thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 16 dicembre 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Angelo Massimino, Catania
  • Arbitro: P. Giacomelli
  • • Spettatori: 12000
3
FIN
1

Catania-Sampdoria 3-1: Riscossa rossazzurra al Massimino, il tris argentino fa gioire Maran

Dopo il vantaggio blucerchiato firmato da Maresca su rigore al 29', le reti della rimonta catanese: a segno Paglialunga al 55', Bergessio al 65' e Castro al 90'.

Vince ancora il Catania di Maran che al ‘Massimino’ supera in rimonta la Sampdoria grazie alle segnature di Paglialunga , Bergessio e Castro, che ribaltano il momentaneo vantaggio realizzato da Maresca su calcio di rigore.

FORMAZIONI – Privo dello squalificato Almiron e dell’infortunato Gomez, Maran recupera Izco e lancia Castro e Barrientos ai fianchi di Bergessio. In difesa, Bellusci vince il ballottaggio con Rolin e fa coppia con Legrottaglie. Nella Sampdoria, Ferrara lascia in panchina i recuperati Eder e Pozzi e si affida al consueto 4-5-1 con Icardi terminale offensivo. In difesa, squalificato Gastaldello, la coppia centrale è composta da Rossini e Costa. Niente ritorno al ‘Massimino’ per l’ex Maxi Lopez, ancora ai box dopo l’infortunio al menisco.

PRIMO TEMPO – Come spesso accade al ‘Massimino’ è il Catania a fare la partita ed al 5’ i rossazzurri vanno già vicini al goal: Lodi mette in mezzo un calcio di punizione, Romero lascia inspiegabilmente scorrere il pallone ma sul secondo palo Bergessio, tutto solo, non inquadra la porta in scivolata. Sempre da calcio piazzato i rossazzurri insistono, ma il colpo di testa di Legrottaglie termina alto. Finisce dopo 13’ la partita di Salifu, infortunato e sostituito da Paglialunga. 5 minuti dopo è ancora Catania: Bergessio funge da sponda per Izco, ma il destro del centrocampista argentino sibila di poco a lato alla sinistra di Romero.

Bergessio, allora, prova a cercare il goal ma il suo tiro, da favorevole posizione, non inquadra il bersaglio. Al 25’ si fa vedere anche la Sampdoria, ma Icardi calcia alto di sinistro. Al 29’, però, la Sampdoria passa. Il signor Giacomelli concede un rigore al termine di una mischia in area di rigore etnea: per il fischietto triestino Legrottaglie ha commesso fallo su Icardi e dal dischetto Maresca spiazza Andujar per l’1-0 blucerchiato. Il Catania si sbilancia e i doriani provano a far male in contropiede ma Icardi, dopo aver saltato Bellusci con un tunnel, calcia a lato a tu per tu con Andujar. Si fa male Maresca e al suo posto Ferrara sceglie Eder, ma poco dopo il Catania sfiora il pareggio: Romero è bravo ad evitare un clamoroso autogoal di Rossini.

Al 40’ il ‘Massimino’ insorge: Bergessio viene steso da Romero, ma il direttore di gara inspiegabilmente sorvola. Prima dell’intervallo ci provano anche Marchese (destro bloccato a terra da Romero) e Lodi (punizione dal limite terminata sul fondo) ma senza fortuna e le due squadre vanno così all’intervallo sul punteggio di 0-1.

SECONDO TEMPO – E’ della Sampdoria la prima occasione della ripresa, ma Icardi non è bravo a sfruttare un clamoroso buco di Bellusci e calcia alto. All’11°, però, il Catania pareggia: Bergessio offre una splendida sponda per Paglialunga, il cui destro al volo termina in rete dopo aver baciato il palo. E’ il primo goal in Italia per il centrocampista argentino che, dopo un anno di anonimato, aveva esordito soltanto qualche settimana fa in Serie A.

L’impeto del Catania non si placa ed anzi i rossazzurri prendono coraggio dopo il goal e trovano anche la rete del sorpasso: Marchese crossa dal fondo e Bergessio fulmina Romero con un colpo di testa imparabile. Nell’occasione si fa male Mustafi e al suo posto Ferrara manda in campo Castellini. E’ però ancora il Catania ad avere una ghiotta occasione: stavolta, però, il colpo di testa di Bergessio non inquadra la porta. Ferrara si gioca anche la carta Pozzi, mandando in campo al posto di Poli. A trovare il goal, però, è ancora il Catania che con un rasoterra piazzato di Lucas Castro fissa il punteggio sul definitivo 3-1.

CHIAVE – Il goal di Paglialunga, giunto nel momento peggiore della gara del Catania, ha dato il là al successo dei rossazzurri.

MOVIOLA – Giacomelli è bravo nel concedere il penalty alla Sampdoria, ma ne nega uno solare al Catania, quando Romero aggancia Bergessio.

Dalle pagelle

IL MIGLIORE - Bergessio. E’ uno degli attaccanti più completi della categoria: lotta e pressa per l’intera durata della gara ed a questo aggiunge un assist ed un altro splendido goal.

IL PEGGIORE - Icardi. Ha il merito di procurarsi il calcio di rigore e di riuscire spesso a far reparto da solo, ma i due goal falliti a tu per tu con Andujar sono imperdonabili.

Sullo stesso argomento