thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 10 novembre 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Artemio Franchi, Firenze
  • Arbitro: A. Damato
  • • Spettatori: 28305
2
FIN
1

Fiorentina-Sampdoria 2-1: Rossi vale il 5° posto, la Doria si sveglia tardi

I gigliati, grazie alla doppietta realizzata da 'Pepito', superano il Verona e si portano a ridosso delle prime posizioni in classifica. Di Gabbiadini il sigillo blucerchiato.

La Fiorentina vince per 2-1 contro la Sampdoria grazie ad uno scatenato Rossi che con una doppietta ha regalato i tre punti alla squadra viola ma soprattutto le ha permesso di salire in classifica. I blucerchiati si svegliano solo nel finale e trovano la rete che accorcia le distanze con Gabbiadini senza riuscire, però, a completare la rimonta.

FORMAZIONI - Montella lascia a riposo Matos e lancia Joaquin al fianco di Rossi e Cuadrado. A centrocampo ancora in panchina Pizarro, non al cento per cento, al suo posto dentro Matias Fernandez. La Sampdoria in emergenza difensiva schiera Palombo al centro del reparto arretrato con Regini e Mustafi ai lati. Davanti largo alla coppia Gabbiadini-Eder.

PRIMO TEMPO - Il primo squillo è targato Sampdoria con un destro al volo di Obiang che sibila il palo alla destra di Neto. I viola rispondono poco dopo con Borja Valero, che da buona posizione calcia alto sprecando una buona occasione. Al 10’ i padroni di casa sbloccano il risultato con Giuseppe Rossi, che trasforma un rigore concesso per una trattenuta di Berardi ai danni di Aquilani in area. Al 16’ raddoppio viola ancora con Rossi, che da fuori area di destro s’inventa un goal da cineteca.

La Sampdoria accusa il colpo ma reagisce con Eder al 22’, buona coordinazione per lui ma Neto blocca la sua conclusione in tuffo.  Cuadrado a tratti sembra imprendibile, al 31’ il colombiano salta tre avversari e serve un assist al bacio per Borja Valero, il tiro però termina fuori. Poco dopo è ancora Rossi a tentare da fuori, sfera alta di un soffio. Nel finale di tempo tornano pericolosi gli ospiti con Obiang che ci prova con un destro che sfiora il palo.

SECONDO TEMPO - La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo, viola in attacco e Sampdoria piuttosto passiva. Delio Rossi inserisce Wszolek e prova a spronare i suoi che però faticano ad entrare in partita. Cuadrado intanto continua a dare spettacolo, al 53’ ci vuole un bell’intervento di Da Costa per impedire il goal del colombiano. Poco dopo ancora reattivo il portiere doriano su una conclusione di Matias Fernandez. Al 75’ gli ospiti trovano il goal proprio nel momento in cui i giochi sembrano fatti. Gabbiadini è bravo ad inserirsi in area e batte un incolpevole Neto. Una rete che infiamma il finale con la Sampdoria che ci crede, all’80’ Eder brucia sul tempo Savic ma non riesce a trovare la porta. I viola adesso sono in difficoltà ed all’89’ un incursione del polacco Wszolek mette i brividi a Neto, il tiro del doriano però termina fuori. Nel recupero ultima occasione Samp con Pozzi che sugli sviluppi di un corner colpisce di testa sfiorando il palo alla sinistra del portiere viola.

LA CHIAVE - 75’ minuti di dominio viola con la Sampdoria che a tratti sembra anche svogliata. La Fiorentina non riesce a chiudere la gara e nel finale rischia un incredibile rimonta con gli uomini di Delio Rossi che prima accorciano le distanze, poi cercano con grinta il goal del pareggio senza trovarlo.

MOVIOLA - Qualche dubbio sul rigore che sblocca il risultato, la trattenuta di Berardi c’è ma è leggera. E’ questa l’unica decisione contestata a Damato in una gara tutto sommato tranquilla.

Dalle Pagelle:

MIGLIORE - Rossi: 11 goal in 12 partite, serve altro? Su rigore è perfetto ma il tiro a giro con il quale firma la doppietta è di una bellezza impressionante.

PEGGIORE - Berardi: Commette la grande ingenuità di atterrare Aquilani in area con il viola che non sarebbe mai arrivato sulla sfera.

Sullo stesso argomento