thumbnail Ciao,
Diretta Live

Europa League

  • 22 novembre 2012
  • • 18.00
  • • Stadion Lokomotiv, Moskva
  • Arbitro: S. Gumienny
  • • Spettatori: 8556
2
FIN
0

Anzhi-Udinese 2-0: Samba ed Eto'o gelano i friulani, addio Europa League

Anzhi-Udinese 2-0: Samba ed Eto'o gelano i friulani, addio Europa League

Getty Images

Finisce nel secondo tempo il sogno qualificazione della squadra di Guidolin: un goal di Samba al 72' ed uno di Eto'o al 75' pongono fine all'avventura europea dei friulani.

Continua la grande marcia dei ‘Dikaya Divisiya’ che in campo europeo collezionano la sesta vittoria su sei, senza mai aver subito una rete. Samba ed Eto’o firmano il 2-0 dellAnzhi Makhachkala che passa il turno con una giornata d’anticipo, mentre l’Udinese di Guidolin deve prematuramente dire addio alla rassegna. Dopo aver abbandonato la Champions League contro l’umile Braga, le pessime prestazioni contro lo Young Boys hanno pregiudicato il cammino anche nell’Europa minore.

FORMAZIONI – Guus Hiddink fa affidamento sul 4-2-3-1, dove Boussoufa, Carcela-González e Zhirkov spingono alle spalle di Samuel Eto’o, di contro Francesco Guidolin manda in campo il suo tradizionale 3-5-1-1 con la novità Hertaux in difesa e Fabbrini a sostegno dell’unica punta Di Natale.

PRIMO TEMPO – Fin dall’inizio s’intuisce l’inerzia della gara: i russi tentano di costruire gioco, mentre i friulani aspettano e ripartono in velocità, cercando di sfruttare la rapidità dei centrocampisti. La prima vera emozione arriva al 12’ quando l’ispano-marocchino Carcela penetra in area di rigore e scodella al centro, l’inserimento di Shatov è puntuale e il suo sinistro al volo costringe Brkić agli straordinari: il colpo di reni dello sloveno devia il pallone sulla traversa. L’Udinese può tirare un sospira di sollievo.

Ma nonostante una discreta partenza la gara si appiattisce su ritmi pallidi, Eto’o non trova varchi adeguati e la difesa a riccio dell’Udinese riesce a vanificare gli attacchi avversari. Nelle sporadiche discese nella metàcampo rivale gli uomini di Guidolin non riescono creare quasi nulla, al 20’ un debole tiro di Fabbrini, facile presa di Gabulov, è la situazione di gioco che più si avvicina a un’azione pericolosa.

Il primo tempo si conclude sullo zero a zero e le zebrette confermano il pessimo trend del primi 45’, durante i quali non hanno ancora segnato nel corso di questa competizione.

SECONDO TEMPO – Nella seconda parte le cose non cambiano sostanzialmente, l’Udinese si fa vedere di più in fase offensiva e concede di meno ma la partita resta avara di emozioni. Al 53’ lo scambio Armero-Di Natale porta quest’ultimo a infastidire il portiere russo con un colpo di testa, ma nulla più.

La noia è interrotta al 72’, quando sul calcio d’angolo di Boussoufa irrompe il congolese Samba a sbloccare il risultato con il suo stacco imperioso. Pochi minuti dopo gli ospiti crollano definitivamente, il neo-entrato Lacina Traoré lancia in porta Eto’o che rientra su Danilo e di destro porta l’Anzhi al raddoppio.

Dopodiché i friulani cessano di giocare, i ‘Dikaya Divisiya’ continuano a premere per trovare la terza rete senza fortuna, la compagine di Guidolin deve giustamente rinunciare alle velleità di gloria internazionale con un turno di anticipo, nonostante l’impresa – ormai inutile – di Anfield.

CHIAVE – L’ingresso al 68’ dell’ivoriano Traoré ha cambiato l’esito del match. Con due attaccanti in campo la squadra di Hiddink ha avuto modo di propiziarsi svariate situazioni interessanti, come quella che porta al corner dell’1-0. Anche nell’azione del raddoppio c’è il suo zampino, e non per caso.

MOVIOLA – All’80’ il belga Gumienny ha espulso Willians a causa di una manata a braccio largo su Zhirkov.

Dalle nostre pagelle:

IL MIGLIORE - Samba. Difensore dall'arcigna prestanza fisica, non si fa mai superare rendendosi autore della prima conclusione della partita e soprattutto del goal del vantaggio.

IL PEGGIORE - Willians. Non riesce a prendere per mano il centrocampo, finendo in balia dei palleggiatori russi. Viene espulso per un fallo da non ammonizione ma comunque sciocco.

Sullo stesso argomento