thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 03 marzo 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Artemio Franchi, Firenze
  • Arbitro: D. Doveri
  • • Spettatori: 24000
2
FIN
1

Fiorentina-Chievo 2-1: I viola soffrono ma restano implacabili in casa, il sogno Champions non è ancora svanito

La Fiorentina supera 2-1 un ottimo Chievo e tiene vive le sparanze di una qualificazione alla prossima Champions League. Decisiva una rete di Larrondo.

Fiorentina-Chievo, squadre con obiettivi diversi ma entrambe vogliose di uscire fuori dal campo con tre punti in tasca. Il capitano viola provvede a portare in vantaggio la propria squadra ma Cofie pareggia sul finire del primo tempo. Ci pensa Larrondo, subentrato a Jovetic, a segnare il 2-1 viola e a regalare i tre punti alla propria squadra.

FORMAZIONI – La Fiorentina recupera Pizarro ma deve rinunciare allo squalificato Cuadrado. Esordio in serie A per Compper che prende il posto di Savic. Montella conferma comunque le tre punte con Toni riferimento centrale supportato da Jovetic e Ljajic. Anche Corini conferma le previsioni della vigilia lasciando però Cofie in panchina e dando fiducia a Rigoni, Jokic e Seymur a centrocampo.

PRIMO TEMPO -  Temperatura primaverile allo stadio Franchi di Firenze dove la Fiorentina dopo appena quattro minuti di gioco mette a segno il primo goal. A portare in vantaggio la propria squadra è il capitano viola Manuel Pasqual che su punizione dal limite supera la barriera e batte Puggioni. All’11’ occasione per il Chievo, Frey sulla destra mette in mezzo per Thereau che tira ma chiude troppo l’angolazione della sfera ed il pallone esce sul fondo. Bravo al 18’ Puggioni ad anticipare Toni in uscita ed a togliergli un goal sicuro.

Al 24’ triangolo Ljajic-Jovetic-Borja Valero ma quest’ultimo sfiora appena la sfera data un po’ troppo lunga da Jovetic e si divora un goal solo davanti a Puggioni.

Al 31’ Acerbi è costretto ad uscire dal campo per infortunio, Corini ridisegna la squadra inserendo Cofie. Cinque minuti più tardi occasione viola, prima Tomovic di testa poi Pasqual sfiora il goal sulla ribattuta del portiere. Goal sbagliato goal subito, ed a punire i viola ci pensa il neo-entrato Cofie che uno-due con Guana mette dentro a fil di palo. Termina dopo un minuto di recupero un primo tempo dove i ragazzi di Montella non sono sembrati troppo lucidi sottoporta.

SECONDO TEMPO –  Secondo tempo che inizia con un cambio nelle file viola, Romulo entra al posto di Ljajic. Al 53’ ci prova Borja Valero dalla trequarti il pallone non scende a sufficienza ed esce sul fondo. Al 58’ il Chievo ci prova in contropiede con Paloschi che riceve palla e tira, ma il pallone termina alto. Al 65’ Pizarro entra in area palla al piede e viene fermato da un difensore clivense. L’arbitro ammonisce il giocatore viola per simulazione. Al 67’ ancora Borja Valero da fuori area e ancora una volta la palla termina fuori.

Al 69’ Pasqual mette dentro per Toni che prende palo pieno, sulla ribattuta Larrondo sbaglia incredibilmente il tap-in. I ragazzi di Montella ci provano costantemente ma non riescono ad inquadrare la rete. Al 78’ sugli sviluppi di una punizione Toni serve Larrondo che impatta la sfera e segna il goal del nuovo vantaggio viola. Termina 2-1 per i viola, Fiorentina che conquista i tre punti ma in settimana Montella dovrà lavorare ancora sul cinismo sottoporta.

LA CHIAVE – Dopo un primo tempo chiuso in parità i viola nella ripresa ci credono di più, e nonostante i numerosi goal falliti, trovano con Larrondo la rete della vittoria nel finale. Il Chievo ha buone abilità soprattutto in contropiede, ma nel secondo tempo la squadra di Corini commette l’errore di chiudersi troppo in difesa.

MOVIOLA –  Dubbi sulla posizione di Toni sul secondo goal dei viola. Sembra che l’attaccante sia al di là dei difensori clivensi quando Pasqual batte la punizione.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Borja Valero: Bene come al solito il forte centrocampista spagnolo che serve i compagni con deliziosi assist. Male però sottoporta, dove sciupa una grande occasione servito dall'asse Ljajic-Jovetic a metà del primo tempo. Nella ripresa, prestazione quasi impeccabile la sua, tenta anche una conclusione a giro che esce di poco.

IL PEGGIORE - Francesco Acerbi: Esce al 30' per far posto a Cofie. Non una prestazione da ricordare la sua, da rivedere.

Sullo stesso argomento