thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 07 ottobre 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Angelo Massimino, Catania
  • Arbitro: G. Calvarese
  • • Spettatori: 11470
2
FIN
0

Catania-Parma 2-0: Gomez-Bergessio, l'Elefante torna a sorridere prima della sosta

Torna alla vittoria la squadra di Maran, che non segnava da 4 partite. Ha deciso un goal dell'esterno argentino a partita praticamente cominciata.

Torna a vincere il Catania di Maran, che riscatta così il pesante 4-0 di Bologna. Dopo il goal-lampo di Alejandro Gomez, i padroni di casa hanno amministrato il vantaggio raddopppiando nel finale con Bergessio. Opaca la prova degli emiliani, rimasti in 10 al 69' per l'espulsione di Benalouane.

FORMAZIONI - Maran e Donadoni mandano in campo le formazioni annunciate: c'è Bellusci al centro della difesa tra i rossazzurri data l'indisponibilità diSpolli, Belfodil al fianco di Amauri sulla linea degli attaccanti emiliani, con Pabon relegato in panchina insieme a Zaccardo, al quale viene preferito Benalouane.

PRIMO TEMPO - Passa poco più di 1 minuto ed il Catania è subito in vantaggio: Barrientos verticalizza per Gomez che, a tu per tu con Mirante, non sbaglia e sigla l'1-0 per gli etnei. La reazione del Parma arriva puntuale, ma Legrottaglie - protagonista di un primo tempo perfetto - ferma sul più bello Parolo.

Al 13' è Gobbi ad avere a disposizione una ghiotta occasione, ma la mezza rovesciata del numero 18 dei crociati termina sul fondo. I padroni di casa fanno la partita, gestiscono bene il possesso palla e bussano nuovamente alla porta di Mirante con un colpo di testa debole di Barrientos.

Al 27', però, è decisivo Marchese per impedire a Biabiany di calciare a rete da favorevole posizione. I ritmi si abbassano, Amauri cerca la deviazione di testa senza fortuna ed il primo tempo scivola via così, con il Catania in pieno controllo del match ed il Parma che prova ad affidarsi ad iniziative estemporanee.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con un colpo di testa di Biabiany che non centra la porta di Andujar, ma il Catania riprende subito in mano il pallino del gioco e al 10' va vicinissimo al raddoppio: Barrientos pesca con un altro splendido assist Bergessio il quale, presentatosi a tu per tu on Mirante, colpisce il pallone troppo debolmente permettendo a Paletta di calciarlo via prima che questo superi la linea di porta.

Al 63' Almiron si conquista una standing ovation sfiorando un goal indimenticabile: pallonetto da 50 metri dalla precisione chirurgica che soltanto per via di un provvidenziale recupero di Mirante non termina la sua corsa in fondo alla rete. Donadoni inserisce Pabon al posto di Belfodil, ma al 69' il Parma rimane in dieci: Benalouane, già ammonito, colpisce inspiegabilmente con un colpo a palla lontana Alejandro Gomez e l'arbitro, su segnalazione del quarto uomo Viazzi, gli mostra il secondo cartellino giallo.

Nonostante la superiorità numerica, Maran rinuncia ad uno dei due esterni del tridente, Barrientos, inserendo Biagianti, Donadoni risponde con Zaccardo per Parolo, ma subito dopo il Catania raddoppia: Izco si invola sulla destra e trova l'assist vincente per Bergessio che stavolta, da due passi, non può proprio sbagliare.

Lodi prova a mettere la propria firma sul match con la sua specialità, il calcio di punizione, ma Mirante è bravo ad alzare in angolo la velenosa conclusione del numero 10.  I rossazzurri cercano il terzo goal fino alla fine, Bellusci imita Almiron provandoci con un pallonetto addirittura dalla propria metà campo, ma dopo i 5 minuti di recupero concessi dal direttore di gara, il match si conclude con il punteggio di 2-0 in favore del Catania.

LA CHIAVE - Trovarsi in vantaggio dopo poco più di 60 secondi si rivela un vantaggio non indifferente per il Catania, la cui partita è sin da subito in discesa.

MOVIOLA - Calvarese ha vita facile, aiutato dai ritmi lenti del match e dalla correttezza degli uomini in campo: il fischietto di Teramo è però apparso eccessivamente severo nell'utilizzo dei cartellini. E' il quarto uomo Viazzi a segnalare al direttore di gara l'espulsione di Benalouane.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Pablo Barrientos. L'assist che consente a Gomez di sbloccare il risultato e' di quelli da manuale del calcio, si ripete nella ripresa quando lancia Bergessio verso la porta di Mirante.

IL PEGGIORE - Yohan Benalouane. Dimostra di avere piedi buoni ma nervi poco saldi, il colpo sferrato a Gomez gli costa il cartellino rosso.

Sullo stesso argomento