thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 20 febbraio 2013
  • • 20.45
  • • Türk Telekom Arena, Istanbul
  • Arbitro: W. Collum
  • • Spettatori: 50734
1
FIN
1

Galatasaray-Schalke 1-1: Wes e Drogba non incantano, Jones riacciuffa Yilmaz

Galatasaray-Schalke 1-1: Wes e Drogba non incantano, Jones riacciuffa Yilmaz

Getty

Succede tutto nel primo tempo: Yilmaz sblocca, Altintop si mangia il raddoppio e allora Jones ristabilisce la parità. Meno intensa la gara nella ripresa, giusto risultato finale.

La stella di Sneijder non brilla, quella di Drogba si accende ad intermittenza. Il Galatasaray tradisce le aspettative ed impatta ad Istanbul contro lo Schalke 04, ben messo in campo e sicuramente più compatto ed organizzato. Yilmaz fa esplodere la bolgia giallorossa, Jones la zittisce e rende favoriti i suoi in vista della gara di ritorno in un'altra bolgia, quella di Gelsenkirchen.

FORMAZIONI -
Terim schiera il suo Gala con un 4-3-1-2 molto offensivo: in campo sia Sneijder che Drogba,  affiancato dal bomber di casa Yilmaz. Altintop, Selcuk e Felipe Melo compongono la cerniera di centrocampo, mentre lo spagnolo Riera gioca arretrato in posizione di terzino sinistro.

Lo Schalke di Keller ritrova Huntelaar, che guida l'attacco con a supporto Farfan e Bastos, esterni molto alti nel 4-4-2. Neudstadter e Jones hanno il compito di fare da filtro in mezzo al campo. Dietro, nel quartetto arretrato, c'è spazio per Kolasinac.

PRIMO TEMPO -
La gara si accende al 12', quando Yilmaz insegna a tutti come sfruttare al meglio una distrazione difensiva, in questo caso di Howedes: il bomber turco controlla a seguire di tacco e fredda Hildebrand con un gran destro sotto la traversa. Per la completa estasi della Turk Telecom Arena.

Lo Schalke, però, non di da per vinto e nonostante i fischi assordati dei tifosi turchi riesce a portarsi nell'area del Gala con una certa continuità. L'occasione per il pari arriva subito, ma Huntelaar arriva in ritardo sul colpo di testa di Howedes e non riesce a correggere in rete da pochi passi, dopo che Muslera aveva fatto un'uscita delle sue.

Restando in tema di occasioni, è clamorosa quella che capita ad Altintop: il turco riesce infatti a centrare la traversa da nemmeno due metri sulla respinta corta di Hildebrand dopo una conclusione velenosa di Drogba.
 
Yilmaz mette poi nuovamente paura al portiere tedesco, ma è dello Schalke l'ultima parola dei primi 45 minuti: Nounkeu si fa bucare da Farfan, che serve Jones tutto solo e libero di battere a tu per tu Muslera e firmare il pareggio.

SECONDO TEMPO -
Il Gala, come fatto ad inizio partita, non parte nel migliore dei modi. Soffre la pressione dello Schalke e concede troppi spazi. In uno di questi si butta Bastos, abile a servire in area di rigore Farfan, il cui tiro è stoppa in maniera dubbia da Sabri che si oppone usando anche il braccio.

I ritmi si abbassano decisamente, i tedeschi sembrano accontentarsi ed il Gala non riesce ad accendersi in avanti. L'unico squillo è al 79', quando Yilmaz (imbeccato alla grande da Drogba) fallisce il punto del raddoppio, e Draxler sul ribaltamento di fronte fa la barba al palo con una conclusione dal limite.

La gara scivola quindi fino al 93' senza sussulti. Per il Gala è un pari che lascia l'amaro in bocca in relazione alle aspettative, per lo Schalke è sicuramente un vantaggio in vista della gara di ritorno che li vede sicuramente favoriti.

CHIAVE -
Lo Schalke nella ripresa non ha particolari problemi a contenere le offensive del Gala e sapendo di poter far male sugli esterni limita lo sbilanciamento in avanti dei turchi, troppo spesso lenti negli ultimi 20 metri. Fatta eccezione per qualche intuizione, troppo isolata, di Drogba.

MOVIOLA -
L'arbitro Collum nel primo tempo fa capire che non ammette le proteste, ammonendo prima Muslera  e poi Jones. Due episodi dubbi nella ripresa: il tocco coscia-braccio di Sabri che respinge la conclusione a botta sicura di Farfan, ed il fuorigioco millimetrico di Yilmaz che comunque aveva sbagliato a tu per tu con Hildebrand.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Yilmaz. Non mancano i numeri a questo attaccante turco. Basta vedere il controllo di tacco in occasione del goal con cui apre il match. Spreca la palla del raddoppio, ma è sicuramente l'uomo più pericoloso dei suoi.

IL PEGGIORE - Nounkeu. Spaesato. Il camerunense si fa stordire dalla musichetta della Champions ed in difesa non ne prende una. E' lui a causare il pari dello Schalke lasciando un'autostrada libera a Farfan.

Sullo stesso argomento