thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 22 aprile 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Dino Manuzzi, Cesena
  • Arbitro: A. Giannoccaro
  • • Spettatori: 13932
2
FIN
2

Cesena-Palermo 2-2: Quattro reti e partita bella a metà, buon punto per Mutti

Le reti dell'incontro sono state realizzate da Bertolo e Silvestre per i rosanero e da Santana e Rennella per i romagnoli. Match apprezzabile, soprattutto nei primi 45'.

Al Manuzzi termina 2-2 tra Cesena e Palermo. Un match dai due volti: il primo tempo ricco di spettacolo e di occasioni da rete, che vede le due squadre esprimere un gran gioco. Il secondo tempo invece è avaro di emozioni, ma allo stesso tempo poteva vedere il successo di una delle due squadre. Un punto per parte che non soddisfa nessuna delle due squadre: il Palermo non è ancora matematicamente salvo ed il Cesena, ormai, va alla ricerca di punti solo per migliorare la propria posizione nella zona retrocessione.

FORMAZIONI - L'allenatore del Cesena, Beretta, cerca di ridurre lo svantaggio dal Novara schierando il 4-3-2-1, preferendo Arrigoni a Parolo che si accomoda in panchina. In avanti giocano Mutu e Rennella, con Iaquinta probabilmente tenuto a riposo per il match di mercoledì contro la Juve. La compagine siciliana, allenata da Mutti, scende in campo con la coppia d'attacco Miccoli-Hernandez per sopperire all'assenza per squalifica di Ilicic. I due sono guidati alle spalle da Vazquez, in difesa Munoz si sposta a destra in seguito al ritorno al centro di Silvestre.

PARTITA - Primo tempo scoppiettante al Manuzzi. Al 3' Lauro si fa male e prima di lasciare il campo a Ceccarelli dopo pochi minuti trova il tempo per farsi ammonire. Donati ci prova da fuori area, prima dei tentativi di Miccoli, Mutu e Comotto. Al 20' però è il Palermo ad andare in vantaggio, grazie a Munoz che sulla fascia destra salta due avversari e poi la mette in mezzo per Bertolo che insacca. Il Cesena prova a reagire, ma è Vazquez ad andare vicino al raddoppio con un tiro da fuori che scheggia la traversa.

E' proprio dopo grande questa occasione che il Cesena infligge un uno-due pazzesco al Palermo, che viene raggiunto prima con un gran goal in slalom di Santana al 26' e poi va sotto con la rete del giovane Rennella al 28'. La partita continua a dare spettacolo e, al 47', quando il primo tempo sembra concluso, il Palermo trova il goal del pareggio con Silvestre, con un colpo di testa su corner.

Il secondo tempo garantisce meno spettacolo rispetto al primo. Allo stesso modo tutte e due le squadre dimostrano prepotentemente di voler vincere il match e ci provano Mutu, Rennella e Ceccarelli da una parte, dall'altra Miccoli, Bertolo, Donati e Vazquez con frequenti conclusioni da fuori area. Tiri da fuori e azioni sempre più sporadiche, durante un match che va via via spegnendosi. Nei minuti di recupero da segnalare le grandi occasioni sciupate da Budan, che manda alto dopo una bella triangolazione, e Bertolo dopo un ottimo inserimento.

CHIAVE - La troppa frenesia da parte delle due squadre. Nel primo tempo la coppia del Cesena Santana-Rennella non ha dato punti di riferimento alla squadra avversaria, dall'altra parte il Palermo ha sfruttato i continui inserimenti di Bertolo che, oltre al goal segnato, è andato vicino a trafiggere in altre situazioni Antonioli. Nel secondo tempo, invece, le due squadre si sono annullate, senza riuscire a trovare il risultato sperato.

CHICCA - Beretta sulla panchina del Cesena non ha ancora ottenuto vittorie, causa principale della retrocessione ormai vicina. Palermo invece che rimane ancora con il numero 1 nelle casella delle vittorie in trasferta.

TATTICA - Il Palermo, privo di Ilicic, manca di giocatori bravi nell'uno contro uno, così è Bertolo a cercare di dare vivacità alle azioni della squadra siciliana. Il centrocampo rosanero fa veramente poco durante tutto il match, vittima di un Donati fuori partita, senza idee e spunti. Mutti se ne accorge e nel secondo tempo toglie un attaccante, Hernandez, ed inserisce un centrocampista, Bacinovic. Il tecnico rosanero prova anche la carta Budan, ma senza grandi risultati.

Il Cesena vede premiata la scelta di affiancare il giovane Rennella al fianco di Mutu per non dare punti di riferimento alla squadra avversaria. L'ingresso di Ceccarelli garantisce, oltre alle numerose chiusure difensive sulla fascia di competenza, numerosi cross che però non trovano qualcuno pronto al centro dell'area. Nel secondo tempo entrano Iaquinta e Parolo per gli autori dei goal, ma senza lasciare un'impronta nel match.

MOVIOLA - Per Giannoccaro ed i suoi assistenti una giornata oltremodo tranquilla, viziata probabilmente da qualche cartellino giallo di troppo.

PROMOSSI & BOCCIATI - Per il Palermo buone le prestazioni di Vazquez e Bertolo, al contrario degli impalpabili Miccoli ed Hernandez che non si rendono quasi mai pericolosi dalle parti di Antonioli. Il Cesena incassa segnali positivi soprattutto dai due marcatori Santana e Rennella.

Sullo stesso argomento