thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 02 ottobre 2012
  • • 20.45
  • • Estádio do Sport Lisboa e Benfica (da Luz), Lisboa
  • Arbitro: C. Çakιr
  • • Spettatori: 63847
0
FIN
2

Benfica-Barcellona 0-2: Troppo 'tiki-taki' per il Benfica, Sanchez e Fabregas regalano il primato ai blaugrana

Benfica-Barcellona 0-2: Troppo 'tiki-taki' per il Benfica, Sanchez e Fabregas regalano il primato ai blaugrana

Alexis Sánchez - Barcelona

Protagonista del match la solita 'Pulce' argentina che si traveste da assist-man e manda in porta prima Sanchez nel primo tempo e poi Fabregas nella ripresa.

Come da pronostico il Barcellona espugna lo stadio 'Da Luz' e batte il Benfica 0-2, portandosi in testa al gruppo G. Di Sanchez e Fabregas le firme degli ospiti, imbeccati perfettamente dal solito irresistibile Messi. La nota stonata della serata blaugrana è il brutto infortunio al braccio sinistro per Puyol.

FORMAZIONI -
Puyol in campo, Iniesta e Adriano in panchina: risolve così i dubbi della vigilia Tito Vilanova per l'undici da schierare contro il Benfica. Barcellona col classico 4-3-3, con Fabregas in posizione di interno di centrocampo e il tridente formato da Pedro, Sanchez e Messi.

Il Benfica risponde con un 4-2-3-1 affidato alla fantasia del trio di trequartisti composto dagli argentini Gaitan e Salvio e dal brasiliano Bruno Cesar. Assente Cardozo, davanti c'è Lima.

PRIMO TEMPO -
Il Da Luz, colorato di rosso, trascina il Benfica in avvio: partenza promettente dei portoghesi, con la conclusione di Bruno Cesar respinta da Valdes. Il Barça però, si sa, è mortifero e colpisce alla prima occasione: spunto sulla sinistra di Messi, che mette in mezzo un pallone forte rasoterra che Sanchez non può che deviare in fondo al sacco da pochi passi.

Il Benfica non si perde d'animo e prova subito a reagire con Lima, che saggia i riflessi di Valdes. La gara è frizzante, i lusitani tengono testa al Barcellona e sembrano poter riaprire l'incontro da un momento all'altro. Quando però sale in cattedra Messi son dolori per tutti: al 22' Artur deve superarsi per dire no alla 'Pulce'. Col passare dei minuti i blaugrana prendono in mano il pallino della gara e sfiorano più volte il raddoppio con Pedro e Xavi.

SECONDO TEMPO -
Nella ripresa Jorge Jesus si gioca la carta Martins al posto di Bruno Cesar ma è ancora il Barça con Sanchez ad avvicinarsi al goal.  Al 56' arriva il raddoppio: Messi serve in profondità Fabregas sulla sinistra, lo spagnolo entra in area e fredda Artur sul primo palo.

Arriva il momento anche di Aimar ma il Benfica non riesce più a costruire gioco e a tenere i ritmi dei blaugrana. La girandola dei cambi non porta effetti sul risultato, col Barça che gestisce il match. Al 78' il grave infortunio al braccio di Puyol, che cade male a terra ed è costretto a lasciare il campo in barella. La partita si incattivisce nel finale, con l'espulsione di Busquets all'88' per un calcione rifilato a Maxi Pereira.

LA CHIAVE -
La superiorità del Barcellona si è vista nei momenti decisivi del match: il Benfica, partito a mille, è calato alla distanza, prestando il fianco al tiki-taka blaugrana, che si è rivelato ancora una volta letale.

MOVIOLA -
Nessun caso eclatante fino ai minuti finali in cui il nervosismo è salito a livelli da bollino rosso. Giusta l'espulsione di Busquets, poteva esserci il rosso anche per Jardel per un brutto fallo da dietro su Messi.

Dalle Pagelle

IL MIGLIORE - Messi.
Prestazione fantastica coronata da due assist al bacio: la galoppata che precede l'assist per Fabregas è qualcosa di sublime.

IL PEGGIORE - Maxi Pereira.
Costantemente in difficoltà quando viene puntato dall'agilità di Sanchez, Messi e Jordi Alba. Serata davvero difficile per l'uruguaiano.

Sullo stesso argomento