thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie B

  • 26 maggio 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Carlo Castellani, Empoli
  • Arbitro: M. Mariani
  • • Spettatori: 2506
4
FIN
1

Empoli vince col totale di 5 - 2

Empoli-Novara 4-1: Tavano e un super Saponara fanno ballare il Castellani, sarà finale col Livorno per la A

Grande partita della squadra di Sarri, che con doppio Saponara, Tavano e Mchedlidze si prende la finale. Il goal di Seferovic non basta ai piemontesi. Sarà Empoli-Livorno per la A.

Finisce 4-1 per l'Empoli sul Novara il match di ritorno della semifinale play off al Castellani. La squadra di Sarri vola meritatamente in finale contro il Livorno. Decisivi Tavano ed un Saponara con le ali ai tacchetti.

Toscani scatenati con Tavano e Saponara nel primo tempo.  Il vantaggio è nell'area dopo una partenza a razzo ed a realizzarlo ci pensa il numero 10 di casa, bravo a sfruttare un perfetto filtrante di Valdifiori freddando Bardi con un perfetto pallonetto.

Passano tre minuti ed è il turno di 'Super Sapo'.  Sugli sviluppi di un angolo, Tavano sfrutta una respinta corta della difesa e mette in mezzo per Saponara, puntuale nel tocco al volo che vale il raddoppio. Novara non pervenuto al Castellani ed incapace di contenere le offensive toscane.

Cinque minuti dopo solo un grandissimo intervento di Lisuzzo evita il tris. Il difensore del Novara si allunga e devia all'ultimo momento un cross di Maccarone indirizzato a Saponara e Tavano, liberi altrimenti di mettere in rete.

Intorno al 35' si scaldano gli animi e scoppia una mini rissa davanti alla panchina del Novara: l'Empoli se l'è presa perchè i piemontesi non hanno messo fuori il pallone con Tavano a terra dolorante.

L'episodio deconcentra la squadra di Sarri, che due minuti dopo subisce inaspettatamente goal. Ci pensa il solito Seferovic a riaprire tutti i discorsi: giocata splendida del gioiellino svizzero, che protegge il pallone alla grande e scarica un tiro preciso alle spalli di Bassi.
 
 Nella ripresa il Novara parte forte e rischia anche di trovare il pari con Lazzari, sul cui tiro è fondamentale l'intervento di Laurini, che vale praticamente quanto un goal. Al 66' Tonelli sfiora il tris che avrebbe chiuso la partita, ma è soltanto il preludio alla terza rete dei toscani.

La chiude proprio lui, il gioellino di casa: servito all'altezza del dischetto del rigore, Saponara non può far altro che mettere il pallone alle spalle di Bardi. Doppietta per lui e qualificazione alla finale in cassaforte.

Nel finale c'è gloria anche per Mchedlidze, entrato da appena sette minuti. Il giovane georgiano segna posizione ravvicinata e firma quello che è un meritatissimo poker per la Sarri band.

Sullo stesso argomento