thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 08 dicembre 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Sant'Elia, Cagliari
  • Arbitro: P. Giacomelli
  • • Spettatori: 4500
2
FIN
1

Cagliari-Genoa 2-1: Gilardino illude i liguri, una doppietta di Sau li punisce

Il Cagliari ha battuto per 2-1 il Genoa grazie a una doppietta di Sau. Di Gilardino il goal dei liguri, in dieci per tutto il secondo tempo per l'espulsione di Manfredini.

Al Sant'Elia, il Cagliari ha battuto per 2-1 il Genoa al termine di una partita molto combattuta. E' stato Gilardino al 16' del primo tempo a portare in vantaggio gli ospiti. Nel finale di frazione, però, il Genoa rimane in dieci per il secondo giallo, molto contestato, rifilato a Manfredini. Nella ripresa il Cagliari ha cinto d'assedio l'area ligure e, nonostante le tante parate di Perin, è riuscito ad andare in goal con Sau al 76' per il pareggio e ancora con Sau al 93' per la definitiva vittoria.

FORMAZIONI - Classico 4-3-1-2 per Diego Lopez, che manda in campo Ekdal a fare il trequartista alle spalle di Sau e Pinilla, oggi titolari vista l'infortunio di Ibarbo. Per Cossu c'è inizialmente la panchina. A centrocampo Dessena affianca Conti e Nainggolan, mentre sull'esterno sinistro della difesa opera Avelar. Gasperini risponde con un 3-4-3 che vede Kucka nel tridente offensivo al fianco di Gilardino e Fetfatzidis. Vrsaljko e Antonelli sono gli esterni di centrocampo, mentre in mediana giostrano Lodi e Biondini. Antonini, Portanova e Manfredini sono il trio di difensori.

PRIMO TEMPO - E' il Cagliari a partire col piede giusto, molto determinato e facendo girar bene la palla. Il Genoa, invece, fatica a trovare le misure. I rossoblù di casa non riescono comunque a costruire delle vere occasioni da goal, creando comuque apprensione alla retroguardia ligure in alcune situazioni di cross in area.

Al 16', però, alla prima incursione in area cagliaritana, il Genoa trova il goal del vantaggio con Gilardino abile a proteggere palla da Rossettini su assist di Lodi e batte poi Avramov con un tocco di esterno destro a incrociare. La reazione del Cagliari è un po' confusa, col Genoa che si chiude meglio dietro, non lasciando più spazi alla squadra di Lopez che, anche coi suoi uomini dotati di miglior palleggio comincia a sbagliare un po' troppi passaggi.

Nel finale di tempo, poi, l'episodio che ha mandato su tutte le furie la squadra ligure: calcio d'angolo a favore del Genoa e, prima ancora della battuta del corner, Manfredini e Conti si strattonano, col primo che cerca di liberarsi dell'asfissiante marcatura del secondo. Dopo un primo ammonimento del direttore di gara, i due proseguono nella stessa azione e l'arbitro Giacomelli li ammonisce entrambi. Per Manfredini è però il secondo giallo e si vede così rifilare il rosso lasciando la sua squadra in dieci uomini. Veementi le proteste del giocatore e dei compagni nei confronti del direttore di gara, che comunque non fa marcia indietro sulla sua decisione.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa il Cagliari inizia a spron battuto, riversando in area ligure numerosi cross che però non trovano deviazioni vincenti. Al 51' è Nainggolan a provarci con una gran botta da fuori area ma Antonini salva sulla linea. Al 54' è strepitoso Perin, che in tuffo evita il goal prima su conclusione di Pinilla e poi su rovesciata di Conti.

Il tecnico del Cagliari Lopez innesta anche Ibraimi a rafforzare il reparto offensivo e per il Genoa è un assedio costante alla propria area. Al 69' E' proprio Ibraimi a saggiare i riflessi di Perin e il portiere rossoblù non si fa cogliere impreparato. Al 72', però, il Genoa va vicino al raddoppio in contropiede, con Vrsaljko che serve Antonelli la cui conclusione trova la splendida deviazione in angolo di Avramov. Scampato il pericolo il Cagliari si riversa subito in avanti e al 76' trova il goal del pareggio: Sau riceve palla scattando sulla linea del fuorigioco, controlla sulla sinistra dell'area, si accentra e scocca poi un destro che gonfia la rete del Grifone.

A Lopez il pareggio non basta e manda in campo anche Nené, col Cagliari che ha così in campo tre punte di ruolo e due trequartisti. Il Genoa non riesce a lasciare la propria metà campo, se non con qualche sporadico contropiede che però si risolve in azioni solitarie che la retroguardia cagliaritana riesce a disinnescare. La rincorsa alla vittoria il Cagliari la completa al 93', quando Sau riesce a insaccare una palla vagante dopo un tentativo di rovesciata di Nenè su cross dalla destra di Ibraimi.

Esplode la gioia dei rossoblù di casa, che riescono nell'impresa di vincere una partita che sembrava essersi messa alquanto male. Ma, come successo più volte in questo campionato, la squadra di Lopez lotta fino all'ultimo minuto e riesce ad andare a segno nell'ultimo quarto d'ora di gara, quest'oggi per ben due volte.

CHIAVE - La chiave della partita è senza dubbio l'espulsione di Manfredini al termine del primo tempo. Un rosso molto contestato dai rossoblù liguri: calcio d'angolo per il Genoa e in area, prima della battuta del corner, Conti e Manfredini si trattengono a vicenda, in maniera un po' troppo animata. Dopo un primo ammonimento verbale, l'arbitro Giacomelli visto che i due continuavano a strattonarsi decide di ammonirli entrambi. Per Manfredini è però il secondo giallo e per lui scatta pertanto il rosso.

MOVIOLA - L'arbitraggio di Giacomelli è inficiato dal secondo giallo rifilato a Manfredini sul finire del primo tempo. Una seconda ammonizione, costata al Genoa la penalità di dover giocare in dieci uomini per tutto il secondo tempo, che è apparsa quantomeno troppo severa, visto che le strattonate hanno visto protagonista soprattutto Conti, ammonito a sua volta nell'occasione.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Sau. Pochi palloni buoni per lui nel primo tempo, diventa il salvatore della patria nella ripresa, quando insacca prima il goal del pareggio con una bella serpentina in area ligure e poi si fa trovare pronto al posto giusto per insaccare, in pieno recupero, quello della vittoria.

IL PEGGIORE - Fetfatzidis. Chi l'ha visto? Praticamente un fantasma nel primo tempo, Gasperini lo lascia negli spogliatoi nella ripresa.

Sullo stesso argomento