thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 07 marzo 2012
  • • 18.30
  • • Stadio Renato Dall'Ara, Bologna
  • Arbitro: L. Banti
  • • Spettatori: 19000
1
FIN
1

Bologna-Juventus 1-1: botta e risposta Di Vaio-Vucinic, Madama si salva, ma ora il Milan è a +2...

Finisce in parità al Dall'Ara tra le due squadre: al vantaggio rossoblù di Marco Di Vaio nel primo tempo, ha risposto Mirko Vucinic al 59'. Espulsi Conte e Bonucci.

La Juventus perde la testa della classifica a Bologna, con un pareggio in rimonta e finisce in 10 con Conte e Bonucci espulsi. Quinta X in sei partite, ma questa ha più il sapore della sconfitta. In vantaggio il Bologna nel primo tempo con Di Vaio, che si conferma bestia nera degli juventini, tocca poi a Vucinic con un pallonetto riportare il risultato in parità. 

FORMAZIONI –  Nel Bologna fuori Acquafresca per frattura scomposta ad una mano, ritorna Antonsson in difesa, Garics dal primo minuto. Nella Juve fuori Chiellini e Barzagli sostituiti da Caceres e Bonucci. In avanti Borriello, Vucinic.

PARTITA –  Dall’Ara in grande spolvero per il recupero della 23° giornata di campionato. La Juve di Conte è in cerca dei tre punti per poter riagguantare la vetta dopo una serie di pareggi che ne hanno rallentato la corsa. Ma le cose non vanno proprio come speratao dal tecnico bianconero, sebbene un avvio buono con qualche occasione (punizione di Pirlo deviata dalla barriera e tiro di Lichtsteiner chiuso da Portanova) è il Bologna a passare in vantaggio al 17’: Garics passa palla a Ramirez che tira fuori dal cilindro un’altra delle sue magie balistiche e serve alla precisione Di Vaio che la mette nell’angolino destro dove Buffon non ci riesce ad arrivare nonostante stenda tutto il suo metro e novanta. Il capitano rossoblu si conferma sempre di più bestia nera della Juventus. 

Continuano gli scontri “maschi” a centrocampo. La Juve non riesce ad ingranare, tra falli, lanci che non vanno a buon fine e ripartenze troppo lente. Il Bologna invece fa circolare palla e gestisce molto bene il vantaggio. Troppi errori e troppe imprecisioni da parte dei portatori di palla juventini che non riescono ad impostare una azione che sia degna di questo nome. Senza recupero e senza ulteriori emozioni finisce il primo tempo che ha visto Ramirez e Damianti sugli scudi per la mole di palle giocate e per la classe.

Bologna ancora con il coltello tra i denti alla ripresa. E ancora Ramirez e Diamanti protagonisti sin dai primi minuti. Il primo perché fa girare al testa ai difensori bianconeri spesso supportati dai centrocampisti in copertura (vedi Marchisio e Pepe su tutti), il secondo per un tiro che va di poco alto sopra la traversa. Ci provano nell’ordine Pirlo, Caceres e Marchisio, ma il goal del pareggio juventino arriva da Vucinic al 58’: Pirlo serve magistralmente il montenegrino che si libera di Raggi e con un pallonetto supera Gillet. Gillet si riscatta un minuto dopo negando il goal prima a Lichsteiner e poi a Marchisio sulla ribattuta. Escono Garics e Diamanti ed entrano Kone e Pulzetti per il Bologna. 

Borriello continua ad essere un corpo estraneo a questa Juventus: al 68’ Pepe lo serve in modo impeccabile e lui spreca in malo modo. Juve ancora in attacco con De Ceglie che viene tirato giù in area da Pulzetti. Il terzino juventino reclama il rigore, ma Banti non ci sente. Sente però la grinta di Conte che viene espulso tra le bordate di fischi dei tifosi bolognesi . Ramirez continua a dispensare belle giocate alternate ad errori grossolani come quando al 75’ conquista una punizione al limite dell’area, si incarica del tiro ma prende in pieno la barriera.

Doppio cambio nella Juve che rivoluziona il reparto avanzato: fuori Borriello e Vucinic, dentro Giaccherini e Quagliarella. Bonucci ha risciato grosso per tutta la partita e alla fine dopo l’ennesimo fallo su Ramirez si vede estrarre il secondo giallo e di conseguenza deve lasciare il campo. Un minuto dopo Pepe lascia il posto a Padoin. 

Il Bologna fa l’ultimo cambio Rubin per Belfodil. Minuti finali intrisi di nervosismo che portano ad una serie di falli che frammentano il gioco e spezzano definitivamente il ritmo finora molto alto. Buona ripresa della Juventus che però con il quinto pareggio in sei partite perde la testa della classifica. Festa grande in casa Bologna, invece, che  aggiunge in classifica un ulteriore punto prezioso.
    
CHIAVE –  Ramirez e Pirlo sono i due protagonisti rispettivamente del primo e secondo tempo, determinanti per le proprie squadre in occasioni dei goal e nell’impostazione del gioco.

CHICCA – Il Bologna non vince in casa contro la Juve dalla stagione 1998 quando si impose per 3-0 con goal di Paramatti, Signori e Fontolan.

MOVIOLA – brutto fallo di Marchisio su Diamanti non sanzionato, fuorigioco dubbio segnalato a Di Vaio al 15’. Gli ammoniti del primo tempo sono stati: Bonucci e Pirlo. Nel secondo tempo: Perez, Ramirez, Portanova, Vidal. Bonucci viene graziato da Banti che dovrebbe essere ancora ammonito per fallo su Ramirez.  De Ceglie viene tirato giù in area da Pulzetti, il terzino bianconero invoca il rigore, ma viene ignorato. Espulso Conte per proteste proprio inerenti a questo episodio.  Espulso anche Bonucci per doppia ammonizione causata per l’ennesimo fallo su Ramirez.    
                                            
TATTICA –   3-4-1-2 per Pioli, 4-3-3 per Conte, che torna al tridente soprattutto a causa delle assenze in difesa di Barzagli e Chiellini.

PROMOSSI&BOCCIATI
–  Ramirez (voto 7.5) il “Nino” alterna grandi giocate ad errori grossolani, ma ha una classe superiore che fa dimenticare le ingenuità che commette. Suo l’assist per Di Vaio lanciato a rete.  Diamanti (voto 5) il genietto oggi resta nella lampada, nonostante sia molto mobile durante tutto il primo tempo, pecca di precisione e forse sente la stanchezza del doppio impegno ravvicinato. Vucinic (voto 7) tutto il popolo juventino aspettava il goal del montenegrino che arriva con un pallonetto magistrale ai danni di Gillet. Bonucci (voto 4.5) graziato più volte da Banti, dopo l’ennesimo fallo su Ramirez viene espulso in un momento di difficoltà della squadra.  

Sullo stesso argomento