thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 10 settembre 2011
  • • 20.45
  • • Stadio Dino Manuzzi, Cesena
  • Arbitro: M. Bergonzi
  • • Spettatori: 20942
1
FIN
3

Cesena-Napoli 1-3: Lavezzi, Campagnaro e Hamsik fanno volare in vetta il Ciuccio

Il Napoli ha conquistato i tre punti ma quanto sofferenza, col Cesena che anche in inferiorità numerica è andato vicino al goal del pari, prima che Hamsik chiudesse i conti.

Il Napoli comincia il campionato 2011-2012 nel migliore dei modi, vincendo in un campo, il Manuzzi, che sarà difficilmente espugnabile in questa stagione. L'impegno imminente in Champions League non ha intaccato la concentrazione degli Azzurri (oggi in maglia gialla) che sono riusciti a sfruttare l'harakiri di Benalouane nel migliore dei modi, portandosi a casa tre punti d'oro, contro un Cesena ben messo in campo e veloce nelle ripartenze. Mazzarri però stasera ha capito una cosa: sarà difficile rinunciare a Marek Hamsik.

FORMAZIONI – Nel Cesena Ghezzal deve alzare bandiera bianca per influenza, con Candreva che prende il suo posto nel tridente d'attacco con Mutu ed Eder. In porta, dopo il forfait di Antonioli, esordisce il giovane Ravaglia, mentre a centrocampo si rivede Colucci nel ruolo di mezz'ala sinistra. Mazzari invece, ripropone quasi lo stesso Napoli della scorsa stagione fatta eccezione per la coppia centrale di centrocampo nuova di zecca, formata dal duo svizzero Dzemaili-Inler. Hamsik parte a sorpresa dalla panchina, ci sarà Santana a far coppia con Lavezzi dietro 'El Matador' Cavani.

PARTITA- La prima occassione è del Cesena, ma il primo goal è del Napoli. La firma la mette 'El Pocho' Lavezzi al 3' , abile a sfruttare una lunghissima rimessa laterale di Campagnaro ed insaccare alle spalle di Ravaglia. Il Napoli gioca meglio, Maggio va vicinissimo al raddoppio, ma alla fine è il Cesena a pareggiare, con Guana, che al 24' devia alle spalle di De Sanctis un cross basso di Eder. Poco dopo ancora Lavezzi va vicino al goal, ma il Napoli nel finale soffre con il trio d'attacco bianconero che impensierisce non poco la difesa di Mazzarri.

Nel secondo tempo la partita si incattivisce un po', con molte ammonizioni. Due su tutte, quelle che portano all'espulsione di Benalouane al 56', che si becca la seconda ammonizione commettendo un ingenuo fallo di mano. A quel punto, l'inerzia della partita si sposta a favore del Napoli. L'ingresso di Hamsik (al 67') vivacizza l'azione offensiva del Napoli, che sugli sviluppi di un calcio d'angolo, proprio su un tocco dello slovacco, trova il goal del vantaggio con una zampata di Campagnaro. Il Cesena , comprensibilmente, non riesce a venir fuori e il Napoli chiude la partita, ancora con Marek Hamsik, che all'87' buca Ravaglia con un gran destro sotto la traversa.

CHIAVE – L'ingenua espulsione di Benalouane. Il difensore francese si becca in meno di 5 minuti due ammonizioni, che lo portano ad abbandonare il campo all' 11' del secondo tempo. Il Cesena resta in dieci e il Napoli, ovviamente, ne approfitta.   

CHICCA – Il 'nuovo' Dino Manuzzi, inaugurato prima della partita dal presidente del Cesena Campedelli, è il primo campo, nella storia della Serie A, che ha ospitato una partita su terreno sintetico (il prossimo sarà quello di Novara).

TATTICA – L'organizzato 4-3-3 di Giampaolo paga fino all'espulsione di Benalouane. Mutu da il là alle azioni offensive del Cesena che si svilluppano con gli affondi sulle fasce di Candreva ed Eder. Mazzarri ripropone il classico 3-4-3, ma Santana non rende come Hamsik e l'ingresso dello slovacco, nel secondo tempo, ricompone il trio meraviglia già collaudato e sempre efficiente.

MOVIOLA – Buono l'arbitraggio di Bergonzi, in una partita tutto sommato tranquilla, fatta eccezione per la giusta espulsione di Benalouane, ingenuo nel toccare la palla di mano 5 minuti dopo essere stato ammonito.

PROMOSSI&BOCCIATI – Super-Hamsik nel Napoli (voto 7,5), che entra e decide la partita con un assist ed un gol. Da segnalare anche il buonissimo esordio di Inler (voto 7), gran recupera palloni e abile nel riproporre il gioco e provare anche il tiro dalla distanza. Male Cavani (voto 5,5), impalpabile, e Benalouane (voto 4,5) che macchia, con la sua espulsione, la sua partita e quella del Cesena.

Sullo stesso argomento