Goal.com - Home

thumbnail Ciao,
 
Giocata
novembre 13, 2012 6:30 p. CET
 
Rodrigo 19′
 
 
Álvaro 90+1′
Uomo Partita
?
Annuncio a breve...
Nicola Sansone
Nicola Sansone
Italia U21
Flop Partita
?
Annuncio a breve...

Italia U21-Spagna U21 1-3: Gli azzurrini si svegliano nel secondo tempo, ma è troppo tardi

Sono stati Rodrigo e Delofeu a mettere a segno i due goal con cui le Furie Rosse hanno chiuso in vantaggio il primo tempo del match contro l'Italia. Longo goal per gli azzurrini.

di Orazio Cauchi

Rodrigo Moreno Machado - Spain U21
Getty Images
Il test era di quelli probanti e l'Italia di Mangia ne esce sconfitta per 1-3. Il risultato è pesante ma i segnali positivi non mancano. Gli azzurrini avevano tante assenze e nonostante ciò nel secondo tempo hanno dominato gli spagnoli.

Peccato per un primo tempo buttato e per delle disattenzioni difensive fin troppo grandi. Longo, attaccante di proprietà dell'Inter, è uno dei segnali più belli. Agli Europei con la squadra al completo sarà tutta un'altra storia contro le furie rosse spagnole.

FORMAZIONI - La squadra di Mangia scende in campo con un 4-4-2. Le due punte sono Immobile e De Luca, sugli esterni di centrocampo agiscono Saponara e Sala, in mezzo al campo ci sono Marrone e Crisetig. In difesa tutto confermato con De Sciglio,Capuano, Caldirola e Frascatore.

Le furie rosse rispondono con un 4-2-3-1, l'unica punta è Rodrigo, a sostegno il trio tutta fantasia formato da Sarabia,Isco e Deulofeu. Romeu e Koke formano la diga davanti alla difesa.

PRIMO TEMPO - La Spagna prende subito in mano il gioco grazie ad un possesso palla molto efficace e giocate di grande qualità. La squadra di Mangia, soprattutto nei primi 10 minuti, sembra in grandissima difficoltà, troppo timida e troppo bassa per impensierire gli spagnoli.

Rodrigo, punta che milita nel Benfica, va diverse volte vicino al gol e al 18' trova la rete del vantaggio su un bel passaggio filtrante di Isco, la retroguardia azzurra sale male e Rodrigo ha tutto il tempo di dribblare Bardi e di depositare in rete. 1-0 per la Spagna e azzurri costretti ad inseguire.

Mangia è anche sfortunato perché perde subito Sala per infortunio, al suo posto entra Sansone. Gli azzurrini provano a reagire, cercando di aggredire alti il possesso palla spagnolo. Fino alla mezz'ora l'Italia resta bene in partita, creando anche un paio di pericoli grazie alle iniziative di Saponara e Marrone.

Al 34', però, arriva un'altra disattenzione della retroguardia dell'Italia che viene subito punita dagli spagnoli che trovano, così, il gol del 2-0. Il tutto parte da una palla persa di De Sciglio, l'ala spagnola Deulofeu parte in contropiede e salta tre uomini, serve Sarabia in profondità, Sarabia si trova a tu per tu con Bardi e serve ancora l'accorrente Deulofeu che deposita in rete il gol del 2-0.

Brutto colpo per gli azzurrini, che nel loro momento migliore subiscono il gol del raddoppio. Nel finale di primo tempo l'Italia perde per infortunio anche Saponara, sostituito da Donati. Le squadre vanno negli spogliatoi sullo 0-2, dopo un primo tempo dominato a larghi tratti dalle furie rosse.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa iniziano subito i cambi, l'Italia cambia la coppia d'attacco: fuori Immobile e De Luca, dentro Gabbiadini e Longo. Nella Spagna entrano Nacho e Illaramendi al posto di Martinez e Koke. La squadra di Mangia parte bene nella ripresa, la formazione azzurra è molto più propositiva e spavalda.

Soprattutto Sansone, subentrato a Saponara, riesce a dare grandi geometrie alla squadra, con giocate di grande classe e precisione. E' proprio dai piedi di Sansone che, al 56', parte  l'azione che porta al 1-2 dell'Italia.

Il centrocampista del Parma, infatti, con un tocco in profondità molto preciso trova Longo, l'attaccante dell'Espanyol, ma di proprietà dell'Inter, riesce ad anticipare il portiere con un tocco di prima e trova il gol che riporta l'Italia in partita. Subito dopo arriva un'altra buona occasione per Gabbiadini che sfiora il gol del pareggio, servito ancora una volta da Sansone.

Nonostante la crescita degli azzurri, però, la Spagna non rinuncia ad attaccare e al 67' sfiora il gol del 3-1 con il difensore Bartra ma Bardi è superbo in uscita e respinge la minaccia. Nella Spagna entra in campo anche la stellina del Barcà, Tello, al posto di Carvajal. Arrivano altri cambi anche per Mangia che inserisce il debuttante Baselli, che gioca nel Cittadella, al posto di Marrone.

C'è spazio anche per Romagnoli al posto di Capuano. Gli azzurrini continuano a crescere con il passare dei minuti e al 76' sfiorano il gol per due volte, prima con un tiro di De Sciglio salvato sulla linea da  Bartra e poi con un diagonale di Gabbiadini che termina di poco a lato. La Spagna è molto più in difficoltà rispetto al primo tempo, dove aveva dominato con semplicità la gara.

Gli azzurrini sfiorano ancora una volta il gol del pareggio con Gabbiadini, dopo una brutta uscita di Marino, estremo difensore della Spagna. Nelle furie rosse arriva anche il momento di Muniain, stella dell'Athletic Bilbao, che entra in campo al posto di Sarabia.

All'85' l'Italia va vicino ancora al gol del pareggio con Longo, ma l'attaccante dell'Espanyol non riesce a superare Marino in uscita. Nel frattempo arrivano gli ultimi cambi con l'ingresso in campo di Sergi Roberto nella Spagna e di Sampirisi nell'Italia. L'Italia prova il tutto per tutto ma nel finale arriva il 3-1 della Spagna con Alvaro, che si inserisce bene su un assist di Muniain. La gara si chiude così, peccato per gli azzurrini che hanno giocato un grande secondo tempo ma che hanno concesso troppi spazi dietro.

CHIAVE - Il primo tempo è decisivo nella sconfitta dell'Italia. Due gravi disattenzioni difensive che portano ad altrettanti gol degli spagnoli. Un atteggiamento troppo rinunciatario e passivo. Nella ripresa gli azzurrini provano a riprendere le redini della partita, giocando benissimo ma i due gol del primo tempo pesano come un macigno.

MOVIOLA - La partita è amichevole e si vede, non ci sono mai interventi duri e l'arbitro vive una gara tranquilla. Nessun episodio dubbio degno di nota, tutti i gol della Spagna, partiti sul filo del fuorigioco, sono regolari.




Italia U21

1
Francesco Bardi
Portiere
 - 
-
Paolo Frascatore
Difensore
 - 
3
Luca Caldirola
Difensore
 - 
5
Marco Capuano
Difensore
68′
 - 
2
 - 
8
Riccardo Saponara
Centrocampista
42′
 - 
-
Lorenzo Crisetig
Centrocampista
 - 
8
Luca Marrone
Centrocampista
68′
 - 
26
Jacopo Sala
Centrocampista
14′
 - 
91
Giuseppe De Luca
Attaccante
46′
 - 
9
Ciro Immobile
Attaccante
46′
 - 

Spagna U21

 - 
35
 - 
15
Aurtenetxe
Difensore
 - 
6
 - 
15
Bartra
Difensore
 - 
15
 - 
8
Pablo Sarabia
Centrocampista
79′
 - 
6
Koke
Centrocampista
46′ 86′
 - 
23
Isco
Centrocampista
82′
 - 
6
Oriol Romeu
Centrocampista
46′
 - 
10
Gerard Deulofeu
Centrocampista
34′ 58′
 - 
19
Rodrigo
Attaccante
19′ 58′

A disposizione

1
 - 
12
 - 
-
 - 
53
 - 
26
Giulio Donati
Difensore
42′
 - 
30
 - 
18
Daniele Baselli
Centrocampista
68′
 - 
-
Nicola Sansone
Attaccante
14′ 80′
 - 
-
Samuele Longo
Attaccante
46′ 57′
 - 
11
 - 

A disposizione

 - 
1
Joel
Portiere
 - 
19
Muniain
Attaccante
79′
 - 
20
Tello
Attaccante
58′
 - 
26
Álvaro
Attaccante
58′ 91′
 - 
18
 - 
2
Hugo Mallo
Difensore
58′
 - 
24
Asier Illarramendi
Centrocampista
46′
 - 
24
Sergi Roberto
Centrocampista
86′
 - 
-
Suso
Centrocampista
82′

Allenatore

-
Devis Mangia
Allenatore
 - 

Allenatore

 - 
-
 
  • Goal
  • Autogoal
  • Rigore
  • Rigore fallito
  • Ammonito
  • Assist
  • Rigore parato
  • Rigore realizzato
  • Rigore sbagliato
  • Espulso per Doppia Ammonizione
  • Espulso
  • Sostituzione IN
  • Sostituzione OUT
  • Infortunato
  • Scelta di Goal.com
  • Top della Partita per Goal.com
  • Flop della Partita per Goal.com
  • Classifica Generale Top&Flop
  • Top della Partita per i Tifosi
  • Flop della Partita per i Tifosi
Risultati
 
Migliori Marcatori
Giocatore   Goal Rigori
A. Pulido A. Pulido
Attaccante
Tigres
4 0
Chris Wondolowski Chris Wondolowski
Attaccante
Earthquakes
3 0
Neymar Neymar
Attaccante
Barcellona
3 0
Cristiano Ronaldo Cristiano Ronaldo
Attaccante
Real Madrid
2 0
Ivica Olic Ivica Olic
Attaccante
Wolfsburg
2 0