thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 14 dicembre 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Angelo Massimino, Catania
  • Arbitro: A. Damato
  • • Spettatori: 15872
0
FIN
0

Una fase della partita con Izco ed Agostini

Catania-Verona 0-0: Etnei in crescita ma regge la difesa scaligera

Una fase della partita con Izco ed Agostini

Getty Images

I rossazzurri non riescono a fare bottino pieno nonostante le diverse occasioni costruite. La squadra di Mandorlini deve ringraziare la serata di grazia del portiere Rafael.

Prosegue il ruolino di marcia positivo del Verona. Il team gialloblù, autentica rivelazione in questo primo scorcio di stagione, ottiene a Catania un punto, seppur rischiando parecchio al cospetto degli etnei. I rossazzurri interrompono la serie di sconfitte consecutive ma restano fanalino di coda in classifica. 
Prima del match incidenti nel centro cittadino tra le opposte fazioni, eseguiti diversi fermi da parte delle forze dell'ordine. 
 
FORMAZIONI - In casa Catania, Maxi Lopez non è convocato per scelta tecnica: finita per l'argentino l'esperienza alle pendici dell'Etna? In avanti, a supportare Leto, il tecnico De Canio si affida a Castro e Barrientos. Parte dalla panchina Bergessio, a centrocampo rientra Izco. Conferma tra i pali per Frison.

Sul fronte scaligero, stop in sede di rifinitura per Gonzalez e Jorginho, mister Mandorlini propone il trittico d'attacco composto da Iturbe, Toni e Gomez. In panchina Donadel e Martinho, indicati come possibili titolari alla vigilia. 
 
PRIMO TEMPO - Pronti, via e Rafael è costretto a volare per deviare in corner il bolide dal limite di Izco. Ritmo del confronto subito sostenuto, nervi tesi in campo, si gioca nella bolgia a cui danno vita i supporters di casa e quelli veronesi. Il Catania prova a sfondare, il Verona chiude i possibili varchi.

Tenta Barrientos a scardinare i meccanismi difensivi veneti con uno stop a seguire ma prima Rafael si supera su Castro, poi Peruzzi spreca da ottima posizione. Poco dopo la mezz'ora altro brivido in area ospite, stavolta è Alvarez che, su assist di Barrientos, indirizza verso la porta un insidioso tocco da distanza ravvicinata ma Rafael compie un altro miracolo.

Il numero uno gialloblù si erge ad autentica saracinesca, vanificando le iniziative dei padroni di casa. Il Catania torna negli spogliatoi tra gli applausi del pubblico, ai rossazzurri è mancata soltanto la marcatura.
 
SECONDO TEMPO - Il Verona comincia con un piglio differente la ripresa. Toni e compagni provano a mettere alle corde la retroguardia di casa, Hallfredsson di sinistro sfiora la trasversale. Sul cambio di fronte, Castro mette in mezzo ma Leto non riesce a piazzare la zampata vincente.

La sfida si conferma vibrante, le emozioni non mancano, le due compagini non si risparmiano di certo. Tra le fila etnee è Castro che mostra una marcia in più mentre sul fronte scaligero il bomber Toni tiene in costante apprensione il pacchetto difensivo catanese.

Tuttavia è Iturbe che mette i brividi agli avversari: la sua incursione si conclude con un diagonale che si spegne di poco a lato. Il Catania mette in scena l'assedio finale con il contributo dei nuovi entrati Bergessio e Keko ma il risultato non si schioda dallo 0-0.
 
CHIAVE - La fame di punti del Catania è tangibile ma agli etnei manca il guizzo vincente, al cospetto di un Rafael in grande spolvero. Il Verona dimostra di saper soffrire nei momenti delicati del confronto e di essere in possesso di una spiccata sensibilità tattica. 
 
MOVIOLA - Prima frazione gestita con autorevolezza dal direttore di gara Damato. Sul finire del primo tempo Romulo spreca una ghiottissima occasione ma l'assistente aveva gia' segnalato la posizione di fuorigioco. Nella ripresa Damato non vede qualche colpo proibito tra Barrientos e Toni.

Dalle Pagelle:

MIGLIORE - Rafael. Nel primo tempo è un'autentica saracinesca, aiutato a volte anche dalla fortuna. Si ripete nella ripresa.

PEGGIORE - Leto. Svaria su tutto il fronte offensivo mostrando di essere in crescita ma l'errore del primo tempo a tu per tu con Rafael macchia la sua performance.

Sullo stesso argomento