thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 16 marzo 2014
  • • 12.30
  • • Stadio Atleti Azzurri d'Italia, Bergamo
  • Arbitro: A. Cervellera
  • • Spettatori: 14876
3
FIN
0

Atalanta-Sampdoria 3-0: Carmona, Bonaventura e Denis affossano Mihajlovic

Si è chiuso da pochissimo il match fra Atalanta e Sampdoria, lunch match della 28esima di A: 3-0 per i padroni di casa. Carmona al 36', Bonaventura al 42' e Denis al 57'.

L'Atalanta si conferma una corazzata in casa. I 3 goal spengono ogni reazione della Sampdoria e regalano spettacolo ai tifosi. Il merito della vittoria è da attribuire in buona parte alla qualità e alla determinazione del Tanque Denis, autore di un goal e uno splendido assist.

FORMAZIONI - Mister Colantuono è costretto a rinunciare a Brivio, infortunato, e propone in formazione Benalouane, insieme a Stendardo, Yepese e Del Grosso. In centrocampo schera i soliti Bonaventura e Cigarini insieme stavolta ad Estigarribia, con Moralez a supporto del Tanque Denis. Per una trasferta difficile la Sampdoria si copre bene con Gastaldello e Mustafi in difesa e Palombo insieme a Krsticic in centrocampo arretrato. Le chiavi dell’attacco sono nuovamente affidate al potente Okaka supportato da Gabbiadini, Eder e Soriano, con Maxi Lopez costretto a sedersi nuovamente in panchina.

PRIMO TEMPO - Un pareggio sarebbe un ottimo risultato per ambedue le compagini che si affrontano in questo antipasto domenicale. Al contrario dalle aspettative, nei primi minuti le squadre si affrontano a viso aperto, senza risparmiare colpi.  La vivacità degli scambi tra Moralez e Bonaventura crea non pochi grattacapi alla difesa blucerchiata, ma i due, oggi scatenati, non riescono a garantire occasioni limpide al Tanque Denis. Dall’altro lato del campo l’aggresività e la fisicità di Okaka mettono in apprensione Stendardo e Yepes, ma sorprendentemente è il primo a procurarsi un cartellino giallo per un fallaccio su Carmona.

Al 33’ un ottimo cross di Moralez mette in apprensione l’intera retroguardia avversaria, ma De Silvestri riesce a spazzare come può. E’ solo l’antipasto dell’azione successiva della Dea, dove Denis è bravissimo ad alzare appena un pallone di prima al limite dell’area, smarcando Carmona che di prima intenzione tira forte sul palo vicino trafiggendo Da Costa. Una grandissima combinazione tra i due nerazzurri, che ha regalato ai tifosi un grandissimo goal.

Servono pochissimi minuti ai padroni di casa per regalare ancora altre emozioni. Su un buon calcio d’angolo battuto verso il secondo palo si trova completamente da solo Jack Bonaventura che mette in porta senza troppi fronzoli. Da registrare un fallo scorretto in area, sulla stessa azione: Benalouane sferra un gancio allo stomaco di un difensore avversario, il marcatore di Bonaventura, che crolla in area al momento del calcio d’angolo. Sarebbe stato cartellino rosso e goal annullato.

SECONDO TEMPO - L’Atalanta è in una botte di ferro e quindi si limita ad aspettare le sfuriate offensive degli avversari, i quali non riescono a rendersi pericolosi nei primi minuti . Al 56’, mentre Maxi Lopez è pronto ad entrare, Gabbiadini cerca la porta ma viene murato dalla difesa atalantina. Sul capovolgimento di fronte un errore di Palombo lascia Denis in posizione di tiro davanti Da Costa, il Tanque non sbaglia e sigla il 3 a 0. La Sampdoria adesso è fuori dai giochi e non riesce ad organizzare una manovra vincente, affidandosi ai tiri da fuori area del solito Gabbiadini.

Le occasioni che riserva il secondo tempo non destano particolare emozione, ma negli ultimi minuti dell’incontro gli ospiti vanno vicinissima al goal, con Palombo su assist di Maxi Lopez. Poco dopo, dall’altro lato del campo è il turno di Da Costa, il quale nega a De Luca la gioia del goal, subentrato a Maxi Moralez. L’arbitro sancisce quindi la fine di un incontro a senso unico che regala i tre punti ai padroni di casa, autori di un’eccellente prestazione agonistica.

CHIAVE - Denis è in condizione invidiabile, prima appoggia un pallone d’oro a Carmona, poi chiude la partita con un goal da attaccante Per tutti i 90 minuti mette in apprensione l’intera retroguardia blucerchiata e regala sicurezza a tutti i suoi compagni.

MOVIOLA - L’arbitro Cervellera non si dimostra attento in occasione del secondo goal della Dea, quando Benalouane sferra un pugno alla stomaco di un avversario. La svista incide gravemente sul suo giudizio: avrebbe dovuto annullare il goal e punire con il rosso il difensore.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - German Denis: Un assist, un goal, un palo. Devastante. Tiene in scacco l'intera difesa avversaria e non molla nemmeno a risultato acquisito.

IL PEGGIORE - Stefano Okaka: Dopo due match alla grande oggi stecca in pieno. Pasticcione, falloso, inconcludente

Sullo stesso argomento