thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 15 febbraio 2014
  • • 20.45
  • • Stadio Artemio Franchi, Firenze
  • Arbitro: A. Damato
  • • Spettatori: 35584
1
FIN
2

Fiorentina-Inter 1-2: Non basta Cuadrado, Icardi espugna il Franchi

Bel primo tempo dell'Inter, che va in vantaggio con Palacio. Nella ripresa immediata reazione della Fiorentina con Cuadrado, ma Icardi firma i tre punti. Torna Mario Gomez.

L'Inter sbanca il Franchi e porta a casa la seconda vittoria consecutiva contro una Fiorentina meno brillante del solito. Primo tempo di marca nerazzurra, con la squadra viola che non riesce a creare il solito gioco e va in difficoltà sulla pressione nerazzurra. Gli uomini di Mazzarri si rendono subito pericolosi con Milito e Palacio, che centra un palo clamoroso in contropiede.

Lo stesso numero 8 argentino sblocca il match al 34', ma nella ripresa gli uomini di Montella reagiscono immediatamente e trovano il pari con Cuadrado, complice anche l'incertezza di Handanovic. I tre punti però li firma Mauro Icardi, che torna al goal poco dopo il suo ingresso in campo. Si rivede dopo 5 mesi in campo anche Mario Gomez, accolto dall'ovazione del pubblico.

FORMAZIONI - Montella lascia in panchina Alessandro Matri e schiera un reparto offensivo senza troppi punti di riferimento con la coppia Joaquin-Ilicic, supportata dagli esterni Cuadrado e Vargas. Pizarro in cabina di regia con Aquilani e Mati Fernandez a centrocampo. In difesa parte ancora titolare Diakitè accanto a Rodriguez e Compper.

Mazzarri recupera Hernanes e lo schiera dal primo minuto accanto ai muscoli di Guarin e Kuzmanovic, confermati sugli esterni Jonathan e Nagatomo. Walter Samuel dirige il trio difensivo in mezzo a Rolando e Juan Jesus, mentre la coppia offensiva è ovviamente tutta argentina con Palacio e Milito.

PRIMO TEMPO - L'Inter parte forte sul terreno del Franchi e si rende subito pericolosa con Palacio e Milito. Il numero 8 prende la mira e centra un palo clamoroso al 13' con un preciso diagonale. La Fiorentina fatica in fase di impostazione e dopo appena un minuto il 'Principe' scalda i guantoni di Neto, che salva i suoi con un buon riflesso. La pressione nerazzurra aumenta con il passare dei minuti e la squadra di Montella concede diversi spazi in ripartenza:

Milito ci prova ancora con un bel guizzo in area, ma trova soltanto l'esterno della rete. La rete del vantaggio arriva al 34' con Palacio, che ritrova la via del goal finalizzando un bell'assist di Guarin con buona freddezza davanti a Neto. La squadra viola cresce a pochi minuti dall'intervallo e si rende pericolosa con il sinistro di Vargas, respinto bene in angolo da Handanovic.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa è totalmente un'altra Fiorentina: la squadra di Montella scende in campo con tutt'altro atteggiamento e mette subito alle corde l'Inter. L'equilibrio viene infatti subito ristabilito dal tiro di Cuadrado, che trova l'incertezza di Handanovic e si insacca in rete. A questo punto il match si accende, con entrambe le squadre che si affrontano a viso aperto alla ricerca del goal.

I padroni di casa continuano a premere con pericolosità in area avversaria, ma concedono spazi alle ripartenze dell'Inter. Mazzarri gioca la carta Icardi ed il giovane argentino ripaga immediatamente la fiducia del mister, trasformando in rete un bel cross dalla sinistra poco dopo il suo ingresso in campo. Montella decide quindi di restituire il campo a Mario Gomez, che torna 5 mesi dopo il brutto infortunio tra l'ovazione del pubblico.

L'Inter ritrova fiducia e sfiora più volte il tris nei successivi minuti, ma la Fiorentina si prepara all'assalto finale con Matri e Gomez insieme in campo. Nel finale Ilicic prima e l'ex Milan poi sfiorano clamorosamente il goal del pari, ma l'Inter si salva e porta a casa tre punti d'oro.

LA CHIAVE - La reazione rabbiosa della Fiorentina nella ripresa lascia qualche spazio di troppo alle ripartenze dell'Inter: proprio da qui nasce il perfetto cross di Nagatomo per il bel goal di Icardi, che decide il match.

MOVIOLA - Da annullare la rete di Icardi, che è nettamente in posizione di fuorigioco al momento del cross di Nagatomo. Per il resto giusta l'assegnazione dei cartellini da parte del direttore di gara.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Rodrigo Palacio. Torna al goal con la solita straordinaria generosità in campo. Svaria come al solito su tutto il fronte offensivo, confermandosi una spina nel fianco per qualsiasi difesa. E' lui il vero trascinatore di questa Inter.

IL PEGGIORE - Josip Ilicic. Montella lo schiera come punto di riferimento offensivo, ma lui non trova lo spazio giusto per far male. Troppo lento nelle giocate, spreca qualche buona occasione nel finale.

Sullo stesso argomento