thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 01 febbraio 2012
  • • 20.45
  • • Stadio Giuseppe Meazza, Milano
  • Arbitro: M. Guida
  • • Spettatori: 15000
4
FIN
4

Inter-Palermo 4-4: Milito batte Miccoli 4-3, ma i rosanero strappano un punto ai nerazzurri

L'argentino fa poker e si scopre 'Principe delle nevi', ma il Romario del Salento non è da meno e con una tripletta e una super prestazione regala ai suoi un punto prezioso.

Dopo la batosta di Lecce, l'Inter raccoglie solo un punticino in casa contro il Palermo, subendo ben 4 goal in casa. Il Palermo, trascinato dal talento di Miccoli dopo le due vittorie consecutive, ottenute grazie al lavoro svolto da Mutti, rinasce anche in trasferta con un ottima prestazione su un campo difficilissimo ai limiti della praticabilità. Al' 17 minuto Mantovani apre la partita, poi a timbrare il cartellino dei marcatori sono solo Milito (al 22', al 55' al 61' e al 69' ) e Miccoli (al 52', al 66' e al 85')

FORMAZIONI - L'Inter torna all'antico e Ranieri riadotta il 4-3-1-2 rischierando il fantasista olandese dietro le punte, nella sua posizione naturale. Tra i pali Julio Cesar, in difesa oltre ai soliti Maicon, Lucio e Nagatomo, trova spazio Ranocchia. A centrocampo Zanetti-Cambiasso-Poli con Sneijder trequartista dietro la coppia formata da Milito e Pazzini. La formazione del Palermo vede diverse novità. In porta troviamo l'ex nerazurro Viviano, i difensori da desta a sinistra sono i soliti Munoz, Silvestre, Mantovani e Balzaretti. A centrocampo c'è una doppia novità: Bertolo e Zahavi al posto di Ilicic e Migliaccio. I due centrali sono Donati e Barreto. Aspettando Hernandez le due punte sono Budan e Miccoli.

PARTITA
- Il Palermo partito molto bene, si porta sull'1 a 0 grazie a Mantovani che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, da due passi mette dentro. L'Inter tenta qualche azione sulla fascia destra, ma la manovra è troppo lenta, la squadra è disunita e poco compatta e i 3 davanti non rientrano adeguatamente, quindi il Palermo ha ampi spazi per ripartire e far male.
Milito, favorito da un rimpallo,con fredezza piazza la palla sull'angolo più lontano e trova il pareggio. Buon momento del Palermo che costringe l'Inter nella propria metà campo. L' Inter accorcia maggiormente il campo e riesce ad attaccare, senza subire il gioco del Palermo
L'Inter cresce con il passare dei minuti, sfiorando il vantaggio nei minuti finali con Cambiasso.

Il secondo tempo si apre con le stesse formazioni dei primi 45'. Le formazioni nei primi minuti lottano soprattutto a centrocampo, poi Miccoli si inventa un gran goal e Milito pochi minuti dopo spreca una ghiotta occasione da goal ma si rifa al 54' realizzando la doppietta su rigore.
Milito trova anche il 3 a 2, poi Miccoli trova, con un gran goal, il pareggio e ancora Milito su una rocambolesca azione fissa il risultato sul 4 a 3. Quando l'Inter sembrava poter controllare agevolmente il risultato, con un altra splendida azione sempre il solito Miccoli centra il pareggio per il definito 4 a 4.

CHIAVE - Con lo spostamento di Snejider sulla fascia, l'Inter passa dal 4-3-1-2 al 4-4-2 ed inizia a macinare gioco e azioni da goal. Ci pensano le rispettive difese, sfavorite anche dalle pessime condizioni del campo, a far esaltare Miccoli da una parte e Milito dall'altra.

CHICCA - A -3° c'è chi, nonostante la neve, incurante del freddo, assiste temerariamente alla partita completamente a torso nudo.

TATTICA - L'Inter parte con il 4-3-1-2 poi in difficoltà passa al 4-4-2 e Snejder si schiera sulla fascia. L'atteggiamento delle difese è da rivedere, troppi errori sia da una parte che dall'altra e le colpe non possono essere attribuite esclusivamente al campo innevato.
Sorprende la scelta di Ranieri che sul 4 a 4 a pochi minuti dalla fine, toglie Milito, che aveva realizzato un clamoroso poker per inserire Zarate.

MOVIOLA - Il terzo goal di Milito, contestato dai difensori palermitanti, effettivamente sembra essere in posizione di fuorigioco. La prestazione di Guida comunque complessivamente appare sufficiente.

PROMOSSI & BOCCIATI - Prestazione pessima di Munoz, che atterra Nagatomo, regalando un rigore all'Inter e soffre i ripetuti attacchi dei giocatori nerazzurri. Lucio e Ranocchia entrambi in balia di Miccoli, hanno qualche colpa su almeno 2 dei 4 goal subiti.  Budan non è servito a sufficienza, ma le poche occasioni che ha a disposizione le spreca Bertolo scatenato nel primo tempo, si spegne nel secondo. Maicon fa la differenza sulla fascia destra e i suoi inserimenti fanno paura ai difensori palermitani. Miccoli oltra a fare tre goal bellissimi, si sacrifica anche per la squadra e offre diversi assist preziosi per i compagni. Milito: realizza un poker e finalmente pare sia tornato ad essere El Principe dell'anno del 'triplete'

Sullo stesso argomento