thumbnail Ciao,
Diretta Live

Mondiali

  • 15 giugno 2014
  • • 21.00
  • • Estádio José Pinheiro Borba (Beira-Rio), Porto Alegre, Rio Grande do Sul
  • Arbitro: Sandro Meira Ricci
  • • Spettatori: 43012
3
FIN
0

Il rigore dell'1-0

Francia-Honduras 3-0: Indemoniato Benzema, i Galletti cantano all'esordio

Il rigore dell'1-0

Gettyimages

Non c'è stata storia nel match tra Francia e Honduras, prima gara per entrambe ai Mondiali 2014. Doppietta per Benzema, storico utilizzo della goal-technology per il 2-0.

La Francia torna alla vittoria in una gara del mondiale (ultimo successo la semifinale contro il Portogallo nel 2006) che resterà nella storia per il primo utilizzo del Goal Line Techology. Finisce 3 a 0 per i galletti, che soffrono fino al 43’, ma poi dilagano grazie anche al rosso di Palacios, che lascia in dieci l’Honduras, una delle peggiori squadre viste fino a questo punto. Decisivi una doppietta di Benzema, 23° centro in nazionale, ed un autogol dell’estremo difensore honduregno Valladares.

Ma il 2 a 0 viene “ufficializzato” dall’utilizzo del Goal Line Tecnology che mostra che la palla aveva superato la linea di qualche centimetro, dopo qualche attimo di tensione. Ricordiamo che però questa funzione non è precisa del 100% ed ha sempre diversi millimetri di margine.

La Francia torna a vincere alla gara d’esordio di un Mondiale, dopo ben 16 anni di attesa (l’ultima volta fu il 3 a 0 al Sud Africa nel 1998, anno del trionfo dei blues). L’Honduras subisce la sconfitta più pesante nelle sette gare giocate ad un Mondiale. Da sottolineare che prima del match non sono partiti gli inni nazionali, per un problema all’impianto stereo dello stadio.

FORMAZIONI - Deschamps, che opta per il 4-3-3, preferisce Varane e Griezmann che vincono il ballottaggio con Koscielny e Giroud. Davanti al portiere Lloris ci sono Debuchy ed Evra sulle corsie laterali, con Varane e Sakho centrali. Centrocampo guidato dallo juventino Pogba insieme a Matuidi e Cabaye, con il tridente offensivo composto da Griezmann e Valbuena a supporto di Benzema.

L’Honduras di Suarez risponde con il classico 4-4-2. In porta c’è Valladares, supportato in difesa da Beckeles, Bernardez, Figueroa ed Izaguirre. A centrocampo i due centrali sono Palacios e Garrido con Najar ed Espinoza sugli esterni; coppia d’attacco composta da Bengtson e Costly.

PRIMO TEMPO - Come prevedibile è la Francia che fa la partita, con i bicolor che cercano di difendersi come possono. Lo schema dei francesi è chiaro. Benzema va incontro sulla trequarti lasciando spazio agli inserimenti di Valbuena e Griezmann. Proprio Valbuena è il più pericoloso in avvio con due conclusioni che terminano a lato di poco.

Al quarto d’ora, lo stesso Valbuena mette in mezzo una palla calciata subito in porta da Matuidi, che però colpisce la traversa anche grazie al tocco decisivo di Valladares. L’Honduras praticamente non esce dalla propria metà campo ed al 23’ la Francia è ancora sfortunata. Cross di Evra, Griezmann salta di testa, ma la palla sbatte ancora una volta sul legno. Il match si scalda e alla mezz'ora si accende una minirissa con l’arbitro Ricci che è costretto ad ammonire sia Palacios che Pogba.

Nel finale di tempo, dopo che Benzema aveva sprecato una buona chance, il match cambia in un secondo: minuto 43’, Palacios già ammonito, mette giù in area Pogba. Per l’arbitro Ricci è calcio di rigore e secondo giallo per il centrocampista della bicolor che lascia in inferiorità numerica i suoi compagni. Al dischetto si presenta Benzema che non sbaglia.

SECONDO TEMPO - Con il vantaggio acquisito nel finale di tempo, la Francia nella ripresa parte ancora fortissimo. Al 48’ arriva il raddoppio. Benzema colpisce di prima, palla che prima prende il palo, poi rimbalza sulla linea ed infine è decisivo il tocco di Valladares che la infila involontariamente nella propria porta.

Ma per assegnare ufficialmente il goal, o meglio l'autorete, serve la tecnologia del Goal Line Technology, che dimostra che il pallone effettivamente aveva superato la linea. Il match si chiude praticamente qua, con Griezmann che sfiora il tris con un gran destro che viene respinto da Valladares. Deschamps toglie sia Pogba che Cabaye, inserendo Sissoko e Mavuba.

L’Honduras praticamente sparisce dal campo e la Francia al 72’ trova il 3 a 0 ancora con Benzema, che da dentro l’area in posizione defilata, batte ancora una volta Valladares. Nel finale la Francia prova a cercare il quarto goal, ma l’Honduras riesce a salvarsi in due occasioni.

CHIAVE - Il minuto 43’ che cambia la storia del match. La Francia, nonostante l’assedio, non riesce a sbloccare la gara. Pogba, imbeccato magistralmente, viene messo giù in area da Palacios; rigore e secondo cartellino giallo per l’honduregno che finisce sotto la doccia. Dal dischetto Benzema non sbaglia. Da segnalare che per la prima volta viene usata anche la tecnologia del Goal Line Technology, per assegnare il 2 a 0 alla Francia.

MOVIOLA - Giusto il rigore assegnato al 43’ alla Francia con conseguente ammonizione di Palacios che, già ammonito in precedenza, abbandona il campo. Nel complesso la prova del fischietto brasiliano è positiva; l’unico neo è il mancato giallo a Valbuena.

Sullo stesso argomento