thumbnail Ciao,
Diretta Live

Coppa America

  • 10 Luglio 2011
  • • 21.00
  • • Estadio Brigadier General Estanislao López, Ciudad de Santa Fe, Provincia de Santa Fe
  • Arbitro: F. Chacon
2
FIN
0

Colombia-Bolivia 2-0: Falcao fa doppietta, i Cafeteros approdano ai quarti da dominatori

Colombia-Bolivia 2-0: Falcao fa doppietta, i Cafeteros approdano ai quarti da dominatori

GettyImages

Due vittorie e un pareggio, questo lo score finale nel Gruppo A per la Colombia, che si lascia alle spalle anche l'Argentina, e avanza ai Quarti da prima in classifica.

Calciomercato in Diretta su Goal.com - Clicca QUI
Segui Goal.com sui Social Network



A Santa Fé, Colombia e Bolivia aprono l'ultima giornata di Coppa America per il Gruppo A. La formazione colombiana è in testa al girone, grazie alla vittoria col Costa Rica e al pareggio con l'Argentina, mentre i boliviani sono in coda al gruppo, con all'attivo un solo punto conquistato nella gara inaugurale contro i padroni di casa argentini.

FORMAZIONI - Le due squadre si presentano in campo con le formazioni annunciate. La Colombia mette in campo un 4-1-4-1, con una difesa arcigna che può contare sugli 'italiani' Yepes al centro e Zuniga e Armero sugli esterni, e un attacco molto pericoloso formato da Adrian Ramos e Radamel Falcao. La Bolivia, invece, deve fare i conti con ben tre squalificati: Gutierrez, Ribeiro e Flores, infatti, appiedati dopo la gara persa col Costa Rica, vengono sostituiti da Amador, Vargas e Garcia.

LA PARTITA - Alla Bolivia serve una vittoria per poter ancora sperare in una qualificazione e nei primi minuti di gara sembra riuscire a giostrare meglio il pallone, con Arce che palla al piede è sempre imprendibile per i difensori colombiani ma che sembra troppo innamorato del pallone per risultare poi pericoloso nelle conclusioni. Al 9', infatti, è proprio Arce a mettere scompiglio in area colombiana, dribblando due difensori al limite dell'area ma poi non andando alla conclusione da buona posizione, cercando invece un difficile passaggio filtrante per un compagno, che viene però intercettato dalla difesa. Col passare dei minuti, però, la Colombia prende in mano il pallino del gioco, dimostrandosi squadra solida concreta. Al 14' la difesa colombiana si fa trovare in linea troppo alta e un passaggio in profondità di Moreno permette a Radamel Falcao di scattare in posizione regolare e trovarsi a tu per tu col portiere Arias, che infila con un sinistro in diagonale. La reazione boliviana è fiacca e si concretizza solo in due calci d'angolo consecutivi che mettono qualche apprensione alla difesa colombiana. Poi sono ancora i giallorossi a rendersi pericolosi e al 26' è Armero a involarsi sulla fascia destra palla al piede e entrare in area venendo poi atterrato da Amador. Per il direttore di gara non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Dagli unidici metri è ancora Falcao a superare Arias, spiazzandolo, e portare la Colombia sul 2-0. Pochi minuti dopo ancora Arce in area colombiana a cercare con ripetuti dribbling di trovare l'attimo buono per la conclusione, ma alla fine perde palla sul fondo. La conclusione più pericolosa della Bolivia arriva su calcio piazzato, al 45', con Campos che coglie lo specchio della porta ma trova un Martinez attento e pronto a deviare coi pugni la conclusione. Il primo tempo finisce quindi sul 2-0 a favore della Colombia, che vede ormai ad un passo la qualificazione come prima del girone.

La ripresa inizia con un cambio per parte: nella Bolivia è Vaca a prendere il posto di un evanescente Edivaldo, mentre fra i colombiani è Rodallega a rilevare Ramos. La Bolivia prova a riaprire la gara, ma la Colombia rimane ben compatta e non lascia spazi. Al 50' fa il suo ingresso in campo, nelle file colombiane, il giocatore dell'Udinese Cuadrado che prende il posto di Guarin. Cuadrado si mette subito in luce con buoni fraseggi a centrocampo, ma al 55' è la Bolivia ad andare vicina al goal: su cross in area dalla destra, Perea respinge corto di testa e Campos prova la conclusione al volo ma manda la palla alta di poco. Al 60' è invece Falcao ad andare vicino alla segnatura, arrivando di poco in ritardo di testa su un prezioso assist di Ramos. Al 63' ancora un contropiede colombiano, con Ramos sulla sinistra che serve centralmente Falcao, che finta l'assist a destra per l'accorrente Cuadrado e calcia invece in porta dal limite con la palla che termina d'un soffio a lato. Negli ultimi venti minuti di gara, la Colombia è andata più volte vicina al terzo goal, in particolare con Rodallega. Terzo goal molto cercato dai colombiani, soprattutto per sfatare una sorta di tabù, visto che con quella di oggi sono 36 le partite in cui la Colombia non segna più di due goal. Vittoria meritata, quindi, per la Colombia, che si classifica prima nel Gruppo A lasciandosi alle spalle i quotatissimi, almeno alla vigilia del torneo, padroni di casa dell'Argentina.

CHIAVE
- Grande partita dei due esterni colombiani. Armero sulla sinistra e Zuniga sulla destra hanno imperversato sulle fasce, difendendo bene ma soprattutto supportando il gioco offensivo senza soluzione di continuità. In particolare è stato devastante Armero, con la sua velocità, davvero imprendibile per gli avversari. Tra l'altro ha propiziato con un'azione personale il calcio di rigore da cui è scaturito il secondo goal colombiano che ha di fatto chiuso la gara. Ottima gara anche per la punta Falcao, autore della doppietta che ha deciso la gara.

CHICCA - Dopo il secondo goal, i calciatori colombiani hanno esultato mostrando alle telecamere la maglia di Ospina, il portiere che, pochi giorni prima dell'inizio della Coppa America, aveva rimediato la frattura del setto nasale in uno scontro con Rodallega in allenamento ed aveva così dovuto far ritorno a casa. Un omaggio allo sfortunato compagno che sarebbe stato titolare in questa Coppa America.

TATTICA - La Colombia è scesa in campo con un 4-1-4-1 molto solido, coi due esterni difensivi, Armero e Zuniga, che sono stati padroni delle proprie fasce di competenza, sia in zona difensiva che in zona offensiva. La Bolivia si è invece schierata con un 4-4-2 ma non è riuscita ad impensierire veramente la difesa colombiana. Troppo fumoso Arce. Solo nella ripresa, sul 2-0, quando i colombiani hanno allentato un po' le maglie difensive, i boliviani sono riusciti a trovare qualche spazio in più in cui infilarsi, ma senza poi riuscire ad arrivare pericolosamente alla conclusione.

MOVIOLA - Nessun episodio contestato in una gara animata agonisticamente ma senza cattiveria. L'episodio del calcio di rigore a favore della Colombia, al 26' del primo tempo, non lascia adito a dubbi: Amador in tackle ha chiaramente atterrato Armero, decisione giusta del direttore di gara.

PROMOSSI&BOCCIATI
- Tutti promossi nella Bolivia, con citazioni di merito per Falcao, autore della doppietta che ha sancito la vittoria e sempre molto pericoloso in zona goal, e i due esterni Armero e Zuniga, dominatori delle fasce. Molto solido anche il duo centrale di difesa Yepes e Perea. Non si salva nessuno invece fra i giocatori della Bolivia, messi sotto dai colombiani in ogni zona del campo. Arce è il giocatore che si è fatto vedere con maggiore insistenza in area colombiana, ma si è sempre intestardito troppo nei dribbling per poi risultare pericoloso per Martinez.

Sullo stesso argomento