thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 09 aprile 2013
  • • 20.45
  • • Türk Telekom Arena, İstanbul
  • Arbitro: S. Lannoy
  • • Spettatori: 49975
3
FIN
2

Real Madrid vince col totale di 5 - 3

Galatasaray-Real Madrid 3-2: I turchi sfiorano l'impresa, ma in semifinale ci va Mou

Galatasaray-Real Madrid 3-2: I turchi sfiorano l'impresa, ma in semifinale ci va Mou

Bülent Kılıç / AFP

I 'Blancos' eliminano l'undici di Terim ma subiscono un ko maturato in un secondo tempo da urlo dei turchi, che ribaltano il goal di CR7 (doppietta) con Eboue, Sneijder e Drogba.

Notte da urlo al 'Ali Sami Yen' di Istanbul, dove il Real Madrid perde 3-2 col Galatasaray ma si qualifica per le semifinali di Champions League. I turchi, con una ripresa incredibile, vanno vicini all'impresa ma devono inchinarsi al solito Cristiano Ronaldo.

FORMAZIONI -
Terim conferma l'atteggiamento spregiudicato con un rombo a centrocampo con Altintop mezz'ala e Sneijder dietro le punte Drogba e Bulut. Negli ospiti recupera Pepe che si piazza al centro della difesa al fianco di Varane, in mediana Modric fa lo 'Xabi Alonso' mentre davanti Higuain la spunta su Benzema.

PRIMO TEMPO -
Nemmeno il tempo di prendere le misure ai 'Blancos', che i turchi vengono storditi da Cristiano Ronaldo: il fuoriclasse portoghese all'8' sblocca il risultato con un tap-in sotto porta su assist di Khedira. 'Ali Sami Yen' gelato e semifinale sempre più vicina per gli iberici, che gestiscono senza problemi il cospicuo vantaggio maturato tra andata e primo scorcio di ritorno assistendo alla reazione  confusionaria dei padroni di casa.

Anzi, al 24' Di Maria sfiora il raddoppio trovando la risposta di Muslera in corner dopo uno splendido assist col tacco del solito CR7. Alla mezz'ora Mou perde Essien per un guaio muscolare e lo sostituisce con Arbeloa, ma è roba di poco conto se si considera che il Galatasaray si fa pericoloso in maniera convincente solo al 38' con un tiro dal limite di Sneijder bloccato a terra da Diego Lopez. La prima frazione scivola via senza affanni per i 'Blancos', che chiudono avanti e con la testa già al turno successivo.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa succede l'impensabile: un errore sotto porta di Ronaldo al 57' è l'ago che fa pendere la bilancia tutta dalla parte dei turchi. Un minuto dopo un missile all'incrocio di Eboue vale l'1-1, passano dodici minuti e Sneijder si divincola al limite e fulmina Diego Lopez completando la rimonta.

Ma non è affatto finita qui, dopo altri sessanta secondi Drogba si inventa un colpo di tacco pazzesco su cross dalla destra di Sabri e cala il tris facendo esplodere il catino di Istanbul. Al 74' Cristiano Ronaldo prova a rispondere al break micidiale del 'Gala' sfiorando la traversa, ma i turchi continuano a cingere d'assedio la trequarti iberica.

Al minuto 81 il bomber ivoriano siglerebbe il poker, ma viene fermato dall'arbitro Lannoy per posizione di fuorigioco. Mourinho si rifugia nelle sostituzioni inserendo un difensore in più, Albiol, al posto di un opaco Ozil. Il Galatasaray si spegne complice anche la stanchezza, al 90' Arbeloa viene espulso per proteste e nel recupero Ronaldo fa doppietta chiudendo definitivamente i conti.

Lo 'Special One' si abbraccia con Terim e si congratula con gli avversari, l'Ali Sami Yen ringrazia i propri beniamini per la notte magica regalatagli, ma alla fine a sorridere è il Real Madrid.

CHIAVE -
Nel primo tempo i contropiedi dei 'Blancos' giostrati dalla velocità di Di Maria e Ronaldo fanno la differenza, ma nella ripresa la determinazione turca unita a un approccio poco convinto degli ospiti rischia di cambiare le sorti della qualificazione.

MOVIOLA -
Pochi episodi dubbi per l'arbitro francese Lennoy, bravo a far proseguire nel primo tempo su un contatto tra Eboue e Coentrao in area ed espelle giustamente nel finale Arbeloa per proteste.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Wesley Sneijder:
Primo tempo sulla falsa riga della brutta prestazione del Bernabeu, poi si riscatta trovando un gran goal e provando a guidare i compagni all'impresa.

IL PEGGIORE - Alvaro Arbeloa:
Rileva l'infortunato Essien e nel finale si fa cacciare per proteste.

Sullo stesso argomento