thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 06 gennaio 2014
  • • 15.00
  • • Stadio Angelo Massimino, Catania
  • Arbitro: D. Orsato
  • • Spettatori: 16532
2
FIN
0

Catania-Bologna 2-0: Bergessio e Lodi trascinano gli etnei

Catania batte Bologna 2-0 e inizia bene il 2014 verso la risalita in classifica. Decisivo Lodi, con un assist a Bergessio e un goal su rigore. Emiliani impotenti senza Diamanti.

Il Catania batte il Bologna nella prima sfida salvezza del 2014. Etnei superiori fin dai primi minuti e per tutta la partita. Il figliol prodigo Lodi è il grande protagonista del match con un assist a Bergessio nel primo tempo (1-0 al 23') e un goal al 66' su calcio di rigore. Emiliani quasi inesistenti con i ragazzi di De Canio che colgono anche due pali. La mancanza di Diamanti, negli ospiti, si vede. I siciliani ora sono ultimi ma assieme al Livorno a quota 13, a -1 dal Sassuolo e -2 proprio sui felsinei.

FORMAZIONI - Almiron e Bellusci unici indisponibili nel 4-3-3 di mister De Canio. E' il giorno del grande ritorno di Francesco Lodi in mezzo al campo, coadiuvato da Izco e Plasil. Difesa a quattro con Peruzzi e Alvarez terzini e la coppia Rolin-Spolli davanti a Frison. Attacco sudamericano con Bergessio, Barrientos e Castro.

Molti più problemi invece per Pioli che nella prima del 2014 deve rinunciare agli infortunati Cherubin, Sorensen e Gimenez oltre che agli squalificati Garics e Diamanti. 3-4-2-1 con Curci in porta. Antonsson, Natali e Mantovani sono il trio difensivo. Crespo e Morleo sugli esterni, Della Rocca e Perez in mezzo. Kone e Moscardelli a supporto dell'unica punta Cristaldo. Arbitra Orsato.

PRIMO TEMPO - La Befano regala il ritorno di Ciccio Lodi al Massimino e il Catania è un'altra squadra rispetto alle ultime uscite. Gli etnei corrono, pressano, fanno grande movimento in attacco. In mediana Plasil lavora come un ossesso e recupera diversi palloni. Dall'altra parte gli ospiti, senza Diamanti sono poca cosa, tanto che Frsion finirà la prima frazione inoperoso.

Il goal del vantaggio arriva al 23' dopo che il Catania aveva già testato un paio di volte la difesa tremolante allenata da Pioli. Punizione di Lodi dalla trequarti, difesa emiliana immobile (ma diversi giocatori sono oltre la linea dell'offside) e Bergessio tutto solo svetta e colpisce di testa per l'1-0.

Il match si fa duro, tanto che Orsato nei primi 45 minuti deve tirare fuori il giallo ben 6 volte, 3 per parte. Il Catania non fa respirare gli avversari e si fa pericoloso ancora in un paio di occasioni. Lodi sempre nel vivo della manovra, Bergessio terminale d'attacco sempre ispirato. Nel finale Moscardelli prova a smuovere il torpore ospite, ma invano.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa il Bologna parte con più volontà ma la mancanza di un uomo di carisma, tecnica e raccordo tattico come Diamanti pesa troppo. Il Catania regge bene i primi minuti poi cresce di nuovo sempre con un grande Lodi. Il numero 10 prima colpisce il palo su punizione, quindi realizza il 2-0 su rigore (fallo di mano di Morleo) spiazzando Curci.

I padroni di casa non si fermano e anche Barrientos trova il palo. Inutile gli inserimenti di Bianchi e Acquafresca per Pioli. Kone è un fantasma, e la volontà non può nulla contro un Catania grintoso e esaltato dal pubblico amico. Sul finale Bergessio avrebbe la palla del 3-0 ma manda a lato di poco

CHIAVE - Un nome e un numero: Lodi, 10. Il genietto torna a casa si prende la maglia di Maxi Lopez e trascina il suo Catania. Decine di palloni toccati, un assit, un goal, un palo, tanta classe, grinta e personalità. Bergessio fa il resto. Bologna privo di idee e privo di Diamanti. Kone delude. La buona volontà non basta.

MOVIOLA - Match non semplice per Orsato. Nella prima frazione tira fuori 6 gialli, otto in totale, ci stanno tutti. Ad inizio match vede Castro cadere nel caos dell'area bolognese ma non se la sente di fischiare. Sul goal di Bergessio, diversi gli uomini in fuorigioco ma probabilmente il 9 etneo parte in linea. Nella ripresa non vede il fallo di mano di Morleo ma l'assistente lo aiuta e gli suggerisce di fischiare un rigore nettissimo.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Francesco Lodi. E' il trascinatore del Catania. Detta i tempi, suggerisce, fa assist, colpisce un palo e segna, Torna all'ovile ed è come non averlo lasciato mai.

IL PEGGIORE - Panagiotis Kone. Senza Diamanti avrebbe dovuto dimostrare il suo valore. Invece gironzola per il campo incaponendosi a cercare l'uno contro uno, puntualmente perso.

Sullo stesso argomento