Goal.com - Home

thumbnail Ciao,
 
1 vs 2
Giocata
dicembre 19, 2012 9:00 p. CET
Stadio San Paolo — Napoli
Arbitro:‬ D. Doveri‎
Spettatori:‬ 10366‎
 
Uomo Partita
Panagiotis Kone
Panagiotis Kone
Bologna
Dejan Stojanovic
Dejan Stojanovic
Bologna
Flop Partita
Goran Pandev
Goran Pandev
Napoli
Goran Pandev
Goran Pandev
Napoli

Napoli-Bologna 1-2: Konè colpisce ancora, ai quarti ci vanno gli emiliani

L'uruguayano sblocca il risultato al 12' con un colpo di testa, ma i rossoblù ragiscono e il giovane attaccante ristabilisce la parità al 38'. Poi nel finale il goal di Konè.

di Matteo Civillini

E’ il Bologna l’ultima squadra a guadagnarsi un posto nei quarti di finale della Coppa Italia 2012/13. La formazione rossoblù, ormai bestia nera del Napoli di Mazzarri, affronterà l’Inter il prossimo 9 gennaio. Un Bologna imbottito di seconde linee riesce ad espugnare il San Paolo per la seconda volta nel giro di tre giorni. Per il Napoli l’uscita dalla competizione di cui è detentore arriva a coronamento di una delle settimane più tristi della sua storia recente.

FORMAZIONI - Gli undici di partenza suggeriscono che la coppa nazionale non rappresenti la massima priorità di entrambe le compagini. Walter Mazzarri, che deve fare a meno di Cannavaro, squalificato, e Gamberini, affaticato, schiera una difesa inedita composta da Campagnaro, Fernandez e Britos. Nel centrocampo a quattro figurano Inler, Donadel, Dossena e Mesto.  El Khaddouri che agisce dietro ai titolarissimi Cavani e Pandev, ha un’ottima chance per mettersi in mostra.

Rivoluzione totale in casa Bologna. Stefano Pioli cambia per dieci undicesimi la formazione schierata nell’analoga sfida di domenica scorsa. L’allenatore felsineo fa debuttare il giovane Stojakovic in porta e dispone una difesa a quattro formata da Sorensen, Abero, Radakovic e Garics. Gli unici due superstiti del match di campionato, Guarente e Kone’, sono affiancati a centrocampo da Roger e Riverola. Avendo concesso del meritato riposo a Gilardino e Gabbiadini, in attacco Pioli da spazio a Paponi e Pasquato.

PRIMO TEMPO - Dopo un avvio caratterizzato da un ritmo lento e sonnecchiante , il match viene sbloccato dal solito Cavani. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo il bomber uruguagio svetta più alto di tutti e infila la palla nell’angolo basso della porta difesa da Stojanovic. Da segnalare la particolare esultanza della panchina azzurra che dedica la rete ai neo-squalificati Cannavaro e Grava.

Il Bologna fatica a reagire al goal di svantaggio e lascia fare la partita alla squadra di casa. Il possesso palla viene decisamente dominato dai partenopei che concedono pochi spazi agli avversari. I felsinei, imbottiti di riserve, preferiscono giocare di rimessa e subiscono passivamente la mole di gioco dei padroni di casa. Intorno al ventesimo minuto di gioco Cavani manca per un soffio il raddoppio.

La sua insidiosa punizione a girare dal limite sinistro dall’area viene deviata da Stojanovic sulla traversa. A questo punto il Napoli da’ l’impressione di poter dilagare. Infatti, dobbiamo attendere fino al trentesimo minuto per vedere il Bologna in avanti. E’ Kone che, imbeccato sugli sviluppi di un calcio di punizione, si rende pericolo in area avversaria. Il greco inserisce un temibile cross teso che supera De Sanctis ma viene intercettato da Campagnaro prima che un bolognese possa comodamente insaccare.

Dopo un avvio frizzante, il Napoli però si rilassa probabilmente pensando di aver gioco facile con questo Bologna. Gli ospiti cominciano a farsi vedere con più insistenza dalle parti di De Sanctis e alla fine riescono ad agguantare il meritato pareggio. Lasciato solo dalla distratta difesa partenopea, Pasquato mette a sedere Dossena con un controllo a rientrare e `infila il pallone tra le gambe dell’incolpevole portiere azzurro.

SECONDO TEMPO - La seconda frazione di gioco stenta a decollare con un Bologna che si chiude bene dietro e un Napoli con poche idee e ben confuse. L’entrata in campo di big come Hamsik e Insigne porta più brio in avanti ma non la decisiva svolta tanto agognata da Mister Mazzarrà. Il match si scalda negli ultimi venti minuti soprattutto grazie ai contropiedi velenosi del Bologna favoriti dai pasticci difensivi dei partenopei. Al settantesimo minuto De Sanctis si deve superare per deviare l’ottima incornata di Veratri e salvare il risultato.

Nel giro di una manciata di minuti Pandeva si mangia ben due potenziali match innera. Servito in entrambe le occasioni dal solito Cavani, il macedone prima colpisce malissimo e spara a lato della porta difesa e, poi, centra il palo da posizione  invidiabile. Quando tutto lascia presagire che la contesa si dovra’ risolvere ai tempi supplementari , arriva la stoccata di Kone’. Trovatosi libero al limite dell’area azzurra, il bolognese pennella un tiro a giro che si infila dove De Sanctis non puo’ arrivare. Dopo il magnifico goal di domenica scorsa il greco ammutolisce il San Paolo con un’altra perla calcistica.

CHIAVE - Prima del fischio d’inizio ci aspettavamo un Napoli grintoso e spinto dalla voglia di ribaltare questo trend negativo. Il campo fara’ pero’  vedere tutt’altro. Dopo una partenza vivace, la squadra di Mazzarri si  lascia addormentare da un Bologna che si copre con attenzione e gioca la carta della ripartenza veloce. Alla fine di un match sempre in discussione arriva per il Napoli l’ennesima beffa targata Bologna.

MOVIOLA - Discreta prestazione del direttore di gara che viene anche aiutato dall’assenza di episodi dubbi. Doveri fa bene a non concedere i rigori reclamati dalle due squadre. In occasione del contatto tra Cavani e Portanova, valuta il precedente tocco di palla del difensore bolognese. Quando le squadre s’innervosiscono, l’arbitro distribuisce giustamente una serie di meritati cartellini gialli.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Konè. Gioca una gran partita sul piano atletico e tecnico. Sbaglia poco e nel finale con 'una perla' in pieno recupero gela il San Paolo, regalando il passaggio del turno agli emiliani.

IL PEGGIORE - Pandev.
Sbaglia molto, sia in fase di suggerimento, sia, soprattutto, nelle conclusioni a rete. Clamoroso il palo colpito da pochi metri nel secondo tempo su suggerimento di Cavani.


Napoli

26
3.50
3
Andrea Dossena
Difensore
82′
3.00
21
2.00
14
Hugo Campagnaro
Difensore
3.00
5
2.50
88
Gökhan Inler
Centrocampista
57′
3.00
16
Giandomenico Mesto
Centrocampista
3.50
30
Marco Donadel
Centrocampista
2.00
7
Omar El Kaddouri
Centrocampista
60′
2.00
9
Edinson Cavani
Attaccante
12′
3.50
19
Goran Pandev
Attaccante
1.50

Bologna

3.00
32
2.50
23
M. Abero
Difensore
2.50
-
3.00
6
3.00
8
Gyorgy Garics
Difensore
3.00
-
3.00
-
Tiberio Guarente
Centrocampista
3.50
-
Riverola
Centrocampista
64′
4.50
33
Panagiotis Kone
Centrocampista
64′ 92′
4.00
-
3.00
35
Daniele Paponi
Attaccante
72′

A disposizione

22
 - 
15
 - 
3
Bruno Uvini
Difensore
 - 
-
 - 
11
Christian Maggio
Centrocampista
 - 
18
Camilo Zúñiga
Centrocampista
75′
3.00
17
Marek Hamsik
Centrocampista
60′
3.00
85
Valon Behrami
Centrocampista
 - 
-
Edu Vargas
Attaccante
 - 
24
Lorenzo Insigne
Centrocampista
82′
3.00

A disposizione

 - 
1
 - 
29
Marco Maini
Difensore
3.00
90
 - 
-
 - 
-
Nicola Pescatore
Centrocampista
3.50
-
Luca Veratti
Attaccante
72′
 - 
-
 - 
-

Allenatore

-
Rafa Benítez
Allenatore
 - 

Allenatore

 - 
-
 
  • Goal
  • Autogoal
  • Rigore
  • Rigore fallito
  • Ammonito
  • Assist
  • Rigore parato
  • Rigore realizzato
  • Rigore sbagliato
  • Espulso per Doppia Ammonizione
  • Espulso
  • Sostituzione IN
  • Sostituzione OUT
  • Infortunato
  • Scelta di Goal.com
  • Top della Partita per Goal.com
  • Flop della Partita per Goal.com
  • Classifica Generale Top&Flop
  • Top della Partita per i Tifosi
  • Flop della Partita per i Tifosi
Risultati
 
Migliori Marcatori
Giocatore   Goal Rigori
Felice Evacuo Felice Evacuo
Attaccante
3 1
Gervinho Gervinho
Attaccante
Roma
3 0
José Callejón José Callejón
Attaccante
Napoli
3 0
Marco Sansovini Marco Sansovini
Attaccante
Novara
3 0
Osariemen Ebagua Osariemen Ebagua
Attaccante
Spezia
3 0