thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 11 maggio 2014
  • • 15.00
  • • Stadio Renato Dall'Ara, Bologna
  • Arbitro: G. Rocchi
  • • Spettatori: 30929
1
FIN
2

Bologna-Catania 1-2: Ascensore al Dall'Ara, è Serie B per entrambe

La vittoria del Catania al Dall'Ara serve solo a condannare anche il Bologna in Serie B. Le vittorie di Chievo e Sassuolo condannano entrambe alla cadetteria.

Nel match del "dentro o fuori" ad avere la meglio é il Catania , ma é una vittoria vana dato che in virtù dei risultati di Chievo e Sassuolo, sia gli etnei che il Bologna retrocedono in Serie B. Apre le marcature Monzón, Morleo riaccende per un attimo le speranze rossoblu ma Bergessio sigilla il risultato.

FORMAZIONI - Fuori per squalifica Cherubin dentro Sorensen al suo posto. Perez indisponibile a centrocampo. Conferma per Rolando Bianchi in avanti supportato da Kone, il Catania  risponde confermando in blocco la squadra che ha stravinto sulla Roma con un tridente di tutto rispetto formato da Castro, Bergessio e Leto.

PRIMO TEMPO - Nella partita che vale gran parte della permanenza in Serie A, il Bologna chiama a raccolta tutta la città al Dall'Ara compresi i campioni dell'ultimo scudetto del '64 sistemati in un box vicino alle panchine. Le occasioni buone si presentano per entrambe le squadre già nei primi minuti di gioco. Per i siciliani Castro e per i bolognesi Bianchi, tutti e due i giocatori vedono sfumare di un soffio la rete. Può gioire invece al 22º Monzón che approfitta di un'ingenuità della barriera che si apre e salta sulla punizione da lui stesso tirata.

Bianchi viene sempre anticipato e non riesce a sfruttare a pieno le palle che gli arrivano per vie centrali, quando invece ci sarebbe la necessità di cross dalle fasce per servire il numero 9 a secco da parecchio tempo. L'ex capitano granata é troppo solo in avanti. Il Catania dal canto suo, raddoppia sempre in modo perfetto, sventando le occasioni che un volenteroso Bologna crea a ripetizione.

Peruzzi stende platealmente Lazaros e viene espulso per somma di ammonizioni (il primo cartellino giallo Rocchi gliel'aveva mostrato al 4º). Ballardini approfitta della superiorità numerica e inserisce Cristaldo al posto di Sorensen. Il Catania gestisce con tranquillità il vantaggio. Al 42º azione inverosimile del Bologna: Lazaros va alla conclusione, Frison respinge, la palla arriva sui piedi di Cristaldo che, invece di appoggiare morbido in tap in con la porta spalancata, tira violentemente e prende il palo. Lo spettro della retrocessione aleggia sui rossoblu alla fine del primo tempo.

SECONDO TEMPO -  Fuori Krhin dentro Ibson. Già dopo un minuto Bergessio sfiora il raddoppio lasciato solo in area. Incredibile: Garics tira appena fuori dall'area piccola, Kone é sulla traiettoria della palla e la fa uscire. Sfortunato il Bologna. Esce Barrientos per Plasil nel Catania. Brutto scontro tra Natali e Izco, il gioco resta fermo per alcuni minuti. Alla ripresa Ibson colpisce la traversa, forse su leggera deviazione di Frison, continua la maledizione del Bologna.

Il portiere catanese si supera ancora su Bianchi al 59º. Acquafresca rileva Bianchi. Cambio anche per il Catania: esce Leto entra Bellusci.  Il Bologna continua ad attaccare disperatamente. Ulteriore cambio per Pellegrino: dentro Biraghi e fuori Barrientos. Al 79º arriva il tanto agognato pareggio: Morleo di sinistro e di potenza, angolato ed imparabile per Frison. Morleo festeggia così la sua 100ª presenza in A con il suo primo goal.

Lazaros cerca il raddoppio dalla distanza e solo una pronta reazione di Frison smorza l'entusiasmo. E proprio nel momento in cui tutto lo stadio spinge a gran voce i rossoblu che credono in una rimonta, il Catania raddoppia con un'azione macchiata da un fallo di Rinaudo su Morleo non sanzionato da Rocchi: contropiede, la palla arriva a Bergessio che si accentra e tira di sinistro lasciando Curci pietrificato. 

Gli ultimi minuti di gioco passano in un clima surreale, con lo stadio intero caduto nel silenzio dovuto anche alle notizie delle vittorie di Chievo e Sassuolo che condannano entrambe le squadre.

CHIAVE - Tanta sfortuna da parte del Bologna e forse un errore tattico di Ballardini che ha schierato una sola punta in una partita così importante. Il Catania ha gestito bene il vantaggio e ha saputo colpire mortalmente ed inutilmente il Bologna nel suo momento migliore.

MOVIOLA -  Espulsione di Peruzzi per doppia ammonizione al 29º, Bianchi viene ammonito per essere rientrato in campo dopo un infortunio senza il consenso dell'arbitro, Lazaros al 48º rischia il rosso e di procurare il calcio di rigore a sfavore della sua squadra, Rocchi opta per il giallo e per il fallo fuori area. Acquafresca reclama un rigore al 63º.  Forti proteste del Bologna sul secondo goal del Catania per un fallo di Rinaudo su Morleo non segnalato. Espulso Paponi dalla panchina. Ibson reclama un calcio di rigore, ma Rocchi non ci casca.  

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Frison.  Chiamatelo pure Spider-Frison per oggi. Il numero uno rossazzurro prende tutto quello che c'era da prendere. Miracoli a ripetizione, non può nulla sul missile di Morleo.

IL PEGGIORE - Peruzzi.  Si può essere così ingenui da farsi espellere alla mezz'ora del primo tempo, con la tua squadra in vantaggio, per un fallo nella metà campo avversaria?

Sullo stesso argomento