Goal.com - Home

thumbnail Ciao,
 
0 vs 0
Giocata
febbraio 2, 2013 6:00 p. CET
Stadio Olimpico di Torino — Torino
Arbitro:‬ N. Rizzoli‎
Spettatori:‬ 14000‎
 
Uomo Partita
Sergio Romero
Sergio Romero
Sampdoria
Mario Santana
Mario Santana
Torino
Flop Partita
Marcelo Estigarribia
Marcelo Estigarribia
Sampdoria
Andrea Poli
Andrea Poli
Sampdoria

Torino-Sampdoria 0-0: Le reti inviolate sono l'emblema di quanto mostrato in campo dalle due squadre

Samp troppo schiacciata nella propria metà campo, il Toro fa la partita e va vicino al goal con Glik e Barreto nel primo tempo. Nella ripresa Poli fa venire i brividi a Gillet.

di Marco Marani

Nessuna grande emozione per l'anticipo delle 18, squadre bloccate sullo zero a zero che non sembrano mai capaci o vogliose di sbloccare il risultato. Più Torino che Sampdoria, ma nessuna delle due ripropone il bel gioco visto nelle partite precedenti

FORMAZIONI - Ventura può far affidamento sulla solita difesa a quattro, protetta da Brighi e Gazzi sulla mediana, in avanti come sempre due esterni alti, Cerci e Santana, ad appoggiare Barreto e Meggiorini con Bianchi relegato ancora in panchina dopo il pareggio a San Siro.

La Sampdoria risponde con la difesa a tre capitanata da Gastaldello e il nuovo Palombo, centrocampo a cinque con De Silvestri e Estigarribia larghi, al centro unica novità Munari per lo squalificato Obiang. In attacco l'inamovibile Icardi affiancato da Eder, Maxi ancora in panchina.

PRIMO TEMPO - Entrambe le squadre sono in forma e vengono da ottimi risultati, partita subito veloce e ad alto ritmo; dopo solo un minuto Palombo scavalca la difesa granata e trova Icardi che però in equilibrio precario di punta non riesce a dare la forza necessaria al pallone, Gillet blocca in qualche modo.

Il Toro prova subito a rispondere, gioca sopratutto sulle ali, con Santana e un Cerci ispiratissimo che si inseriscono alle spalle degli esterni ospiti. Primi dieci minuti che però non mantengono le aspettative, la Samp si schiaccia, la difesa passa a cinque per coprire gli spazi sugli esterni e il gioco offensivo ne risente; qualche palla lunga per un solitario Icardi.

Finalmente al 24esimo minuto il Torino ha la prima vera occasione del match. Cerci si avventa su un pallone rimpallato calciando al volo, il tiro viene deviato angolandosi maggiormente, ma Romero è bravissimo deviando in corner.

I padroni di casa ci credono e in due minuti creano altre due clamorose palle gol, sospinti anche dal proprio pubblico; prima Glik anticipato per un soffio da Gastaldello all'altezza del palo, poi lo stesso difensore polacco sponda di testa un cross dalla trequarti servendo Barreto solo al centro dell'area, ma l'ex Udinese spreca mandando alto.

E' il Torino ormai a fare la partita, Gazzi amministra il centrocampo smistando e cambiando gioco a piacimento, e Barreto e Cerci imprendibile oggi saltano l'uomo spesso e volentieri. I blucerchiati troppo preoccupati ad occuparsi della fase difensiva appaiono lenti e impacciati nelle ripartenze e quando finalmente si affacciano nella trequarti non dando l'impressione di essere pericolosi con Icardi lasciato troppo solo in avanti o mal servito.

SECONDO TEMPO - La ripresa parte con quella che sembra un'altra Sampdoria rispetto al primo tempo, e ancora una volta dopo un minuto si rende pericolosa. E' sempre Icardi a liberarsi, sgusciando alle spalle della difesa, l'unger 21 argentino serve Munari con un passaggio all'indietro ma il centrocampista ex Lecce spara a lato.

Ottima occasione sprecata ma è l'atteggiamento a cambiare, più convinzione, baricentro sale e maggiore aggressività sul portatore. Ma soprattutto un numero più cospicuo di giocatori che accompagnano la manovra offensiva concedendo però più spazio sulle corsie. Il Torino risponde cercando con frequenza ora Meggiorini ora Barreto, ma fa sempre buona guardia la difesa doriana, l'unico che da l'impressione di essere sempre imprevedibile è Cerci.

Entrambi gli allenatori capiscono che bisogna fare qualcosa per cambiare una partita che sembra inesorabilmente destinata a terminare zero a zero vista la grande attenzione di entrambi i reparti difensivi e attaccanti che non sembrano in spolvero oggi. Fuori il gemello brutto del Meggiorini visto contro l'Inter dentro il capitano Bianchi, e fuori Eder mai entrato veramente nel vivo del gioco dentro Soriano.

Partita che nonostante i nuovi ingressi stenta a decollare, le squadre non cercano il pareggio ma non fanno neanche niente per evitare di concludere la partita con un punto a testa, più Torino che Sampdoria nella fase centrale del secondo tempo, ma è poca cosa. Allenatori che si affidano al solito valzer di cambi per dare più vivacità in mezzo al campo senza ottener però il risultato sperato.

Così si arriva lentamente verso la fine della partita, negli ultimi dieci minuti sembra non crederci più nessuno, neanche i tifosi. Non la più bella delle partite, qualche fiammata sopratutto nel primo tempo quando il Toro è andato vicino al gol un paio di volte, ma partita praticamente priva di azioni pericolose.

CHIAVE - Sampdoria troppo preoccupata a non prendere gol, esterni all'altezza della linea difensiva e in questo lo spettacolo ne risente e il Torino trova effettivamente pochi spazi per offendere. Icardi praticamente servito due volte in tutta la partita.

MOVIOLA - Niente da segnalare, gara che fila via liscia.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Romero
. Il suo intervento sulla conclusione di Cerci deviata da Krsticic è la giocata più spettacolare (e decisiva) dell'intera gara.

IL PEGGIORE - Estigarribia
. Praticamente inoffensivo. Ancora una gara in ombra per l'ex Juve.


Torino

1
3.00
2
3.00
-
3.00
17
3.50
25
Kamil Glik
Difensore
3.50
-
Mario Santana
Centrocampista
85′
2.50
11
Alessio Cerci
Attaccante
3.50
14
Alessandro Gazzi
Centrocampista
15′
3.00
-
Matteo Brighi
Centrocampista
3.00
10
2.00
69
2.00

Sampdoria

3.50
22
3.50
3
Andrea Costa
Difensore
3.00
17
3.50
28
2.00
21
Marcelo Estigarribia
Centrocampista
81′
3.00
10
Nenad Krsticic
Centrocampista
3.00
16
Andrea Poli
Centrocampista
2.50
24
Gianni Munari
Centrocampista
3.50
29
Lorenzo De Silvestri
Centrocampista
77′
2.50
23
Eder
Attaccante
72′
2.00
9
Mauro Icardi
Attaccante

A disposizione

35
 - 
-
 - 
33
3.00
36
 - 
4
Migjen Basha
Centrocampista
 - 
8
Marko Bakić
Centrocampista
 - 
14
Alen Stevanovic
Centrocampista
 - 
20
Giuseppe Vives
Centrocampista
 - 
14
Valter Birsa
Centrocampista
85′
 - 
9
2.50
-
Jonathas
Attaccante
88′
 - 

A disposizione

 - 
32
 - 
1
 - 
-
 - 
15
Simon Poulsen
Difensore
81′
 - 
8
 - 
13
 - 
-
 - 
16
Vincenzo Maresca
Centrocampista
2.50
21
Roberto Soriano
Centrocampista
72′
 - 
5
Renan
Centrocampista
 - 
7
Maxi López
Attaccante
 - 
12

Allenatore

-
 - 

Allenatore

 - 
-
Delio Rossi
Allenatore
 
  • Goal
  • Autogoal
  • Rigore
  • Rigore fallito
  • Ammonito
  • Assist
  • Rigore parato
  • Rigore realizzato
  • Rigore sbagliato
  • Espulso per Doppia Ammonizione
  • Espulso
  • Sostituzione IN
  • Sostituzione OUT
  • Infortunato
  • Scelta di Goal.com
  • Top della Partita per Goal.com
  • Flop della Partita per Goal.com
  • Classifica Generale Top&Flop
  • Top della Partita per i Tifosi
  • Flop della Partita per i Tifosi
Risultati
 
Migliori Marcatori
Giocatore   Goal Rigori
Ciro Immobile Ciro Immobile
Attaccante
Torino
20 0
Luca Toni Luca Toni
Attaccante
Verona
18 2
Carlos Tévez Carlos Tévez
Attaccante
Juventus
18 1
Gonzalo Higuaín Gonzalo Higuaín
Attaccante
Napoli
17 5
Rodrigo Palacio Rodrigo Palacio
Attaccante
Inter
15 0