thumbnail Ciao,
Diretta Live

Mondiali

  • 16 giugno 2014
  • • 18.00
  • • Arena Fonte Nova, Salvador, Bahia
  • Arbitro: M. Mažić
  • • Spettatori: 51081
4
FIN
0

Deutschlands Thomas Müller jubelt

Germania-Portogallo 4-0: Tripletta di Muller, lusitani travolti a Salvador

Deutschlands Thomas Müller jubelt

Getty Images

La Germania vince nettamente il primo match del suo Mondiale contro il Portogallo di CR7: tripletta di Muller e rete di Hummels. Rosso diretto a Pepe nel primo tempo.

Eins, Zwei, Drei, Vier (uno, due, tre, quattro n.d.i) Germania. La squadra di Low ottiene la sua 61° vittoria nella centesima gara ad un Mondiale, umiliando con un netto 4 a 0 un Portogallo irriconoscibile. Gara chiusa dopo appena 45’, quando i tedeschi con l’uomo in più si portano sul triplo vantaggio grazie alla doppietta di Muller ed al goal di Hummels.

Nella ripresa, con ritmi molto più blandi, ci pensa ancora una volta Muller ad arrotondare il punteggio, realizzando una fantastica tripletta. Per il Portogallo, una giornata da dimenticare immediatamente: Ronaldo a mezzo servizio, gli infortuni occorsi a Hugo Almeida e Fabio Coentrao e l’espulsione di Pepe, che potrebbe costargli fra le due o tre giornate di squalifica.

FORMAZIONI - Il Portogallo recupera Cristiano Ronaldo che però non può essere al cento per cento. Bento opta per il 4-3-3. Davanti al portiere Rui Patricio ci sono Joao Pereira e Fabio Coentrao sulle corsie laterali, con Pepe e Bruno Alves centrali. Centrocampo composto da Meireles, Veloso e Moutinho, mentre in attacco Nani e Cristiano Ronaldo supportano Hugo Almeida.

La Germania di Low risponde sempre con il 4-3-3. In porta c’è Neuer; in difesa da destra a sinistra ci sono Boateng, Mertesacker, Hummels, Howedes. I tre di centrocampo sono Lahm, Khedira e Kroos, mentre il tridente offensivo è formato da Muller, Ozil e Gotze.

PRIMO TEMPO - Il Portogallo prova a partire più forte rispetto ai tedeschi con una conclusione di Almeida ed una di Ronaldo, che però non mettono in difficoltà Neuer. La risposta della Germania però è immediata e su un clamoroso errore in disimpegno del portiere Rui Patricio, Khedira da fuori area a porta vuota, calcia di un soffio fuori. Ma al 12’ il match si sblocca. Gotze entra in area e viene tirato giù per la maglia da Pereira; per l’arbitro serbo Mazic è calcio di rigore.

Dal dischetto si presenta Muller che non lascia scampo a Rui Patricio. Dopo il vantaggio la Germania prova a tenere il ritmo basso, con il Portogallo che fa fatica a reagire. Bisogna aspettare i 25’ per vedere i lusitani in avanti. Nani calcia d’esterno destro dal limite con la palla che sfiora la traversa. Ma è un fuoco di paglia, perché dopo aver perso Hugo Almeida per infortunio, la Germania trova il raddoppio al 32’. Calcio d’angolo dalla destra, Hummels salta più in alto di tutti ed insacca alle spalle di Rui Patricio.

Nel finale di tempo il Portogallo, dopo aver sprecato una clamorosa palla goal con Coentrao, crolla definitivamente. Al 37’ Pepe rifila prima una manata e poi si avventa su Muller, beccandosi il rosso e lasciando in dieci i suoi compagni. Ma proprio nel primo minuto di recupero, Muller approfitta di un errore difensivo e con un gran sinistro da dentro l’area fa 3 a 0.

SECONDO TEMPO - Con il risultato acquisito, la Germania non ha nessuna voglia di alzare il ritmo, mentre il Portogallo non ha la forza di reagire, con la partita che cala d’intensità. I tedeschi ci provano prima con Ozil e poi con Muller, ma la mira non è delle migliori. Il Portogallo, oltre a subire un pesante KO, perde per infortunio anche Fabio Coentrao che deve abbandonare il terreno di gioco in barella.

Ronaldo è praticamente fischiato ogni qual volta tocca la sfera, mentre la Germania rischia di segnare il poker con Gotze, che entra in area e calcia a botta sicura, trovando ancora la respinta di Rui Patricio. Nel finale, il Portogallo protesta per un rigore non assegnato per un fallo di Howedes ai danni di Eder (che ci stava n.d.i), e la Germania sul capovolgimento di fronte trova il poker con la tripletta personale di Muller, bravo a ribattere in rete una corta respinta di Rui Patricio. Proprio nel recupero, Cristiano Ronaldo prova la conclusione su punizione, ma Neuer è attento e gli nega la gioia del goal della bandiera.

CHIAVE - Il primo tempo della Germania che disintegra il Portogallo. La gara si sblocca con il rigore trasformato da Muller dopo dodici minuti, prosegue con il colpo di testa di Hummels, prima del riposo Pepe si fa cacciare e subito dopo Muller fa il 3 a 0.

MOVIOLA - Buona la prova del serbo Mazic. Corretti i due episodi chiave della prima frazione. Il rigore alla Germania ci sta tutto, come è corretto il rosso a Pepe per l’intervento su Muller. Nella ripresa, l’unico errore è il rigore non assegnato al Portogallo per un intervento di Howedes ai danni di Eder.

Sullo stesso argomento