thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 01 dicembre 2013
  • • 12.30
  • • Stadio Angelo Massimino, Catania
  • Arbitro: N. Rizzoli
  • • Spettatori: 17383
1
FIN
3

Catania-Milan 1-3: I rossoneri respirano, Kakà e Balotelli in goal

Il Milan sbanca Catania con i goal di Montolivo, Kakà e Balotelli che rimontano il momentaneo vantaggio etneo di Castro: rossoazzurri in dieci per il rosso a Tachtsidis.

Sorride il Milan, piange il Catania. I rossoneri ottengono allo stadio Massimino tre punti fondamentali per cercare di risalire la china in classifica. Il 3-1 finale conferma il Catania mestamente all'ultimo posto in graduatoria. Nella sfida tra deluse, sono campioni del calibro di Balotelli e Kakà a trovare i guizzi vincenti necessari per ottenere l'intera posta in palio. Da segnalare il brutto episodio con protagonisti Balotelli e Spolli, con il primo ad accusare il secondo di avergli rivolto un brutto epiteto razzista.

FORMAZIONI - Mister De Canio, alla sua 600esima panchina da professionista, ripropone dal primo minuto Barrientos per supportare in avanti Castro e Lopez. In difesa spazio per Peruzzi e per il rientrante Spolli. In casa Milan, piuttosto nutrita la lista degli indisponibili: il tecnico Allegri, costretto a fare a meno anche di Abbiati tra i pali, si affida al tridente d'attacco Birsa-Kakà-Balotelli. Centrocampo a tre composto da Montolivo, De Jong e Nocerino.

PRIMO TEMPO - Le due compagini, entrambe alla ricerca di tre punti fondamentali per le rispettive classifiche, si affrontano subito a viso aperto. Sono i rossoneri a gestire il pallino del gioco ma i padroni di casa non si lasciano intimorire dal maggiore tasso tecnico degli avversari e al minuto numero 12 passano in vantaggio con un destro di Castro, sferrato dal cuore dell'area di rigore e deviato da Bonera alle spalle di Gabriel.

Il Milan, naturalmente, non ci sta, continua a macinare azioni su azioni ma si espone ai veloci contropiedi etnei: il sinistro di Barrientos finisce di poco a lato. Al 19' gli ospiti pervengono al pareggio con capitan Montolivo, che con un piatto destro, su cross di Emanuelson, batte Andujar.

Il ritmo del confronto sembra scemare rispetto ai primi minuti, le manovre ristagnano sulla linea mediana del campo, soltanto nel finale della prima frazione si registra un sinistro dal limite di Monzon neutralizzato, in due tempi, da Gabriel. Il pari rispecchia il sostanziale equilibrio dei primi 45' di gioco.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre nel medesimo modo in cui si è chiuso il primo tempo: complici anche le non perfette condizioni del terreno di gioco, le squadre non riescono a costruire trame degne di nota. Necessita inventare qualcosa e al 63' ci pensa Balotelli a raddoppiare con un potente fendente su calcio di punizione che sorprende Andujar.

I rossoneri ribaltano così il punteggio mentre sul fronte rossazzurro saltano i nervi: pochi secondi dopo Tachtsidis atterra a centrocampo Balotelli, per lui finisce qui il match. Il Catania prova comunque a reagire, il tentativo di Plasil sorvola di poco la traversa. Sul cambio di fronte Balotelli si invola verso la porta avversaria ma Andujar si oppone al suo tiro da distanza ravvicinata.

La sfida si surriscalda, tra Spolli e Balotelli si accendono gli animi, il Catania soffre fisiologicamente l'inferiorità numerica e il Milan passa ancora una volta con Kakà: da applausi la sua incursione sull'out destro e la conclusione che si insacca sotto la traversa. Nel finale Barrientos prova ad accorciare le distanze ma il suo sinistro si spegne sul fondo.

CHIAVE - Al Milan serve l'invenzione su calcio da fermo di Balotelli per incardinare il match su binari favorevoli. Sino a quel momento il Catania era riuscito a tenere testa ai più quotati avversari. L'espulsione di Tachtsidis ha fatto il resto.

MOVIOLA - Primo tempo senza particolari episodi dubbi da registrare, appaiono corrette alcune segnalazioni di offside da parte degli assistenti di linea. Giusto anche il giallo sventolato da Rizzoli a Silvestre per fallo ai danni di Rolin. Nella ripresa proteste rossonere per un contatto da ultimo uomo tra Rolin e Balotelli, così come protestano gli etnei in occasione dell'espulsione di Tachtsidis. Nessuna decisione dell'arbitro sulla lite Balotelli-Spolli, ora può scattare la prova tv per l'argentino.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Montolivo. Oggi ha giocato la sua miglior partita dall'inizio della stagione o forse dall'inizio della carriera al Milan: corsa, quantità ma soprattutto tantissima qualità. Inizia caricando i suoi prima del match, poi firma il pareggio con un gran piatto destro al volo. Suo l'assist per il terzo goal di Kakà e almeno in un altro paio di occasioni ha avuto spunti incredibili. Così merita davvero la Nazionale e la fascia di capitano del Milan.

IL PEGGIORE - Tachtsidis. E' inguardabile, dovrebbe essere il metronomo ma in realtà nel primo tempo non tocca una palla. Nella seconda frazione di gara lascia i suoi in 10 per un intervento scriteriato su Balotelli che Rizzoli castiga col rosso diretto. Da lì in poi il Catania gioca meglio, il che è tutto dire.

Sullo stesso argomento