thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 22 marzo 2014
  • • 20.45
  • • Stadio Marc'Antonio Bentegodi, Verona
  • Arbitro: P. Mazzoleni
  • • Spettatori: 6000
0
FIN
2

Chievo-Roma 0-2: I Mussi non volano, Gervinho e Destro allontanano il Napoli

L'ivoriano sblocca il risultato sfruttando l'errore difensivo di Cesar che gli fornisce un assist d'oro. Il bomber chiude la pratica siglando il suo ottavo centro in campionato.

E’ grande Roma. La squadra di Garcia si sbarazza agevolmente del Chievo e blinda il secondo posto, in attesa della gara di domani tra Napoli e Fiorentina. Una bella prestazione di Totti e compagni ha eclissato la squadra di Corini, imprecisa, quasi mai pericolosa e colpevole di due disattenzioni difensive che hanno compromesso la gara. Decidono un paio di acuti di Destro e Gervinho, rispettivamente al sesto e al settimo centro in campionato, due degli uomini più decisivi di questa Roma alla Garcia che ormai ha un piede e mezzo nell’Europa che conta.

FORMAZIONI - Eugenio Corini, reduce da due vittorie consecutive in casa, schiera un inedito 4-2-3-1 con Agazzi in porta, Sardo, Frey, Cesar e Dainelli nel quartetto difensivo, Bentivoglio e Radovanovic a centrocampo, Rigoni e Lazarevic sulle corsie e l’ex genoano Stoian alle spalle dell’unica punta Alberto Paloschi. Per i giallorossi di Rudi Garcia, invece, solito 4-3-3 con Romagnoli terzino sinistro, Taddei in mezzo al campo al posto dello squalificato De Rossi e il tandem Destro-Totti in avanti.

PRIMO TEMPO - Fin dalle prime battute, la Roma prova a fare la partita sfruttando le giocate di Totti, vero e proprio regista d’attacco, senza però trovare il guizzo giusto. Il Chievo, come da copione, agisce di rimessa, provando ad affondare sulle corsie esterne ma un errore grossolano di Cesar permette agli ospiti di passare inaspettatamente in vantaggio: a seguito di un innocuo lancio in avanti di Destro, lo sloveno tenta un improbabile retropassaggio di testa, alle sue spalle c’è Gervinho che raccoglie il pallone, ringrazia, e con il destro spiazza Agazzi portando in vantaggio i giallorossi (18’).

Alla mezzora la squadra di casa, imprecisa e regolarmente in affanno a causa del pressing incessante degli uomini di Garcia, per poco non concede il raddoppio ma Destro non riesce a sfruttare l’ennesimo errore in fase di disimpegno. Il Chievo prova a reagire, soprattutto con Paloschi, ma le sortite effettuate non creano problemi alla compagine romana che allo scadere trova anche la seconda rete, targata Mattia Destro, bravo a sfruttare un assist al bacio di Taddei e a spiazzare l’estremo difensore gialloblù (43’).  

SECONDO TEMPO - Ad inizio ripresa è la Roma ad agire di rimessa, con il Chievo che prova timidamente a fare la partita attaccando con più continuità, senza però trovare la porta. Ciononostante, i 'Mussi Volanti' soffrono le ripartenze giallorosse e Mattia Destro va nuovamente vicino al goal con un destro strozzato (54’). A questo punto entrambi i tecnici operano dei cambi: per i padroni di casa fuori Paloschi per Pellissier, per gli ospiti dentro Florenzi al posto di Totti.

La Roma gioca bene e va vicina al tris, questa volta con Nainggolan, ma il destro del belga termina a lato di pochissimo (20’). Corini manda in campo anche Victor Obinna al posto di Lazarevic e il nigeriano si rende subito protagonista con un sinistro insidioso che impegna De Sanctis (25’). Pochi istanti dopo l’ex ala dell’Inter ci riprova ma il destro a giro non crea nessun problema all’estremo difensore ospite (28’). La gara si chiude con un colpo di testa ravvicinato di Gervinho, neutralizzato da Agazzi (87’). Vince la Roma e affonda il Chievo.

CHIAVE - La rete di Gervinho ha spezzato gli equilibri ma la chiave di volta della gara è stata la prestazione sopra le righe di Mattia Destro, al settimo sigillo in campionato (viaggia ad una media di un goal ogni 92 minuti, numeri da urlo), bravo sia a finalizzare l’azione che a far ripartire la squadra. Oggi l’ex centravanti del Siena ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per poter giocare al fianco di Francesco Totti, ora la palla passa a Garcia che avrà bisogno di questi due elementi per consolidare il secondo posto.

MOVIOLA - Partita corretta, ben arbitrata da Mazzoleni e dai suoi collaboratori, nessun episodio dubbio da segnalare.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Taddei. Il ruolo di regista gli sta incredibilmente allungando la carriera. Da applausi il corridoio per la rete di Destro che gli vale la palma di migliore in campo.

IL PEGGIORE - Cesar. Inizia nel migliore dei modi con un grande intervento difensivo ma macchia la sua prestazione servendo a Gervinho l'assist per la rete che sblocca il risultato.

Sullo stesso argomento