thumbnail Ciao,
Diretta Live

Confederations Cup

  • 26 giugno 2013
  • • 21.00
  • • Estádio Governador Magalhães Pinto, Belo Horizonte, Minas Gerais
  • Arbitro: E. Osses
  • • Spettatori: 57483
2
FIN
1

Fred segna il goal dell'1-0 brasiliano

Brasile-Uruguay 2-1: Cavani si sblocca...la Celeste si blocca, Paulinho porta la Selecao al Maracanà

Fred segna il goal dell'1-0 brasiliano

Getty

La Selecao conquista il pass per la finalissima grazie ad un'incornata di Paulinho a cinque dal termine. Alla Celeste non basta il pari del redivivo Cavani per fermare i verdeoro.

Vince il Brasile, ma l’Uruguay non ha di certo demeritato. Finisce 2 a 1 per i padroni di casa che volano alla quinta finale di Confederations Cup, la terza consecutiva, e domenica avranno l’occasione per riempire ancora di più il loro palmares. Gara divertente specialmente nella ripresa, con la Celeste che ad inizio gara ha sprecato un calcio di rigore: Forlan poteva cambiare il volto alla gara. Decisivo il goal nel finale di Paulinho, in ombra fino a quel momento e sempre più uomo mercato…

FORMAZIONI - Scolari recupera Paulinho e lo getta nella mischia al posto del laziale Hernanes. Per il resto confermato il 4-2-3-1 con Fred terminale offensivo. Sull’altra sponda Tabarez risponde con il 4-3-3; tridente formato da Forlan, Cavani e Suarez.

PRIMO TEMPO - Partita ricca di tensione e primi dieci minuti senza emozioni. Al 13’ sugli sviluppi di un corner, David Luiz trattiene vistosamente Lugano e per il direttore di gara è calcio di rigore. Dal dischetto (14’) va Forlan che si fa ipnotizzare da Julio Cesar. Nonostante la grande paura, il Brasile soffre e si fa vedere solamente con una conclusione di Oscar che termina alta.

Alla mezzora stupenda la girata di Forlan che prova il tiro a giro con la palla che finisce fuori di un soffio. Prima del riposo (41’) il Brasile passa in vantaggio con il solito Fred. Grande giocata di Neymar che cerca il pallonetto su Muslera, l’ex laziale però può solo sfiorare la sfera che termina invece sui piedi di Fred, il quale insacca senza problemi. Prima del riposo (43’) Suarez da ottima posizione spreca malamente la palla del possibile 1 a 1.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con la Celeste che trova subito il pareggio (48’) con Cavani il quale da dentro l’area calcia rasoterra di sinistro e trafigge Julio Cesar. La gara, a differenza della prima frazione, si fa divertente con continui capovolgimenti. Al 57’ punizione velenosa di Hulk dalla distanza, con Muslera che respinge come può.

L’Uruguay però non è da meno e sfiora il vantaggio prima con un colpo di testa di Suarez (66’) e poi con una grande giocata di Cavani (78’). Come nel primo tempo sono i minuti finali i preferiti dal Brasile, perché al minuto 86’ sugli sviluppi di un corner, Paulinho, anticipa Caceres e batte Muslera di testa. A nulla vale il forcing finale dell’Uruguay che si deve arrendere ai brasiliani.

CHIAVE - I minuti finali dei due tempi che regalano al Brasile la finale. Entrambi i goal arrivano al 41’…Nella prima frazione ci pensa il solito Fred, nel finale (86’) il colpo di testa di Paulinho.

MOVIOLA - Sufficiente nel complesso la prova di Osses. Nella prima frazione l’unico episodio è il calcio di rigore giustamente assegnato all’ Uruguay per una trattenuta di David Luiz su Lugano. Corretti anche i cinque cartellini gialli estratti.

Sullo stesso argomento