thumbnail Ciao,
Diretta Live

Premier League

  • 10 novembre 2012
  • • 18.30
  • • Villa Park, Birmingham
  • Arbitro: K. Friend
  • • Spettatori: 40538
2
FIN
3

Aston Villa-Manchester United 2-3: La doppietta di Weimann spaventa i Red Devils, ma Chicharito Hernandez li salva con due goal e mezzo

Aston Villa-Manchester United 2-3: La doppietta di Weimann spaventa i Red Devils, ma Chicharito Hernandez li salva con due goal e mezzo

Getty Images

Partita vibrante, con una doppietta di Weimann che aveva dato il doppio vantaggio ai padroni di casa fino al 58', prima che Hernandez si scatenasse nella rimanota fino al 3-2.

Al Villa Park, l'Aston Villa ha opsitato il Manchester United in un match valido per l'11ª giornata di Premier League. Partita tirata, che ha visto, a sorpresa, la formazione di casa condurre di due goal, per poi cedere alla rimonta dei Red Devils che alla fine hanno portato a casa i tre punti vincendo per 3-2. Il Man Utd consolida così il suo primato in classifica, mettendo ancora per una settimana la vetta al sicuro dagli assalti di Chelsea e Man City che scenderanno in campo domenica.

FORMAZIONI - L'Aston Villa si presenta in campo senza timori e contro la capolista schiera il suo 4-3-3, con il trio Weimann-Benteke-Agbonlahor a cercare di far male alla difesa dei Red Devils. Ferguson, invece manda in campo Rooney e Van Persie di punta, con Scholes e Carrich a presidio del centrocampo, mentre Ashley Young e Valencia a fare sulle fasce.

PRIMO TEMPO - E' il Manchester United a partire meglio, con conclusioni pericolose di Valencia, Van Persie e Young nei primi quattro minuti. Il gran possesso palla dei Red Devils nella prima parte di gara non impedisce, però, all'Aston Villa di imbastire delle pericolose ripartenze.

La gara però non riesce a sbloccarsi, coi due portieri che tutto sommato hanno corso pochi pericoli, almeno fino al 46', quando Benteke va via di potenza a Smalling sulla fascia sinistra, mette al centro un ottimo cross su cui si avventa Weimann che di piatto fulmina De Gea.

SECONDO TEMPO - La ripresa inizia con un fulmine a ciel sereno per lo United, che dopo cinque minuti incassa il raddoppio. E' ancora Weimann, su cross di Agbonlahor, ad insaccare alle spalle di De Gea.

La seconda rete subita è sembrata però sbloccare lo United, che ha avuto la giusta reazione e al 58' è riuscito ad accorciare le distanze con 'Chicharito' Hernandez, mandato in campo da Ferguson ad inizio ripresa ad Ashley Young: l'attaccante messicano è scattato bene su un lancio lungo di Scholes e ha beffato Guzan in uscita.

Accorciate le distanze, i Red Devils si sono riversati in avanti a caccia del pari e l'hanno trovato cinque minuti dopo, quando dalla destra Rafael mette un bel cross verso il secondo palo dove Hernandez colpisce di destro al volo e Vlaar è sfortunato deviando la palla nella propria rete.

Poi è stato un monologo United, che con possesso palla ha gestito la gara fino alla fine, cercando il goal-partita. Al 71' e 72' Van Persie colpisce un palo e una traversa, poi all'87' lo sforzo di Rooney e compagni è stato ripagato dal goal di Hernandez, ancora lui, che su calcio di punizione di VAn Persie, ha anticipato tutti di testa mettendo la palla in rete.

Gli ultimi minuti di gara, con ben cinque minuti di recupero, hanno visto l'Aston Villa proteso in attacco alla ricerca del pari, ma a parte una pericolosa conclusione deviata in angolo, la porta difesa da De Gea non ha corso pericoli e i Red Devils hanno portato così a casa un'importante vittoria.

CHIAVE - La svolta della gara è stato senza dubbio l'ingresso in campo di Chicharito Hernandez, che ha dato maggior peso al reparto offensivo del Manchester United e con la sua verve e pericolosità in area di rigore ha fatto venire i capelli bianchi a Guzman, infilandolo per due volte e mezza, considerato che l'autorete di Vlaar era stata propiziata da una sua conclusione.

MOVIOLA - Buon arbitraggio quello di Friend, che non ha avuto episodi particolari da dirimere.

Sullo stesso argomento