thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 14 aprile 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Is Arenas, Quartu Sant'Elena
  • Arbitro: D. Celi
  • • Spettatori: 10000
2
FIN
0

Cagliari-Inter 2-0: Pinilla mette i nerazzurri al tappeto, Strama&co nel pieno del tunnel

Una doppietta di Pinilla, a segno su calcio di rigore prima e su azione poi, ha regalato al Cagliari una vittoria che mette in ghiaccio la salvezza anticipata.



Continua impietoso il periodo nero dell'Inter. Dopo una settimana di polemiche arbitrali, anche contro il Cagliari sono ancora una volta gli episodi controversi ad aprire il disastroso pomeriggio dei nerazzurri. Celi vacilla su un paio di situazioni, poi concede il rigore dell'1-0 ai sardi e Pinilla realizza la prima delle sue due reti, che chiude di fatto un incontro affrontato senza il giusto mordente dai nerazzurri. L'Europa, ora, è lontanissima.

FORMAZIONI - Pulga e Lopez schierano il Cagliari con il 4-3-1-2. In difesa, nel ruolo di terzino destro, gioca Perico al posto dell'infortunato Pisano, mentre Murru vince il ballottaggio con Avelar a sinistra. A centrocampo Ekdal rileva lo squalificato Nainggolan. Trequarti affidata al rientrante Andrea Cossu mentre la grande sorpresa arriva in attacco dove il tandem Thiago Ribeiro-Ibarbo viene preferito alla coppia Sau-Pinilla.

Stramaccioni, alla prese con una lunghissima lista di infortunati, ha gli uomini contati e risponde con il 4-3-2-1. Il mister romano concede un turno di riposo a Ranocchia e manda in campo Silvestre accanto a Juan Jesus. Il capitano Zanetti gioca da terzino destro mentre le chiavi del centrocampo vengono affidate ancora una volta a Kovacic, preferito a Kuzmanovic. Sulla trequarti Alvarez e Guarin supportano Rocchi schierato come unica punta.

PRIMO TEMPO - Le pessime condizioni del terreno di gioco non favoriscono le spettacolo e il primo tiro in porta del match arriva solo al 10' con Dessena che prova dalla distanza ma non riesce ad impensierire Handanovic. Al 13' grande azione dell'Inter sull'asse Rocchi-Cambiasso con quest'ultimo che entra in area, prova il pallonetto ma centra il palo ad Agazzi ormai battuto.

L'Inter prova a rendersi pericolosa con le conclusioni dalla distanza di Guarin ma Agazzi si fa trovare sempre pronto.  Al 34' si rivede il Cagliari con Murru che va via sulla sinistra e mette in mezzo una palla bassa su cui Pereira è bravissimo ad anticipare Ibarbo.

Nel finale di tempo occasione per Alvarez che però non riesce a inquadrare lo specchio della porta, è l'ultimo sussulto della prima frazione.

SECONDO TEMPO - La prima occasione della ripresa è per Rocchi che al 52' va via alla difesa rossoblù e lascia partire un gran tiro che Agazzi respinge in qualche modo. Al 60' ancora Inter con Alvarez  che calcia di potenza ma il suo tiro termina alto di pochissimo.

Al 63' si sblocca il match: Pinilla viene steso in area da Silvestre, l'arbitro fischia il rigore e lo stesso bomber cileno lo trasforma con freddezza. Il Cagliari ha l'occasione per raddoppiare ma Ekdal non riesce a dare forza al suo colpo di testa che viene parato a terra da Handanovic. Prova a reagire l'Inter ma ne Rocchi ne Guarin riescono a inquadrare la porta.

Al 76' il raddoppio del Cagliari ancora con Pinilla che chiude un'azione con Cabrera anticipando Handanovic in uscita e facendo calare il sipario sulla partita. Nel finale la traversa nega a Ibarbo il gol del 3 a 0.

LA CHIAVE - Il calcio di rigore fischiato dall'arbitro Celi e trasformato da Pinilla ha cambiato una partita che fino a quel momento sembrava ben gestita dai nerazzurri.

MOVIOLA - Partita non semplice per il signor Celi. Giusta la decisione di non fischiare fallo sulla percussione di Dessena, perchè il centrocampista rossublù cerca un contatto con Silvestre e poi si lascia cadere. Dubbio il rigore concesso al Cagliari ma per l'arbitro non era semplice prendere una decisione in pochi secondi. E pochi minuti prima lo stesso direttore di gara aveva lasciato correre su due interventi molto dubbi nell'area nerazzurra ai danni di Ibarbo.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Pinilla. Il suo ingresso cambia la partita: si procura il rigore per sbloccare il match e firma il 2-0 su un bella imbeccata di Cabrera.

IL PEGGIORE - Silvestre. Causa il rigore per il Cagliari, anche se non evidentissimo alla moviola, spesso fuori posizione, non da mai sicurezza al reparto arretrato.

Sullo stesso argomento