thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 05 dicembre 2012
  • • 20.45
  • • Camp Nou, Barcelona
  • Arbitro: S. Moen
  • • Spettatori: 50659
0
FIN
0

Barcellona-Benfica 0-0: I portoghesi sprecano troppo e vengono eliminati, Messi entra e poi esce in barella

Barcellona-Benfica 0-0: I portoghesi sprecano troppo e vengono eliminati, Messi entra e poi esce in barella

Getty

Il Benfica domina nel primo tempo ma sprecano troppo sotto porta, nella ripresa il Barcellona controlla meglio il gioco. Messi entra nel secondo tempo e poi esce in barella.

Il Benfica non va oltre lo 0-0 ed esce dalla Champions League, qualificandosi per l'Europa League. Ospiti che dominano il primo tempo ma sprecano troppo sotto porta, nella ripresa il Barcellona controlla meglio il match e si difende bene. Da valutare l'infortunio di Messi che entra nel secondo tempo ed è costretto poi ad abbandonare il campo in barella.

FORMAZIONI - Il Barcellona, già qualificato al primo posto, schiera tanti giovani della 'cantera' nel solito 4-3-3. Vilanova inserisce Montoya sulla destra e Planas a sinistra, con il capitano Puyol e Adriano centrali difensivi, a protezione del portiere Pinto. A centrocampo Song ha il compito di fare schermo davanti alla retroguardia, con Thiago Alcantara ed il giovane Roberto accanto. In attacco Messi parte dalla panchina, nonostante l'argentino sia ad un passo dal record di Muller: il tridente offensivo è formato da Villa, Tello e Rafinha, che fa il suo esordio stagionale con la maglia blaugrana.

Jorge Jesus risponde con Pereira, Luisao, Garay e Melgarejo in difesa, mentre Gomes, Matic e Nolito formano una mediana molto tecnica. Attacco a tre composto dall'olandese John, dal brasiliano Lima e dal giovane under 21 spagnolo Rodrigo.

PRIMO TEMPO - Le maggiori motivazioni del Benfica si riflettono quasi immediatamente in campo, con gli ospiti che provano subito ad alzare un gran pressing, nel tentativo di impedire il fraseggio catalano. Passano dieci minuti e Rodrigo fallisce una clamorosa opportunità: si presenta solo davanti a Pinto e, invece di servire il liberissimo Nolito, calcia incredibilmente a lato. I portoghesi continuano a premere sull'acceleratore e collezionano un gran numero di calci d'angolo, con Lima che tenta in tutti i modi la conclusione a rete.

Ma al 23' il Barcellona si fa vivo e va vicino al goal con Tello, sul quale è bravissimo Artur in uscita bassa. Dopo qualche minuto di tregua il Benfica ricomincia ad attaccare a testa bassa: al 32' Lima vince un rimpallo in area di rigore e calcia sul secondo palo, ma Pinto è miracoloso a deviare sul montante. L'imprecisione degli attaccanti di Jorge Jesus tengono ancora il risultato in parità, nel finale il ritmo si abbassa leggermente.

SECONDO TEMPO - La ripresa comincia con lo stesso copione del primo tempo: il Benfica attacca e pressa alto, con il Barcellona che tenta di colpire utilizzando i soliti classici fraseggi precisissimi. Passano solo due minuti e l'ex Nolito sfiora il goal con un bel destro a giro dal limite, poi il Barcellona prova a mettere il naso nella metà campo avversaria. I padroni di casa si rendono pericolosi prima con Tello e poi con Villa, che fallisce una grande occasione, tentando un improbabile 'cucchiaio' da posizione defilata. Dopo un'ora di gioco arriva il tanto atteso cambio nelle fila blaugrana: entra in campo Leo Messi, che insegue il record di Muller. Con il passare del tempo i portoghesi calano fisicamente e gli uomini di Vilanova salgono in controllo, tenendo meglio il possesso del pallone, complice anche la fiducia aumentata con l'ingresso del fuoriclasse argentino. La partita diventa quindi più nervosa, interrotta ripetutamente dai numerosi falli e cartellini gialli.

A cinque minuti dal termine accade però l'episodio più clamoroso della gara: Messi si presenta solo davanti ad Artur, che in uscita bassa lo ferma, ma nell'impatto il numero 10 blaugrana si fa male ed è costretto ad uscire in barella, lasciando i suoi in dieci. Nei minuti di recupero il match-ball capita nei piedi di Cardozo, che però è troppo lento nell'esecuzione e viene recuperato dai difensori avversari. Finisce dunque a reti inviolate, con il Benfica che esce dalla competizione e va in Europa League. Da valutare l'entità dell'infortunio di Messi, sembrato abbastanza serio, che rischia quindi di non poter battere il record di Muller.

LA CHIAVE - La scarsa vena realizzativa degli attaccanti del Benfica permettono a Pinto di concludere la gara imbattuto, nella ripresa cala poi tutta la condizione fisica dei portoghesi.

MOVIOLA - Partita correttissima nel primo tempo, più nervosa nel secondo, dove l'arbitro è costretto a sventolare svariati cartellini gialli, tutti giusti. Per il resto nessun episodio degno di nota. Buona prestazione dei guardalinee.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Artur Moraes. Il portiere brasiliano si rivela decisivo nelle uscite basse, chiudendo la saracinesca agli attaccanti blaugrana.

IL PEGGIORE - Maximiliano Pereira. Sovrastato da Tello nell'uno contro uno, sbaglia quasi sempre il tempo dell'intervento, meglio in fase offensiva, dove si propone molto ma con poca qualità.

Sullo stesso argomento