thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 09 aprile 2013
  • • 20.45
  • • Signal-Iduna-Park, Dortmund
  • Arbitro: C. Thomson
  • • Spettatori: 65829
3
FIN
2

Borussia Dortmund vince col totale di 3 - 2

Borussia Dortmund-Malaga 3-2: Joaquin ed Eliseu illudono gli spagnoli, Reus e Santana ribaltano il risultato nel recupero

Borussia Dortmund-Malaga 3-2: Joaquin ed Eliseu illudono gli spagnoli, Reus e Santana ribaltano il risultato nel recupero

Bongarts

Ospiti in vantaggio con Joaquin, risponde Lewandowski nel primo tempo. Nella ripresa Eliseu segna, ma in pieno recupero Reus e Santana ribaltano il risultato.

Dopo una partita dalle mille emozioni il Borussia Dortmund riesce a strappare la qualificazione alle semifinali di Champions League battendo il Malaga 3-2 e realizzando gli ultimi due goals nei minuti di recupero, quando ormai la situazione appariva disperata. Per i tedeschi si tratta di un ritorno tra le quattro migliori squadre d'Europa dopo 15 anni, all'epoca vennero eliminati da un altro team spagnolo, il Real Madrid.

FORMAZIONI - Klopp si affida come sempre ai suoi "ragazzi terribili": Lewandowski unica punta, alle sue spalle il trio composto da Reus, Gotze e Blaszczykowski; Bender e Gundogan in mediana, sulla linea di difesa non c'è Hummels, in panchina, al suo posto Subotic. Pellegrini schiera invece la coppia offensiva Isco-Baptista con Duda e Joaquin ad agire sulle fasce e Toulalan e Camacho a far filtro a centrocampo.

PRIMO TEMPO - Inizio di gara molto soporifero da parte di entrambe le squadre, che preferiscono non sbilanciarsi subito e studiarsi a vicenda. Dopo un quarto d'ora nel quale non accade pressocchè nulla di rilevante, si accendono gli animi con Lewandowski che prova un pallonetto dal limite dell'area che non inquadra per pochissimo la porta.

Il Borussia Dortmund sembra giocare meglio col passare dei minuti ma al 24', quasi a sorpresa, è Joaquin a gelare il Westfalenstadion addomesticando un pallone nei pressi dell'area tedesca e beffando con un rasoterra chirurgico Weidenfeller che non riesce ad intervenire per evitare lo svantaggio. Il goal dà maggiore forza e coraggio agli uomini di Pellegrini che riescono a chiudere ottimamente gli spazi agli attaccanti gialloneri e ripartire subito con moderata pericolosità.

Il muro spagnolo cade pero al 40' quando Lewandowski, servito da Reus con uno spettacolare colpo di tacco, dribbla Caballero ed insacca a porta vuota portando il risultato sull'1-1. Nei minuti finali, sulla spinta dell'entusiamo causato dal pareggio, i ragazzi terribili di Klopp cercano con insistenza il vantaggio ma vanno vicini invece a subire la rete dell'1-2 con Joaquin che, su punizione di Duda, va a colpire pericolosamente di testa in area, trovando la pronta risposta di Weidenfeller che blocca la sfera.

SECONDO TEMPO - A differenza del primo, il secondo tempo ha un inizio davvero scoppiettante con una occasione per parte: dopo nemmeno un minuto è ancora Lewandowski a rendersi pericoloso ma la sua conclusione è troppo centrale e Caballero blocca; subito dopo dall'altra parte Joaquin va vicinissimo alla doppietta personale con un colpo di testa su cui Weidenfeller è semplicemente strepitoso e devia in corner.

Il Dortmund risponde con Gotze che sbaglia incredibilmente la mira davanti alla porta. Ci prova anche Duda per il Malaga con una sventola da fuori area sulla quale è ancora decisivo Weidenfeller. Klopp inserisce in campo Sahin per cercare il goal della qualificazione ma Caballero è superbo in due circostanze, prima su Reus e poi su Gotze, deviando in entrambi i casi con i piedi il pallone che sembrava essere destinato in rete.

La spinta dei tedeschi è asfissiante ma a otto minuti dalla fine è il Malaga che incredibilmente passa in vantaggio col neo-entrato Eliseu che corregge in rete un tiro di Baptista, che quasi certamente, comunque, sarebbe entrato. Il centrocampista portoghese, però, era in netto fuorigioco.

Per il Dortmund sembra essere finita qui ma nel finale accade l'impensabile: nel primo dei quattro minuti di recupero è Reus a siglare il goal del 2-2 mentre appena sessanta secondi dopo Felipe Santana, in un'azione convulsa, mette in rete praticamente da zero metri, facendo esplodere di gioia il Westfalenstadion e regalando ai suoi una qualificazione in semifinale che ormai a quel punto sembrava compromessa.

CHIAVE - La maggiore voglia dei tedeschi alla fine ha avuto la meglio sui più organizzati (dal punto di visto tattico e difensivo) avversari spagnoli, che nel finale di gara hanno forse peccato di troppa insicurezza ed ingenuità, buttando all'aria una qualificazione ormai certa. Decisivo Weidenfeller con almeno due parate superlative ad inizio ripresa, così come il suo collega Caballero che ha fatto di tutto per negare il goal ai tedeschi.

MOVIOLA - Primo tempo tranquillo per l'arbitro, un po' meno la ripresa: sull'1-1 giusto annullare un goal di Lewandowski, vista la posizione di offside di Blaszczykowski che gli serve il pallone. Sbagliata invece la valutazione riguardo alla rete dell'1-2 di Eliseu che al momento del tiro di Baptista è in netta posizione di fuorigioco. Dubbi sul 3-2 del Borussia, con Schieber che forse all'inizio dell'azione è davanti ai difensori avversari.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Robert Lewandowski. Il bomber implacabile che non tradisce mai: rimette in corsa i suoi con un goal per palati fini, lavora molto anche di sponda per gli inserimenti dei compagni d'attacco.

IL PEGGIORE - Marcel Schmelzer. Nettamente il peggiore dei suoi: soffre terribilmente le scorribande di Joaquin, risulta quasi sempre in ritardo ed è troppo falloso. Assente in fase di spinta.

Sullo stesso argomento