Goal.com - Home

thumbnail Ciao,
 
3 vs 0
Giocata
dicembre 11, 2012 9:00 p. CET
Stadio Olimpico — Roma
Arbitro:‬ C. Russo‎
Spettatori:‬ 9769‎
 
Uomo Partita
Miralem Pjanic
Miralem Pjanic
Roma
Miralem Pjanic
Miralem Pjanic
Roma
Flop Partita
Andrea Consigli
Andrea Consigli
Atalanta
Pablo Daniel Osvaldo
Pablo Daniel Osvaldo
Roma

Roma-Atalanta 3-0: Lupa affamata anche in Coppa Italia, il trio Pjanic-Osvaldo-Destro regala i quarti

Pjanic e Osvaldo aprono le danze nel primo tempo, Destro fa tris ad inizio ripresa. L'ingenua espulsione di Osvaldo rovina l'idilio giallorosso, ma la Dea non entra mai in partita.

di Giovanni Maffeis

La Roma batte 3-0 l'Atalanta, convince e vola ai quarti di finale di Coppa Italia, dove affronterà la vincente del match tra Fiorentina e Udinese. Sugli scudi Miralem Pjanic, autore di una gara fantastica. Inspiegabile, invece, il gesto di Osvaldo, che potrebbe essere fermato dal giudice sportivo per la gomitata rifilata a Matheu.

Buone risposte per Zdenek Zeman anche da Daniele De Rossi e Stekelenburg. Sconfitta inevitabile, invece, per la squadra nerazzurra, troppo disattenta in difesa: Consigli il peggiore in campo, si salva solo Schelotto.

FORMAZIONI - Zdenek Zeman opta per un turnover limitato e rilancia dal primo minuto Daniele De Rossi, supportato da Pjanic e Bradley. In porta si rivede Stekelenburg, mentre al centro della difesa, accanto a Burdisso, esordio assoluto per Romagnoli, classe 1995. In avanti Nico Lopez completa il tridente insieme ad Osvaldo e Destro.

Inedito e speculare 4-3-3 per l'Atalanta: Cazzola va a rinforzare la mediana, insieme a Cigarini e Carmona. In attacco Denis è supportato da Maxi Moralez e Schelotto, mentre in difesa Colantuono preferisce far rifiatare Peluso e Manfredini, non al meglio, sostituendoli con Brivio e Matheu. Indisponibile Stendardo, che ha rinunciato alla convocazione per sostenere la prima parte dell'esame di Stato per diventare avvocato.

PRIMO TEMPO - Nei primi minuti del match le due squadre si studiano ed i ritmi sono inevitabilmente lenti, con la Roma che gestisce il possesso palla, mentre la squadra di Colantuono si copre bene e cerca di far male in contropiede. Dopo sette minuti, la Roma sfiora il gol: Pjanic libera Destro, che indugia troppo a calciare e vede il proprio tiro respinto in extremis da un'ottima chiusura di Raimondi.

La squadra di Zeman continua a premere, ma senza far male: le conclusioni su calcio piazzato di De Rossi e Pjanic non sortiscono l'effetto desiderato. Al ventunesimo minuto la svolta del match: Pjanic si libera al limite dell'area e calcia in porta, la traiettoria è centrale ma Consigli valuta male e regala il vantaggio ai padroni di casa.

La banda di Colantuono reagisce subito e sfiora il pareggio prima con Cigarini, la cui conclusione al volo termina a lato di pochissimo, e pochi minuti più tardi con un colpo di testa di Cazzola, con pallone alto di poco.

Ma nel momento migliore degli ospiti, la Roma raddoppia: Destro verticalizza per Osvaldo, Raimondi si fa spostare dall'attaccante giallorosso che, con un tocco di punta, anticipa Consigli, ancora una volta incerto in uscita.

L'Atalanta accusa il colpo e la Roma va vicina al tris: De Rossi smarca Pjanic, il cui tiro viene respinto in scivolata da una grande chiusura di Raimondi. La compagine bergamasca torna a farsi pericolosa nei minuti finali, sotto gli occhi di uno sconsolato Colantuono, ma né Schelotto né Lucchini riescono a trovare la via del goal. Si va al riposo con la Roma meritatamente avanti, anche se pesano gli errori di Consigli e più in generale della difesa nerazzurra.

SECONDO TEMPO - Colantuono prova a scuotere i suoi e dall'inizio del secondo tempo manda in campo la "Zanzara" De Luca al posto di uno spento Cigarini. Il copione, però, non cambia, perché alla prima verticalizzazione geniale di Pjanic, la difesa nerazzurra si apre e Destro infila il 3-0.

Con l'Atalanta al tappeto, Piris sfiora il quarto gol. Quando sembra filare tutto tranquillo, Pablo Daniel Osvaldo prova a rimettere in corsa la Dea, rifilando una gomitata sul volto di Matheu: cartellino rosso inevitabile. La squadra di Colantuono prova allora a spingere, cercando di sfruttare l'uomo in più: tra il 64' e il 66' un miracolo di Stekelenburg su Brivio e un salvataggio sulla linea di Piris impediscono agli orobici di trovare il gol della speranza.

Con il passare dei minuti cala la pressione dell'Atalanta e allora, al settantanovesimo, la Roma sfiora il poker: azione travolgente di Dodò, entrato da pochi minuti, che col mancino libera Marquinho solo davanti a Consigli, ma il portiere bergamasco salva tutto.

Nei minuti finali c'è gloria anche per Stekelenburg, a lungo criticato, bravissimo nel respingere un corner un colpo di testa a botta sicura di Facundo Parra, entrato al posto di un impalpabile Denis, da pochi passi. Nel finale, proprio Parra libera Cazzola al tiro, con la palla che termina di poco sul fondo. Finisce 3-0 per la Roma: risultato giusto, anche se l'Atalanta probabilmente avrebbe meritato almeno il goal della bandiera.

LA CHIAVE - Partita monumentale di Pjanic. Sforna assist deliziosi, riuscendo anche a trovare la via del gol. Più in generale, la chiave del match potrebbe essere sintetizzata nel gioco di Zeman: le verticalizzazioni dei giallorossi affondano nella difesa nerazzurra come un coltello nel burro.

MOVIOLA - Partita non semplice da gestire per Carmine Russo. Un solo episodio dubbio nella prima frazione di gioco: al 19' minuto, Destro controlla all'interno dell'area un pallone proveniente dalle retrovie, Raimondi si disinteressa della palla e trattiene il numero 22 giallorosso. Poteva starci il calcio di rigore. Nella ripresa, Denis viene stoppato a tu per tu con Stekelenburg per posizione di fuorigioco: siamo proprio al limite, questione di centimetri.

Giustissima, invece, l'espulsione diretta di Osvaldo: l'attaccante romanista perde la testa e rifila una gomitata in faccia a Matheu. La Roma può recriminare per un calcio di rigore non concesso: al 64', Miralem Pjanic tocca per Nico Lopez, anticipato da un tocco volontario con il braccio di Raimondi. Per Russo è tutto regolare, ma sarebbe stato giusto assegnare la massima punizione ed ammonire per la seconda volta il difensore atalantino. All'80' De Luca stacca di testa, Piris "para" la conclusione dell'attaccante nerazzurro, ma l'arbitro non concede il calcio di rigore.


Roma

1
4.00
46
3.00
42
3.00
3
3.50
-
Nicolas Burdisso
Difensore
3.50
16
Daniele De Rossi
Centrocampista
3.50
4
Michael Bradley
Centrocampista
3.00
15
Miralem Pjanic
Centrocampista
21′ 23′
4.50
22
Mattia Destro
Attaccante
51′ 62′
4.00
17
N. López
Attaccante
2.50
17
2.00

Atalanta

1.50
47
2.50
3
2.00
-
2.50
28
Davide Brivio
Difensore
2.50
11
Maximiliano Moralez
Centrocampista
72′ 73′
2.50
17
Carlos Carmona
Centrocampista
2.00
21
Luca Cigarini
Centrocampista
46′
2.00
77
Cristian Raimondi
Centrocampista
57′
3.00
-
Ezequiel Schelotto
Centrocampista
2.00
44
Riccardo Cazzola
Centrocampista
2.50
19
Germán Denis
Attaccante
53′

A disposizione

1
 - 
5
 - 
3
Dodô
Difensore
76′
3.00
-
Marquinho
Centrocampista
62′
2.50
11
Rodrigo Taddei
Centrocampista
 - 
20
Simone Perrotta
Centrocampista
 - 
-
 - 
10
 - 

A disposizione

 - 
-
Ciro Polito
Portiere
 - 
6
 - 
-
Michele Ferri
Difensore
 - 
8
Ivan Radovanovic
Centrocampista
 - 
-
2.50
91
2.50
17
Facundo Parra
Attaccante
53′
2.00
9
James Troisi
Centrocampista
73′

Allenatore

-
Zdenek Zeman
Allenatore
 - 

Allenatore

 - 
-
 
  • Goal
  • Autogoal
  • Rigore
  • Rigore fallito
  • Ammonito
  • Assist
  • Rigore parato
  • Rigore realizzato
  • Rigore sbagliato
  • Espulso per Doppia Ammonizione
  • Espulso
  • Sostituzione IN
  • Sostituzione OUT
  • Infortunato
  • Scelta di Goal.com
  • Top della Partita per Goal.com
  • Flop della Partita per Goal.com
  • Classifica Generale Top&Flop
  • Top della Partita per i Tifosi
  • Flop della Partita per i Tifosi
Risultati
 
Migliori Marcatori
Giocatore   Goal Rigori
Felice Evacuo Felice Evacuo
Attaccante
3 1
Gervinho Gervinho
Attaccante
Roma
3 0
José Callejón José Callejón
Attaccante
Napoli
3 0
Marco Sansovini Marco Sansovini
Attaccante
Novara
3 0
Osariemen Ebagua Osariemen Ebagua
Attaccante
Spezia
3 0