thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 29 settembre 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Atleti Azzurri d'Italia, Bergamo
  • Arbitro: P. Giacomelli
  • • Spettatori: 10543
2
FIN
0

Atalanta-Udinese 2-0: Il Tanque stende i bianconeri, secondo squillo stagionale per la Dea

Una bella doppietta del bomber argentino decide il match dell'Atleti Azzurri d'Italia. Giallo ad inizio ripresa: l'arbitro prima assegna un rigore ai bianconeri e poi lo revoca.

L'Atalanta supera l'Udinese ed ottiene il secondo successo stagionale. Decide il solito bomber German Denis, grande protagonista della gara con una bella doppietta. Il centravanti argentino sblocca il match nel primo tempo con un bel tuffo di testa ravvicinato sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

Ad inizio ripresa episodio curioso: l'arbitro prima concede il rigore agli ospiti per fallo di Stendardo su Danilo, poi annulla la sua decisione su avviso dell'assistente, che aveva visto un fuorigioco dello stesso difensore  brasiliano. Arriva poi puntuale il raddoppio del 'Tanque' Denis, che chiude i conti e regala il secondo successo a Colantuono.

FORMAZIONI - Colantuono conferma il 4-4-1-1 con Moralez alle spalle dell'unica punta Denis e riporta Bonaventura sull'out di sinistra. Raimondi gioca alto a destra sulla linea dei centrocampisti, Cigarini e Carmona completano il reparto. In difesa Lucchini e Stendardo formano la coppia centrale, con Bellini e Del Grosso sugli esterni.

Guidolin deve fare a meno di Muriel e schiera Maicosuel con Pereyra a supporto del bomber Totò Di Natale. Nel 3-4-2-1 disegnato dal tecnico bianconero Basta e Gabriel Silva vengono confermati sulle fasce, Badu e Allan hanno il compito di unire quantità e qualità in mezzo al campo. Il trio di difesa è composto da Heurtaux, Danilo e Naldo.

PRIMO TEMPO - La gara inizia su ritmi piuttosto bassi, con le due squadre che si studiano e lottano a centrocampo. L'Atalanta prova a fare la partita e fa girare il pallone nella metà campo avversaria, ma al 21' arriva il primo pericolo per la porta di Consigli: Maicosuel vola via in contropiede e con la punta anticipa il portiere nerazzurro, ma la palla finisce fuori di poco. A questo punto la squadra di Colantuono prende in mano le redini del gioco e costringe gli avversari a difendere nella propria area.

Alla mezz'ora ci prova Denis con un colpo di testa da posizione ravvicinata, ma Kelava è miracoloso nel respingere il tiro con un riflesso felino. L'Udinese si limita a difendere con i denti e ripartire in contropiede, senza però produrre veri pericoli dalle parti di Consigli. Il vantaggio dei padroni di casa arriva a pochi secondi dall'intervallo, quando sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla arriva proprio a German Denis, lasciato liberissimo di insaccare con un bel tuffo di testa.

SECONDO TEMPO - Il secondo tempo si apre con un giallo: l'arbitro prima assegna un calcio di rigore all'Udinese per trattenuta di Stendardo su Danilo, sugli sviluppi di un calcio piazzato, poi l'assistente richiama il direttore di gara per segnalare un fuorigioco dello stesso Danilo e la decisione viene revocata. La squadra di Guidolin si mostra più vivace rispetto al primo tempo, ma la doccia fredda arriva al 63': Cigarini pesca Denis in area di rigore con un tocco delizioso, il 'Tanque' controlla e fredda Kelava con un precisissimo rasoterra che si infila all'angolino.

A questo punto gli ospiti provano a reagire più con il cuore che con le idee e la difesa nerazzurra non soffre particolarmente. Negli ultimi minuti il copione non cambia: Atalanta in controllo del match, il tempo passa e la palla-goal più ghiotta capita al neo entrato Nico Lopez, che scarica un sinistro insidioso e impegna Consigli, sulla ribattuta Heurtaux non riesce a riaprire il match da ottima posizione. Nel finale i ragazzi di Colantuono gestiscono il possesso palla e portano a casa il secondo successo stagionale.

LA CHIAVE - La continua pressione dell'Atalanta costringe l'Udinese a schiacciarsi nella propria area: la manovra nerazzurra allarga le maglie della retroguardia avversaria spingendo sulle fasce. Il tutto al servizio del solito fiuto del goal di Denis, che si conferma letale in area di rigore.

MOVIOLA - Ad inizio gara Bonaventura reclama un rigore, il contatto sembra dubbio ma l'arbitro lascia giocare. Ad inizio ripresa l'arbitro assegna un calcio di rigore per l'Udinese per trattenuta di Stendardo su Danilo, ma l'assistente richiama il direttore di gara ravvisando un fuorigioco dello stesso brasiliano e la decisione viene giustamente annullata.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - German Denis. E' definitivamente tornato il bomber di cui l'Atalanta aveva bisogno: spietato in area di rigore, la sua presenza negli ultimi metri è un fattore imprescindibile per questa squadra. Sigla una doppietta che vale oro.

IL PEGGIORE - Antonio Di Natale. Giornata storta per il bomber bianconero: non si vede quasi mai, bloccato dai due centrali nerazzurri. Fa poco movimento e non riesce mai a concludere verso la porta di Consigli.

Sullo stesso argomento