quando lascia correre sul contatto fra Cassano e Gallas. Nella ripresa non sbaglia nulla, gestendo bene la gara; bravi i suoi assistenti a segnalare due fuorigioco proprio al limite. Nei supplementari non c’è niente da segnalare. Nel complesso sufficiente la sua prova.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Cassano. Semplicemente sublime. Fantantonio gioca una partita da applausi, ogni pallone che tocca diventa pericoloso ed indigesto per gli avversari. Forse il miglior Cassano degli ultimi anni.

IL PEGGIORE - Gallas. Inguardabile. Sempre fuori posizione, mai in anticipo sull'avversario. Cassano e Palacio lo fanno impazzire, e per non farsi mancare nulla fa pure un autogoal.

Sullo stesso argomento