thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 25 novembre 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Atleti Azzurri d'Italia, Bergamo
  • Arbitro: D. Doveri
  • • Spettatori: 14466
0
FIN
1

Atalanta-Genoa 0-1: Il 'Grifone' risorge con Bertolacci, la 'Dea' sbatte sui guantoni di Frey

Il Genoa espugna il difficile campo dell'Atleti Azzurri d'Italia e torna a vincere con un gran goal di Bertolacci. Atalanta poco lucida che recrimina per due decisioni arbitrali.

Ci voleva questa vittoria al Genoa, che supera l'Atalanta e mette così fine alla serie di sei sconfitte consecutive ed abbandona l'ultimo posto di classifica. La squadra rossoblù ha dimostrato di saper soffrire. I ragazzi di Colantuono non sembrano ancor aver assorbito la sconfitta di Firenze, pur sfiorando il pareggio a più riprese.

FORMAZIONI - Rispetto alla trasfera di Firenze, Colantuono ritrova Peluso che prende regolarmente il suo posto sull'out di sinistra con Brivio che torna in panchina. Dall'altra parte, però, deve rinunciare allo squalificato Cigarini e, pertanto, le chiavi del centrocampo vengono affidate a Cazzola. Confermata la coppia d'attacco argentina formata da Denis e Maxi Moralez.

Cambia qualcosa anche Del Neri dopo la netta sconfitta nel derby contro la Sampdoria. Al centro della difesa non c'è Bovo, autore della goffa autorete che ha lanciato i doriani verso la vittoria, ma Canini mentre l'infortunato Antonelli viene rilevato dal redivivo Vargas. Solo panchina per Immobile, c'è Bertolacci a supporto dell'unica punta Borriello.

PRIMO TEMPO - La partita inizia con il freno tirato. Le squadre, infatti, sembrano più preoccupate di contenersi a vicenda piuttosto che cercare spasmodicamente la rete del vantaggio. Non a caso bisogna aspettare più di un terzo di tempo per assistere alla prima occasione che capita sui piedi di Bertolacci, la cui conclusione a botta sicura viene deviata provvidenzialmente in corner da Manfredini.

L'Atalanta prova una timida reazione ma è ancora il 'Grifone' a pungere, questa volta con Borriello che si crea lo spazio per colpire verso Consigli ma il suo mancino è troppo centrale per impensierire l'estremo difensore bergamasco.

Alla prima vera opportunità la squadra di casa troverebbe anche il goal con Maxi Moralez che, dopo uno scambio nello stretto con Denis, gonfia la rete con un perfetto diagonale. Ma il gioco era fermo per un fuorigioco millimetrico segnalato proprio al 'Frasquito'.

Sembra rinfrancata la 'Dea' che prende coraggio ed attacca con più frequenza l'area genoana. Notevole lo stacco con cui Denis anticipa il suo diretto avversario ma la mira non è delle migliori e la sfera si perde largamente sopra la traversa. Borriello, dalla parte opposta, si danna l'anima per far salire la squadra ma è troppo solo contro la difesa ben schierata da Colantuono.

Il pallino del gioco resta nei piedi del Genoa che, a cinque minuti dal termine, trova il goal del vantaggio con Bertolacci, bravissimo a raccogliere il suggerimento di Sampirisi, deviato da Manfredini, e a superare con una voleè l'immobile ed incolpevole Consigli.

Nel recupero c'è tempo per un episodio dubbio nell'area del Genoa con Sampirisi che entra in contatto con Bonaventura. Il numero 10 reclama vivacemente l'assegnazione del calcio di rigore ma l'arbitro Doveri propende per lasciar correre e ammonisce lo stesso bergamasco per proteste reiterate.

SECONDO TEMPO - La seconda frazione si apre senza cambi e con l'Atalanta alla ricerca del pareggio mentre la squadra di Del Neri si affida alle ripartenze. Nonostante siano i nerazzurri a fare la partita è il Genoa a costruirsi la chance del raddoppio con Borriello, la cui acrobazia ai limiti dell'equilibrio si perde innocuamente sul fondo.

Lo stesso attaccante viene ammonito poco dopo per essersi liberato troppo energicamente di Cazzola. E' un cartellino pesante perchè Borriello è diffidato e, quindi, salterà il prossimo match contro il Chievo.

Colantuono, nel frattempo, ridisegna l'assetto tattico della sua squadra inserendo il giovane De Luca che va ad affiancare Denis in attacco con Maxi Moralez ad agire tra le linee. Mossa che sin da subito produce effetti positivi con lo stesso numero 11 che si ritrova a tu per tu con Frey ma il portierone francese è superlativo nell'allontanare la minaccia.

L'Atalanta, seppur senza pungere particolarmente, schiaccia gli ospiti nella propria trequarti ed induce Del Neri a coprirsi ulteriormente con l'ingresso del cileno Seymour per l'autore del goal Bertolacci. La palla del pareggio capita sui piedi di Raimondi che, lasciato colpevolmente solo dai difensori genoani, spreca clamorosamente battendo di prima intenzione da posizione favorevole con la palla che esce di poco sul fondo.

Quindi ci prova De Luca facendosi trovare pronto alla deviazione aerea di nuca ma, anche in questo caso, la sfera non trova lo specchio della porta. Le prova tutte Colantuono che inserisce l'ultimo attaccante a disposizione, l'argentino Parra, per il forcing finale.

Ingresso che coincide con la seconda grande occasione per l'Atalanta di agguantare il pareggio con Denis che stacca con i giri giusti ma la sua zuccata trova pronto il riflesso di Frey che, con l'aiuto della traversa, si rifugia in calcio d'angolo.

Soffre tantissimo il Genoa che nel finale è costretto anche a giocare in inferiorità numerica per l'espulsione di Moretti, sanzionato per la seconda volta per un fallo ai danni di Maxi Moralez. Episodio che può costare molto al 'Grifone' che deve ringraziare per ben due volte il suo strepitoso portiere che prima intercetta una conclusione a giro di Denis e, subito dopo, chiude lo specchio della porta a Raimondi chiamato ad un tap-in che aveva già fatto gridare al goal i supporter bergamaschi. E' l'ultima vera emozione della partita con il Genoa che finalmente risale la china.

CHIAVE - La voglia di vincere del Genoa. Il 'Grifone' doveva interrompere la serie negativa che durava da ben sei turni ed oggi ci è riuscita con una prova di grande carattere e sacrificio. Superlativo si è dimostrato l'apporto di Frey alla causa.

MOVIOLA - Pomeriggio movimentato per il fischietto di Roma Doveri. Nella prima frazione, su segnalazione del guardalinee, ferma il gioco per l'off-side millimetrico di Maxi Moralez che va anche in goal. Nel recupero, invece, non concede il calcio di rigore richiesto dall'Atalanta per un contatto ai limiti tra Bonaventura e Sampirisi.Nella ripresa espelle Moretti per doppia ammonizione, su chiara segnalazione dell'arbitro di linea.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Sebastien Frey. Partita maiuscola del portiere francese, che neutralizza tutti i tentativi nerazzurri di trovare il gol del pareggio. Prodigioso il colpo di reni con cui devia in corner il tiro di Denis.

IL PEGGIORE - German Denis. Come per Schelotto, irriconoscibile. Il Tanque dello scorso anno è solo un lontano ricordo: lento e impacciato.

Sullo stesso argomento