thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 27 ottobre 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Marc'Antonio Bentegodi, Verona
  • Arbitro: L. Banti
  • • Spettatori: 8000
1
FIN
2

Chievo-Fiorentina 1-2: Cesar illude il Bentegodi, la rimonta viola porta la firma di Cuadrado

La Fiorentina espugna il difficile campo del Chievo e si consolida nelle zone alte della classifica. Decide una doppietta di Cuadrado, che rimonta la rete iniziale di Cesar.

La Fiorentina espugna il "Bentegodi" di Verona grazie a una doppietta di un super Cuadrado, dopo lo svantaggio iniziale firmato da Cesar. Gli uomini di Montella raggiungono l'Inter al quarto posto a quota 18 punti mentre i gialloblù restano all'ultimo posto solitario della classifica con Sannino sempre più a rischio esonero.

FORMAZIONI- Tra i viola presente in attacco bomber "Pepito" Rossi, supportato da Joaquin e Cuadrado sulle fasce offensive, con Aquilani, Pizarro e Borja Valero pronti ad impostare l'azione. Nel Chievo Sannino invece decide di dar fiducia alla coppia Paloschi-Thereau, quest'ultimo molto apprezzato da Montella e in procinto la scorsa estate di passare proprio alla Fiorentina.

PRIMO TEMPO- La Fiorentina dimostra di vivere un ottimo momento di forma e vuole dar seguito alle ultime due ottime prestazioni culminate con altrettante vittorie contro Juventus e Pandurii. I viola partono dunque col coltello tra i denti, costringendo il Chievo a soffrire in particolar modo sulla fascia sinistra dove Cuadrado e Pasqual mettono a dura prova la difesa clivense.

E' proprio da quella parte di campo che nasce la prima occasione per i ragazzi di Montella: Pasqual crossa per Joaquin che però non riesce a bissare i goals delle ultime gare. Il Chievo subisce, almeno inizialmente, per poi risalire man mano la china: tra i gialloblù il più attivo è Dramè ed è proprio dai suoi piedi che parte il cross per la testa di Cesar, che non ha bisogno nemmeno di saltare per colpire il pallone e battere un incolpevole Neto. Da sottolineare però il grave errore di Savic che si perde la marcatura del centrale difensivo sloveno.

Il Chievo ha anche l'occasione per andare sul 2-0, sempre col cross del solito Dramè che stavolta trova l'incornata di Thereau ma il pallone non inquadra per poco lo specchio della porta. Il primo tempo sembra avviarsi alla conclusione sul punteggio di 1-0 ma proprio al 45', Cuadrado approfitta di un errore di Estigarribia in ripiegamento e, dopo una corsa di quasi 50 metri, infila Puggioni con un diagonale rasoterra che regala il pari ai suoi.

SECONDO TEMPO- I viola ripartono dopo l'intervallo con lo spirito giusto, alla ricerca del goal che varrebbe il sorpasso. E' Pasqual ad avere sul piede destro l'opportunità di segnare ma di mestiere fa il difensore e si vede. Il Chievo risponde con suo miglior giocatore in campo oggi, Dramè, il cui cross è intercettato prontamente dalla testa di Savic, che si riscatta almeno parzialmente dall'errore in fase di marcatura in occasione del goal di Cesar, anticipando di un soffio Paloschi che stava per colpire a rete da due passi.

Montella inserisce Matos al posto di Joaquin per dare maggior peso all'attacco, ma l'uomo della provvidenza è ancora Cuadrado che sfrutta un assist fortunoso di Rossi e anticipa Puggioni in uscita regalando il vantaggio alla Fiorentina. Il colombiano si fa anche male subito dopo il goal mettendo male il piede destro sul terreno: solo tanta paura per i suoi tifosi, visto che il giocatore si riprende prontamente.

Sannino inserisce anche Pellissier formando dunque un trio offensivo con Paloschi e Thereau ma è la Fiorentina che nel finale va vicino al goal con un bolide dalla distanza del neo-entrato Vargas che sfiora il palo.

CHIAVE- Può sembrare una frase esagerata, ma Cuadrado ha praticamente vinto da solo la partita. Una prestazione superlativa per il colombiano, bravissimo in occasione di entrambe le reti, prima con la galoppata sulla fascia sinistra che umilia Estigarribia, poi con il gran senso del goal mostrato quando come un vero attaccante d'area di rigore anticipa in uscita Puggioni. Se, come si dice, il Bayern Monaco sarebbe disposto ad offrire 40 milioni alla Fiorentina per strapparlo alla concorrenza, un motivo ci sarà.

MOVIOLA- Buona la direzione di gara dell'arbitro Banti, soprattutto per quanto riguarda la distribuzione dei cartellini gialli che, in qualche caso, sono serviti per evitare che la gara diventasse cattiva. Il Chievo ha protestato per un presunto rigore non assegnato per fallo di Tomovic su Hetemaj: dai replay il tocco col piede del difensore viola sulla schiena del centrocampista clivense non sembra esserci, giusto quindi lasciar proseguire l'azione.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Juan Guillermo Cuadrado. Si conferma l'arma in più di questa Fiorentina: imprendibile quando accelera con la palla al piede, segna due reti da centravanti e si conferma esterno di altissimo livello.

IL PEGGIORE - Marcelo Estigarribia. Soffre terribilmente la spinta di Cuadrado dalla sua parte. Se lo perde totalmente in occasione del pari viola, perde anche tanti palloni. Giornata da dimenticare.

Sullo stesso argomento