thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 16 ottobre 2011
  • • 12.30
  • • Orogel Stadium-Dino Manuzzi, Cesena
  • Arbitro: C. Russo
  • • Spettatori: 22000
0
FIN
0

Cesena-Fiorentina 0-0: I viola soffrono di trasfertite acuta, solo i legni negano ai romagnoli la prima vittoria

Pericolosa però anche la formazione di Mihajlovic con Santiago Silva, ma Antonioli è bravo in più di un'occasione a dire di no all'uruguayano.

E' uno 0-0 che non fa contenta nessuna delle due squadre quello maturato nel lunch-match della 6° giornata di Serie A tra Cesena e Fiorentina. Al Dino Manuzzi le due squadre ci provano, creano tante occasioni limpide da rete (lo 0-0 'nasconde' lo spettacolo visto in campo) ma alla fine non hanno il cinismo adatto per trovare lo spunto vincente. Giampaolo sempre più in bilico dopo aver conquistato solo 2 punti fino ad ora, la Fiorentina si posiziona a metà classifica e risente dell'assenza del suo bomber titolare Alberto Gilardino.

FORMAZIONI
- Il Cesena scende in campo con il solito 4-3-3 e il temibilissimo trio d'attacco Ghezzal-Mutu-Eder che creerà molti problemi alla retroguardia viola. La Fiorentina di Mihajlovic scende in campo con lo stesso schema: il tecnico serbo lascia fuori Vargas (motivi disciplinari) e butta nella mischia Santiago Silva come punta centrale con il compito non facile di sostituire a dovere l'infortunato Gilardino.

PARTITA
- La prima frazione di gioco è caratterizzata da un certo equilibrio tra le due squadre con buone occasioni sia da una parte che dall'altra. Subito pericoloso Jovetic (che si rivelerà poi il migliore dei suoi) su calcio di punizione, risponde Guana che con due tiri dalla distanza nel giro di 5 minuti (14' e 19' minuto) prima impensierisce l'estremo difensore viola Boruc, poi addirittura colpisce la traversa. Sul finire della prima frazione si fa vedere anche la Fiorentina che costruisce ottime occasioni con Gamberini (sbaglia il tocco sotto porta sugli sviluppi di un calcio d'angolo), Cerci e Jovetic.

Nella ripresa il copione non cambia e ci vogliono solo 7 minuti affinchè il Cesena prenda la seconda traversa di questo match, stavolta colta su un tiro di Candreva. I bianconeri sembrano avere in mano il pallino del gioco creando buone chance con Eder prima e con Mutu poi. Ma è proprio il rumeno a influire negativamente sulla partita della sua squadra: al 74' in un contatto di gioco con il viola Cassani, tenta di colpire l'avversario con una gomitata: l'arbitro lo vede e non può fare altro che estrarre il cartellino rosso. Gli ultimi 20 minuti di gara vedono la Fiorentina in avanti cercando i 3 punti, forte della superiorità numerica e il Cesena che tenta (bene) di difendersi. Il match finisce dunque a reti inviolate.

CHIAVE - l'espulsione di Mutu. La sciocchezza del giocatore rumeno, che tenta di colpire Cassani con una gomitata, costa cara al Cesena che fino a quel momento sembrava avere una marcia in più rispetto agli avversari. Dal momento della sua uscita dal campo e con la squadra in inferiorità numerica cambia il copione del match con la Fiorentina che tenta di portare a casa il risultato e chiude il Cesena nella sua metà campo.

CHICCA
- Mihajlovic non sarà sicuramente contento dell'andamento della sua squadra fuori dalle mura amiche: sono infatti 0, fino ad ora, i gol segnati dai viola in trasferta.

TATTICA - Giampaolo schiera due punte e un trequartista e la scelta sembra premiare la sua squadra che riesce così a costruire tante limpide occasioni da gol. La Fiorentina punta, come di solito accade, sulla spinta degli esterni d'attacco (Jovetic e Cerci) che oggi però sembrano peccare per quanto riguarda la fase difensiva e permettendo dunque ai padroni di casa una maggiore incisività.

MOVIOLA - molti dubbi su un tiro di Eder toccato con la mano da Natali. Il difensore viola sembra essere molto ravvicinato, ma l'episodio avviene in una posizione favorevole per l'attaccante del Cesena. Per il resto tranquilla la direzione di gara da parte della terna arbitrale. Nessun dubbio invece sull'ammonizione di Ljajic per simulazione e sull'espulsione di Mutu per (tentata) gomitata ai danni di Cassani.

PROMOSSI&BOCCIATI - nella Fiorentina il migliore è sicuramente Jovetic che crea le occasioni migliori per i viola. Sopra la sufficienza anche la prova dello svizzero Behrami sicuramente ottimo in fase di interdizione. Nel Cesena degne di nota le prestazioni di Eder e di Guana. Mutu rientra sia tra i promossi che tra i bocciati: la sua prestazione è ottima creando pericolose occasioni da gol (voto 7) ma vanifica tutto con la sciocchezza della gomitata ai danni di Cassani (voto 2): l'espulsione lascia la sua squadra in difficoltà rischiando di compromettere anche il risultato finale.




Sullo stesso argomento