thumbnail Ciao,
Diretta Live

Mondiali

  • 17 giugno 2014
  • • 18.00
  • • Estádio Governador Magalhães Pinto, Belo Horizonte, Minas Gerais
  • Arbitro: M. Rodríguez
  • • Spettatori: 56800
2
FIN
1

L'esultanza di Fellaini

Belgio-Algeria 2-1: Diavoli Rossi di rimonta, Fellaini e Mertens entrano e ribaltano il risultato

L'esultanza di Fellaini

Getty Images

Il Belgio supera 2-1 in rimonta l'Algeria all'esordio nei Mondiali. Vantaggio africano con Feghouli su rigore, poi la rimonta nella ripresa targata Fellaini-Mertens.

Il Belgio non fallisce l'esordio ai Mondiali. Allo Stadio Mineirao di Belo Horizonte i Diavoli Rossi hanno superato in rimonta 2-1 una coriacea Algeria, in vantaggio per oltre un'ora di gara grazie a un rigore trasformato nel primo tempo.

FORMAZIONI - Marc Wilmots schiera il Belgio con il 4-2-3-1. In difesa è l’esperto Van Buyten a vincere il ballottaggio con Vermaelen, mentre a centrocampo Dembelé la spunta su Fellaini.

Sorpresa anche sulla trequarti, dove Chadli è il prescelto assieme ai giovani De Bruyne e Hazard. Lukaku è il centravanti.

Stesso modulo anche per il Ct algerino Halihodzic, che dà fiducia nell’undici titolare al napoletano Ghoulam sulla corsia sinistra e in mediana all’interista Taider. Davanti Soudani è l’unica punta.

PRIMO TEMPO - I primi minuti di gara vedono un’Algeria vivace, ma pian piano è il Belgio a prendere il pallino del gioco. I ritmi lenti non consentono tuttavia alla squadra di Wilmots di rendersi pericolosa, con i nordafricani che si chiudono tutti dietro la linea della palla.

Al 18’ si vede l’Algeria in contropiede: buono spunto in velocità di Soudani e conclusione che termina a lato sulla destra di Courtois. Il Belgio risponde al 20’: bomba centrale di Witsel dalla lunga distanza, M’Bolhi è attento e riesce a respingere.

Al 23’ arriva l’episodio che cambia la partita: Verthongen strattona vistosamente in area Feghouli. Rodriguez vede tutto e ammonisce il difensore belga, assegnando un calcio di rigore alle Volpi del deserto.

Si incarica della trasformazione lo stesso Feghouli, che al 25’ porta in vantaggio i suoi insaccando sulla destra dagli 11 metri. La manovra dei Diavoli Rossi è lenta, così è ancora Witsel a riprovarci da lontano al 35’, ma ancora M’Bolhi vola sulla sua destra per respingere in calcio d’angolo.

Nel finale si vede finalmente Hazard: al 44’ il trequartista penetra in area sulla sinistra con un dribbling e smarca al tiro Chadli: conclusione ciabattata del numero 22, facile parata per M’Bolhi.

SECONDO TEMPO - Dopo l’intervallo Wilmots decide di fare entrare Mertens, che subentra a Chadli. I Diavoli Rossi si gettano in attacco alla ricerca del pari. Al 50’ su cross teso dalla sinistra, M’Bolhi esce a vuoto, la palla va sulla testa di Witsel che tuttavia non riesce a inquadrare lo specchio e mette alto.

Al 56’ Mertens calcia tesa una punizione dalla destra, ma stavolta M’Bolhi esce bene e riesce a sventare il pericolo. Un minuto dopo è l’Algeria a rendersi insidiosa con un angolo di Taider, con lo stacco di testa di Medjani che per poco non pesca sul secondo palo il liberissimo Soudani.

Al 58’ finisce la prova incolore di Lukaku, sostituito con il baby Origi. Poco più tardi, al 65’, entra in campo anche Fellaini per Dembelè. Origi al 66’ si presenta a tu per tu con M’Bolhi, ma il portiere algerino respinge con i piedi.

In campo anche Slimani per l’Algeria, ma è il Belgio a pareggiare al 70’: sugli sviluppi di un calcio di punizione, De Bruyne pesca a centro area Fellaini, che di testa batte tutti sul tempo e insacca.

Il pareggio galvanizza gli uomini di Wilmots, che si scatenano nel finale alla ricerca della vittoria. Il goal partita arriva all’80’: in contropiede Hazard trova sulla destra dell’area Mertens, che di potenza batte M’Bolhi insaccando sotto la traversa.

Il risultato è ribaltato, e le Volpi del deserto non hanno più la forza per rispondere, nonostante provino fino all’ultimo a trovare il 2-2. Gli ingressi di Lacen e Ghilas non cambiano le sorti del match: è il Belgio a vincere per 2-1 a Belo Horizonte.

CHIAVE - La qualità della rosa a disposizione di Wilmots ha fatto la differenza, visto che sono stati i due subentrati, Fellaini e Mertens, a imprimere la svolta all’incontro. Tanta volontà da parte dei nordafricani, ma non è bastata per conseguire un risultato positivo.

MOVIOLA - Giusto il rigore concesso all’Algeria: evidente la trattenuta di Vertonghen ai danni di Soudani.

Sullo stesso argomento