thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 09 novembre 2013
  • • 18.00
  • • Stadio Angelo Massimino, Catania
  • Arbitro: A. De Marco
  • • Spettatori: 12986
1
FIN
0

Catania-Udinese 1-0: Maxi Lopez glaciale, bianconeri sfortunati

L'argentino segna la rete decisiva su rigore (fallo di Domizzi su Legrottaglie). Ma l'Udinese prende due pali con Pereyra e Pinzi, e protesta per un mani in area di Tachtsidis.

In molti l'avevano definita alla vigilia come la partita della possibile svolta. E in effetti per il Catania il successo conquistato contro l'Udinese ha un significato certamente importante. Oltre ai tre punti ottenuti, utili per la classifica, i rossazzurri hanno mostrato un piglio diverso rispetto alle precedenti uscite. Per i friulani, invece, la sconfitta patita al Massimino allunga il periodo negativo. Mister Guidolin è chiamato ad approntare le adeguate contromisure per invertire la rotta.

FORMAZIONI - Assenza pesante in casa Udinese: mister Guidolin costretto a fare a meno del bomber Di Natale, infortunato. In avanti c'è Muriel con Pereyra e Lazzari a supporto, a centrocampo rientro di Pinzi. Sul fronte rossazzurro, in difesa si registra il ritorno di Rolin e Capuano. A centrocampo spazio per Guarente, tridente offensivo che ruota attorno a Maxi Lopez (alla centesima presenza nella massima serie). Panchina per Alvarez, Spolli, Biraghi ed Izco.

PRIMO TEMPO - E' uno scatenato Maxi Lopez a prendere immediatamente per mano il Catania per tentare l'assalto al fortino friulano. La prima ghiotta occasione capita sui piedi di Castro: il suo tiro al volo trova pronto Brkjc che si disimpegna in tuffo. Il pubblico del Massimino sostiene a gran voce le folate offensive dei padroni di casa che rischiano con Muriel al 16' e pochi secondi dopo con Pereyra.

Scampato il pericolo, sono ancora gli etnei a gestire il pallino del gioco e a sfiorare il goal del vantaggio con Maxi Lopez. La gara è vibrante, le azioni si susseguono, i cambi di fronte sono repentini: lo slalom di Pereyra non trova degna conclusione. Dalla delusione alla gioia per il Catania il passo è breve: Almiron e Keko si ostacolano a vicenda e vanificano, da pochi passi della linea di porta, la bella iniziativa di Castro, prima che alla mezz'ora i rossazzurri riescano a passare in vantaggio.

E' Maxi Lopez che dal dischetto trasforma il penalty concesso per fallo commesso da Domizzi ai danni di Legrottaglie. Ciliegina sulla torta per il super primo tempo del biondo attaccante argentino. Prima frazione che si chiude con la 'palombella' di Fernandes di poco alta sulla traversa.

SECONDO TEMPO - La ripresa non può che aprirsi con l'Udinese in costante propensione offensiva e il Catania pronto a rendersi insidioso con veloci ripartenze. I primi minuti scorrono via senza particolari sussulti, il ritmo del confronto è sempre elevato ma non si registrano le stesse emozioni del primo tempo.

Ci pensa Pinzi al 66' ad invertire il trend: il suo bolide dalla distanza colpisce il palo alla destra di Andujar. I padroni di casa rispondono con la coppia Castro - Lopez, il tiro di quest'ultimo e' preda di Brkjc. Ultimi minuti del match ad alta tensione, scanditi dai cori di incoraggiamento dei quasi 13.000 spettatori di fede rossazzurra presenti sugli spalti.

LA CHIAVE - Nel match tra deluse prevale la voglia di riscatto del Catania. L'Udinese non ha demeritato, andando vicina al goal in diverse occasioni, ma i rossazzurri hanno sfoderato una prestazione tutta cuore e grinta che ha prodotto i tre punti.

MOVIOLA - Pronti via, e subito cartellino giallo sventolato a Domizzi per fallo ai danni di Maxi Lopez e a Basta per un intervento sopra le righe in mezzo al campo. Il direttore di gara De Marco in soli sei minuti mette in chiaro le proprie intenzioni. Veementi le proteste ospiti per il calcio di rigore con cui il Catania passa in vantaggio. Altrettanto sostenute le lagnanze friulane per un tocco di mani in area di rigore rossazzurra in occasione di una mischia. Nella ripresa altre proteste bianconere per episodio dubbio in area catanese: sempre in mischia, tocco di mano galeotto.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Maxi Lopez: Obbliga al giallo Domizzi dopo pochi minuti, realizza con freddezza il rigore decisivo. Quando si dice man of the match.

IL PEGGIORE - Maurizio Domizzi: Pronti, via ed è subito giallo. Quindi è suo il fallo che provoca il rigore che Maxi Lopez trasforma con freddezza.

Sullo stesso argomento