thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 26 aprile 2014
  • • 18.00
  • • Stadio Renato Dall'Ara, Bologna
  • Arbitro: D. Massa
  • • Spettatori: 23875
0
FIN
3

Bologna-Fiorentina 0-3: L'Appennino è viola, Napoli avvisato

La Fiorentina non si fa distrarre dall'imminente finale di Coppa Italia ed espugna Bologna con una grandissima prestazione, allungando così al 4° posto in classifica.

La Fiorentina si conferma la quarta forza del campionato dopo aver stravinto il derby dell'Appennino 3-0 contro un Bologna volenteroso ma limitato tecnicamente. Sugli scudi Cuadrado che firma una doppietta e Ilicic. Rossoblu sempre più in crisi, non solo di punti, ma anche di idee.

FORMAZIONI - Ballardini stupisce schierando Acquafresca unica punta e non Bianchi in attacco, Kone alle sue spalle, Montella pensa anche alla finale di Coppa Italia ma manda in campo una formazione a trazione anteriore con Cuadrado, Joaquin e Ilicic.

PRIMO TEMPO - Il sentitissimo derby dell'Appennino quest'anno ha necessitato di una piccola spinta per far registrare il pienone al Dall'Ara con la società di casa costretta a distribuire tagliandi gratis. Il momento per i rossoblu é critico, ma partono in quarta mantenendo alto il ritmo per gran parte della prima parte del mach. Lazaros, ispirato sin da subito, si fa largo sulla sinistra e riesce ad arrivare al tiro dopo pochi secondi. Kone scatenato va al tiro 5 volte in un quarto d'ora, Neto chiamato a non distrarsi un attimo. Il numero uno viola salva il risultato al 12º alzando sulla traversa una girata di testa di Krhin.

La Fiorentina non resta a guardare e innesca il contropiede con Gonzalo Rodriguez, palla a Ilicic che tira, Curci salva sulla linea di porta. Ma non c'é tregua al Dall'Ara, ancora il Bologna in avanti con Acquafresca che riesce a superare Neto, ma non é per niente preciso nella conclusione. É tutto un botta e risposta. La Fiorentina impegna Curci non ben posizionato addirittura fuori area, Curci che deve ripetersi su Borja Valero che di destro cerca il goal del vantaggio, ma non lo trova. Vantaggio che arriva al 23º con un'azione partita da una esitazione del Bologna su una punizione a suo favore nella quale si inserisce Ilicic che passa a Joaquin. Cross teso e rasoterra sul quale arriva Cuadrardo che di destro supera Curci segnando.

Dopo un inizio in salita, la Fiorentina fa suoi il possesso palla e la gestione del gioco. Cala l'aggressività del Bologna che non fa più pressione e la Fiorentina non può non approfittarne. Al 34º arriva il raddoppio viola: Cuadrado con l'aiuto di una finta di Borja Valero, passa a Ilicic che dalla distanza tira sotto il sette e non lascia scampo a Curci. La squadra di Montella arriva molto facilmente al tiro e al 43º sfiora la terza rete con Ilicic che tira violentemente, Curci riesce a ribattere, il pallone finisce sui piedi di Borja Valaero, Krhin si immola e riesce a sventare il furibondo assedio viola. Ballardini non aspetta la fine del tempo per sostituire Cherubin con Cristaldo e cambiare il modulo che ora ha due punte, ma più che far finire il Bologna in attacco questo cambio non fa.

SECONDO TEMPO - Entra Friberg al posto di Krhin. Il Bologna vuole a tutti i costi colmare il gap e parte proiettato in avanti. Bella iniziativa personale di Morleo che si prende la palla e lascia partire un bolide dalla distanza che Neto para centralmente senza tanti affanni. Se il Bologna vuole riaprire il match, la Fiorentina vuole chiuderlo definitivamente. Cuadrado, Aquilani, Tomovic danno un gran da fare alla retroguardia rossoblu. Continua l'assedio viola: prima Joaquin con una serie di finte cerca di beffare Curci che però é attento e ribatte prontamente, poi Cuadrado imboccato da Ilicic sfiora il 3-0.

Serie di cambi: esce Borja Valero entra Ambrosini, fuori Morleo per Cech. Il Bologna soffre tantissimo sulla fascia sinistra. Porta di Neto stregata per il Bologna al 64º quando Lazaros la mette in area, Acquafresca non ci arriva, Friberg la ripassa centralmente ma Diakité spazza e manda la palla in corner. Il Bologna é inconcludente e non riesce neanche a sfruttare le punizioni che la Fiorentina, nel caso Ambrosini, gli regalano.

Lazaros sembra essersi svegliato dal torpore in cui era caduto per buona parte del match, ma un iperattivo Diakité non gli da la soddisfazione del goal. Fuori Ilicic dentro Wolski che entra subito in partita provando la conclusione, ma perde l'equilibrio. Il Bologna sembra rassegnato e la Fiorentina é ormai padrona del campo da alcuni minuti. E all'87º arriva il secondo sigillo di Cuadrado che si prende gli applausi di tutto il Dall'Ara. Finisce 3-0 per i viola.

CHIAVE - Tutti i limiti tecnici del Bologna sono stati messi in evidenza da una Fiorentina in stato di grazia che ha giocato in leggerezza con la mente proiettata alla finale di Coppa Italia.

MOVIOLA - Giallo richiesto dal Bologna per Diakité che tocca di mano sulla trequarti, sanzione che arriva, Aquilani si arrabbia per un fuorigioco non segnalato a Krhin in occasione della sua girata di testa al 12º, il Bologna vuole un rigore per un fallo di mano di Diakité in area al 46º, Kone reclama un rigore per essere stato trattenuto in area. 

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Cuadrado. Sempre devastante in campo aperto: apre le danze con una morbida zampata, offre a Ilicic l'assist per il secondo goal e conclude l'opera con un siluro che gli vale la doppietta personale. Chapeau e applausi da tutto il Dall'Ara.

IL PEGGIORE - Acquafresca. Gonzalo lo annulla e il povero 'Bob' vaga senza una meta in area di rigore. Non può essere certo lui il bomber della salvezza.

Sullo stesso argomento