thumbnail Ciao,
Diretta Live

Campionato europeo

  • 28 giugno 2012
  • • 20.45
  • • Stadion Narodowy, Warszawa
  • Arbitro: S. Lannoy
  • • Spettatori: 55540
1
FIN
2

Germania-Italia 1-2: A Varsavia è la notte di Balotelli, lezione ai tedeschi, azzurri in finale!

La Nazionale di Prandelli sfodera una prestazione da libri di storia annullando la formazione di Loew. I riflettori sono tutti per SuperMario, autore della doppietta decisiva.

Gli Azzurri ce l'hanno fatta! Siamo in finale! L'Italia è riuscita ad avere la meglio sulla Germania vincendo per 2-1 grazie proprio all'uomo più discusso, quel Mario Balotelli autore di una doppietta decisiva! Le due reti messe a segno dall'attaccante del Manchester City nel primo tempo hanno indirizzato la gara sui binari giusti per gli Azzurri, che dopo aver fallito più volte l'occasione del 3-0, hanno sofferto fino all'ultimo dopo il rigore trasformato da Ozil al 91'. Alla fine, però, la festa può esplodere: l'Italia è in finale!

FORMAZIONI - Prandelli recupera Chiellini e De Rossi e li manda in campo dal primo minuto, Abate invece resta fuori: a destra gioca Balzaretti. Montolivo, Cassano e Balotelli confermati in avanti. Nella Germania, Loew sorprende tutti rinunciando a Muller per inserire un centrocampista in più, Toni Kroos. In avanti c'è Mario Gomez e non Miro Klose.

PARTITA - I ritmi sono sin da subito vertiginosi: l'Italia sembra partire col piglio giusto, ma il primo brivido corre proprio sulla nostra schiena quando, su azione d'angolo al 6' minuto, Hummels colpisce d'istinto approfittando di un'incertezza di Buffon ma trova l'opposizione di un reattivo Andrea Pirlo, appostato sulla linea. Gli Azzurri faticano a prendere in mano il pallino del gioco e pian piano arretrano il loro baricentro e al 12' sfiorano nuovamente il vantaggio: su un cross senza troppe pretese di Boateng, Buffon si lascia scappare il pallone che, per poco, dopo aver carambolato su Barzagli, non termina in rete. Sul successivo calcio d'angolo è Kroos a provarci con una gran botta, ma la conclusione è centrale e Buffon allontana coi pugni.

Il primo squillo colorato di azzurro arriva al 17' quando Montolivo spaventa Neuer con un bel destro da fuori area che il portierone tedesco blocca a terra. Passa un minuto ed il numero 1 della Germania si accartoccia nuovamente per neutralizzare una conclusione di Cassano. Nulla può Neuer, però, due minuti dopo, quando Cassano irride mezza retroguardia tedesca e mette in mezzo da sinistra un cross sul quale Balotelli sovrasta Badstuber ed indirizza di testa nella porta della Germania. Italia in vantaggio e Balotelli che, finalmente, si lascia andare ad un'esultanza piena di gioia.

I tedeschi non ci stanno e provano a farsi sotto: Gomez non è preciso di testa, Buffon nega il pareggio a Khedira e al 33' Balzaretti è miracoloso nel completare una diagonale perfetta ed anticipare Podolski. Sul capovolgimento di fronte, Montolivo fa arrabbiare un intero Paese perdendo l'attimo buono per calciare a rete da buona posizione, ma si fa perdonare subito dopo con uno splendido lancio per Balotelli che, scattato sul filo del fuorigioco, resiste al ritorno di Lahm e lascia partire un bolide dal limite dell'area che va ad infilarsi imparabilmente sotto l'incrocio dei pali. Neuer rimane immobile, l'Italia raddoppia, Balotelli si sfila la maglia facendosi ammonire e si gode l'abbraccio dei compagni. La Germania non riesce a reagire e rientra tramortita negli spogliatoi.

La ripresa inizia all'insegna della Germania: Loew lascia negli spogliatoi Gomez e Podolski ed inserisce Klose e Reus. Proprio quest'ultimo si fa subito notare con una conclusione bloccata a terra da Buffon, ma l'impeto dei tedeschi non si placa ed è Lahm, poco dopo, ad andare vicino al goal con un tiro da fuori area che non inquadra la porta. Gli Azzurri soffrono, Barzagli e Bonucci hanno molto lavoro da svolgere e salvano la porta di Buffon in due occasioni. L'Italia fatica e allora Prandelli cambia qualcosa: fuori Cassano al 58', dentro Alessandro Diamanti, ma è ancora Balotelli ad andare vicino al goal con un diagonale che per poco non inquadra la porta di Neuer. I tedeschi nella ripresa continuano a fare la partita e al 62' Buffon è bravissimo ad eviare sulla traversa un calcio di punizione battuto magistralmente da Reus. E' Pirlo a tenere in piedi l'Italia: il regista della Juve recupera palla e fa ripartire la manovra azzurra con costanza e al 67' gli azzurri hanno il match-point, ma Marchisio - da buona posizione - non inquadra la porta.

Al 70' finisce la partita di Balotelli, rimpiazzato da Di Natale poco dopo che Thiago Motta era entrato a sostituire Montolivo. Anche Loew si gioca l'ultimo cambio mandando in campo Thomas Muller al posto di Jerome Boateng, ma è ancora Marchisio ad avere tra i piedi la palla buona per chiudere il match: ancora una volta però il centrocampista della Juve allarga troppo il diagonale e spreca l'occasione. Ancor più clamorosa è la chance fallita da Totò Di Natale che, lanciato da Diamanti, si presenta a tu per tu con Neuer ma fallisce clamorosamente il goal del 3-0 tirando a lato. La Germania non molla e all'89' ci mette paura con Hummels, ma il suo sinistro smorzato da Bonucci viene neutralizzato da Buffon. Anche Neuer prova a riaprire la gara, portandosi in avanti non appena possibile, ma a riportare in partita i tedeschi al 92' ci pensa Ozil, bravo a trasformare un calcio di rigore concesso per un fallo di mani di Balzaretti. Dopo il goal dell'1-2, però, non succede più nulla e la Germania esce di scena, sbattendo ancora una volta sul muro azzurro.

CHIAVE - A spezzare la partita in due è Antonio Cassano: il suo numero sulla corsia sinistra, culminato con l'assist per Balotelli, vale il vantaggio azzurro che indirizza il match sui binari giusti.

CHICCA - Al 69' Balotelli si accascia in preda ad un crampo al polpaccio. Marchisio lo aiuta a riprendersi, poi entrano in campo medico e massaggiatore. Nel frattempo però, Prandelli ordina a Di Natale di entrare in campo. 'SuperMario' si lamenta: lui avrebbe voluto provarci ma il c.t., forse anche per via del cartellino giallo che grava sulla testa del suo attaccante, ha deciso di risparmiarlo in vista della finale.

MOVIOLA - L'arbitro francese Lannoy ha diretto molto bene la gara, centellinando i cartellini gialli e gestendo al meglio ogni situazione, senza mai lasciarsi scappare di mano la gara. Il rigore concesso ai tedeschi, però, nasce da una trattenuta di Klose ai danni di Balzaretti, che tocca così il pallone con un braccio.

PROMOSSI&BOCCIATI - Il 'man of the match' non può non essere Mario Balotelli, autore della doppietta decisiva, ma anche Andrea Pirlo ha disputato una gara da incorniciare. Tra gli Azzurri è impossibile bocciare qualcuno, ma un encomio particolare va anche a Barzagli, Balzaretti e De Rossi. Tra i tedeschi, invece, si salvano in pochi: Lahm e Khedira i migliori, impalapabili invece Podolski e Boateng.

Sullo stesso argomento