thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 06 gennaio 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Artemio Franchi, Firenze
  • Arbitro: P. Giacomelli
  • • Spettatori: 23795
0
FIN
2

Fiorentina-Pescara 0-2: Giornata storta per i viola, Jonathas e Celik gelano il Franchi e fanno gioire Bergodi

Le reti ospiti sono state firmate dell'attaccante brasiliano Jonathas al minuto 57 e da Celik nel finale. Giornata sfortunata per i viola, apparsi assai imprecisi sotto rete.

Motivazioni diverse quelle di Fiorentina e Pescara. I viola vogliono approfittare della sconfitta dell’Inter nel lunch match contro l’Udinese per staccarsi dai nerazurri. Il Pescara cerca punti per continuare a distanziarsi dalla zona retrocessione. A sostenere i viola dalla tribuna c’è anche il neoacquisto Giuseppe Rossi. Dentro la calza della Befana però i viola trovano un super Perin ed un Pescara che è la prima squadra ad espugnare il Franchi in stagione.

FORMAZIONI – La Fiorentina deve rinunciare allo squalificato Rodriguez e Montella si affida così al collaudato Tomovic. Nei viola assente anche El Hamdaoui per gli impegni con la Nazionale. Nel Pescara invece spazio a Jonathas in attacco con Vukusic che recupera ma si siede in panchina.

PRIMO TEMPO - Occasionissima per i padroni di casa dopo soli 3 minuti di gioco. Toni si ritrova a tu per tu con Perin ma l’attaccante viola prende in pieno l’estremo difensore. Dopo svariati tentativi viola, sugli sviluppi di un calcio d’angolo ci prova Borja Valero da fuori area, pallone bloccato da Perin. Al 15’ ancora viola in avanti, Borja Valero mette in mezzo per Jovetic che di testa colpisce, Perin in tuffo compie una prodezza.

I ragazzi di Bergodi cercano come possono di difendersi coadiuvati al meglio dal loro portiere e si affidano alle ripartenze in contropiede per sorprendere la squadra di casa, ma senza impensierire troppo Neto. Missile di Cuadrado da fuori area ancora uno straordinario Perin che tocca quel che basta per mandare il pallone alto sopra la traversa.

Al 29’ è la volta di Jovetic che da fuori area prova il tiro, Perin devia in corner. Sugli sviluppi dell’angolo Perin dice no anche ad Aquilani. Serie di cartellini gialli sul finire del primo tempo indirizzati agli ospiti che giocano duro. Al 44’ ancora il portiere ospite protagonista su una conclusione di Borja Valero. Termina 0-0 una primo tempo ricco di occasioni viola.

SECONDO TEMPO – Pescara che torna in campo più agguerrito del primo tempo, spezza il gioco e rischia anche di spezzare qualche gamba avversaria. I viola non si lasciano intimorire e continuano a manovrare cercando disperatamente il goal che Perin più volte ha negato nel primo tempo. Al 57’ però è il Pescara a trovare il goal sugli sviluppi di un calcio d’angolo Jonathas di testa insacca a rete il goal del vantaggio abruzzese.

Al 64’ Pizarro esce dal campo dolorante in barella dopo l’ennesimo fallo subito dagli avversari. Piovono palloni in area abruzzese ma la Fiorentina non può più sfruttare l’altezza di Toni che ha lasciato il posto a Ljajic. All’ 83’ Jovetic ci prova di testa ma non angola la sfera e Perin blocca. Raddoppio del Pescara nei minuti di recupero, contropiede abruzzese e Celik solo davanti a Neto non sbaglia.

I sei minuti di recupero non bastano ai ragazzi di Montella per segnare almeno un goal. Partita che termina 0-2 per gli ospiti.

LA CHIAVE – Perin compie veri e propri miracoli, chiude la porta a doppia mandata e salva il risultato per tutto il primo tempo. Nella ripresa il Pescara riesce a trovare il goal e si difende con i denti fino al raddoppio di Weiss.

MOVIOLA – Tanti i falli degli ospiti che rischiano di finire la gara anche in 10 uomini. Nel complesso comunque una buona direzione di gara.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Perin. Semplicemente superlativo. La partita sarebbe già stata chiusa dopo appena dieci minuti se non ci fosse stato lui con le sue prodezze a chiudere la porta ai continui attacchi viola.

IL PEGGIORE - Roncaglia. Semplicemente superlativo. La partita sarebbe già stata chiusa dopo appena dieci minuti se non ci fosse stato lui con le sue prodezze a chiudere la porta ai continui attacchi viola.

Sullo stesso argomento