Goal.com - Home

thumbnail Ciao,
 
4 vs 2
Giocata
maggio 6, 2012 8:45 p. CEST
Stadio Giuseppe Meazza — Milano
Arbitro:‬ N. Rizzoli‎
Spettatori:‬ 43000‎
 
14′ Diego Milito
Zlatan Ibrahimovic 44′ (Rig)
53′ (Rig) Diego Milito
80′ (Rig) Diego Milito
 
87′ Maicon
 
Uomo Partita
Diego Milito
Diego Milito
Inter
Diego Milito
Diego Milito
Inter
Flop Partita
Antonio Nocerino
Antonio Nocerino
Milan
Ignazio Abate
Ignazio Abate
Milan

Inter-Milan 4-2: Ibra non basta, Milito e Maicon infrangono i sogni Scudetto del Diavolo

Veementi proteste dell'Inter in occasione della concessione del rigore al Milan, al 44', per un presunto atterramento in area nerazzurra di Boateng da parte di Julio Cesar.

di Karen Uda

L’Inter si aggiudica il derby della Madonnina contro il Milan per la seconda volta quest’anno, e mantiene vive le speranze di arrivare al terzo posto, valido per la qualificazione ai preliminari di Champions League. Il risultato, paradossalmente, regala lo scudetto anticipato agli acerrimi rivali della Juventus, vittoriosi a Trieste contro il Cagliari.

A San Siro si è assistito ad uno dei derby più spettacolari degli ultimi anni. Due volte è stato ribaltato il risultato, davvero bellissimi i goal di Ibrahimovic e Maicon. Il Milan ha ancora sofferto un notevole calo fisico, anche se dopo un primo tempo dominato completamente dai nerazzurri, c’è stata una reazione d’orgoglio della squadra di Allegri, che era addirittura riuscita a portarsi in vantaggio. Numerosissimi gli episodi da moviola, ma alla fine il risultato non si può discutere: l’Inter ha meritatamente portato a casa la vittoria nel derby. Finisce 4-2, tra i festeggiamenti del pubblico interista e la disperazione di quello milanista, che può comunque dirsi orgoglioso della stagione dei propri beniamini.

FORMAZIONI - Nell’Inter assente Stankovic, dunque spazio a Guarìn. Centrocampo a quattro per la squadra di Stramaccioni, con Zanetti e Alvarez esterni, mentre Sneijder agisce da trequartista alle spalle di Milito. Col capitano schierato sulla mediana, Nagatomo gioca da esterno sinistro difensivo. Qualche problema nel reparto arretrato per Allegri, vista la prolungata assenza di Thiago Silva. Yepes vince il ballottaggio con Mexes e fa coppia con Nesta, mentre Bonera viene dirottato nell’inedito ruolo di terzino sinistro. In attacco, Robinho preferito a Cassano al fianco di Ibrahimovic, con Boateng trequartista. Muntari, ex di turno, parte titolare.

PARTITA - Dopo la fase di studio iniziale, la partita si trasforma subito in un turbinio di emozioni. Già al 10’ minuto il Milan va vicinissimo al vantaggio: servito splendidamente da Robinho, Ibrahimovic si divora il più clamoroso dei goal mandando il pallone alto a pochi passi da Julio Cesar. E per la più beffarda delle leggi del calcio, tre minuti dopo l’Inter si porta sull’1-0 con Milito, proprio come all’andata. La difesa rossonera si addormenta sul calcio di punizione battuto da Sneijder, Samuel tenta lo stop in area di rigore e finisce per servire El Principe, che da pochi passi non può davvero sbagliare. È il 13’ minuto, e l’Inter è già in vantaggio. Poco dopo ci prova Guarìn con un potente destro a giro da fuori area, la palla finisce a lato non di molto. Pochi minuti dopo ancora Inter: Sneijder impegna severamente Abbiati dalla distanza, inutile il successivo tiro in rete di Lucio, colto in posizione di fuorigioco, sulla respinta dell’estremo difensore rossonero.

Il Milan fa molta fatica a reagire ad un Inter messa molto bene in campo, e per Allegri piove sul bagnato: il tecnico rossonero è costretto a sostituire l’infortunato Bonera col giovane De Sciglio. Alla mezz’ora, da calcio d’angolo Cambiasso colpisce molto bene di testa, ma si vede la palla respinta da un miracolo di Abbiati. Da segnalare le proteste vibranti dei nerazzurri: la palla potrebbe aver varcato la linea di porta. Subito dopo, ancora uno strepitoso Abbiati respinge un tiro ravvicinato di Sneijder. Nell’occasione, l’estremo difensore rossonero accusa un problema muscolare ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Al suo posto entra Amelia, il Milan perde ancora un pezzo per infortunio. Sul capovolgimento di fronte, i rossoneri vanno vicino al pareggio ancora con Ibrahimovic, ma stavolta è Julio Cesar a respingere abilmente il tiro dell’attaccante avversario.

Al 42’, un clamoroso errore di Rizzoli sanziona un intervento sul pallone di Julio Cesar in uscita su Boateng con un calcio di rigore.  Protestano con vigore i nerazzurri, ma Ibrahimovic, seppur provocato al momento dell’esecuzione dal portiere nerazzurro, trasforma con grande freddezza il penalty. È il gol del pareggio del Milan. Dopo il rigore, l’Inter perde la testa e la partita s’infiamma con una serie di interventi molto duri da parte dei calciatori nerazzurri. Si chiude sull’1-1 un primo tempo ricchissimo di emozioni, tra clamorosi episodi da moviola, goal e reti fallite.

In apertura di secondo tempo, il Milan si porta in vantaggio grazie ad una straordinaria giocata di Ibrahimovic. Approfittando di un velo di Boateng, l’asso svedese si gira benissimo in mezzo a Lucio e Samuel, eludendone con grande abilità l’intervento. Poi, solo davanti a Julio Cesar, mette il pallone in rete con un colpo sotto. Risponde al 49’ minuto l’Inter, con un incredibile tiro al volo da centrocampo di Sneijder. Una conclusione veramente spettacolare che mette in difficoltà Amelia. È il preludio al goal del meritato pareggio: Milito, messo giù in area da un ingenuo intervento di Abate, si procura e trasforma un calcio di rigore. La partita si gioca a ritmi altissimi ed è spettacolare grazie ai continui capovolgimenti di fronte. Al 53’ minuto, occasionissima Milan: Muntari, ostacolato da Cambiasso, non riesce a correggere in rete da pochi passi un colpo di testa di Ibrahimovic. Al 70’ una bella conclusione di Abate con il sinistro costringe Julio Cesar alla deviazione in calcio d’angolo.

Al 77’ Rizzoli concede il secondo calcio di rigore all’Inter, il terzo della gara, per una respinta di mano da parte di Nesta dopo un colpo di testa di Pazzini. Milito trasforma il tiro dal dischetto, realizzando la tripletta personale e diventando l’assoluto mattatore della serata. L’Inter torna in vantaggio. A 3 minuti dalla fine, Maicon trova uno straordinario goal dalla distanza che si infila sotto l’incrocio dei pali alla destra dell’immobile Amelia e che spegne le residue speranze dei rossoneri. Finisce 4-2, il Milan perde il derby e le speranze tricolori, l’Inter rimane in corsa per il terzo posto e può ancora festeggiare una vittoria nel derby.

CHIAVE - L’Inter si aggrappa ancora alla straordinaria efficacia del suo centravanti, che realizza una tripletta, regalando un altro derby vinto ai propri tifosi e mantenendo vive le speranze di Champions League.

CHICCA - Il goal con cui Ibrahimovic porta provvisoriamente in vantaggio il Milan è una vera perla: lo svedese controlla il pallone e si gira splendidamente, poi beffa Julio Cesar con un cucchiaino.

TATTICA - Stramaccioni schiera un abbottonato 4-4-1-1: Alvarez agisce da esterno sinistro di centrocampo e Sneijder gioca dietro a Diego Milito. Consueto 4-3-1-2 per il Milan di Allegri, con Boateng nelle vesti di trequartista. L’uomo in meno a centrocampo mette in difficoltà il Milan, certamente non al massimo dal punto di vista della condizione fisica.

MOVIOLA - Al 19’ annullato giustamente un goal a Lucio, che aveva approfittato di una respinta di Abbiati per spedire il pallone in rete. Il difensore brasiliano era stato però colto in posizione irregolare sul tiro di Sneijder. Al 32’ grossi dubbi sul colpo di testa di Cambiasso respinto da Abbiati: è difficile stabilire se la passa abbia superato interamente o meno la linea di porta. Si è trattato comunque di una decisione molto difficile da prendere per l’arbitro e i suoi collaboratori.

Al 42’, il calcio di rigore che consente al Milan di pareggiare è un clamoroso errore del direttore di gara: Julio Cesar aveva anticipato Boateng, colpendo nettamente il pallone. Al terzo minuto di recupero del primo tempo, Samuel dà un calcione a Robinho; il censurabile intervento del  difensore argentino avrebbe certamente meritato il cartellino rosso. Al quarto minuto del secondo tempo giusto il calcio di rigore concesso all’Inter: Abate “abbraccia” Milito in area di rigore. Il centravanti interista non fa nulla per rimanere in piedi, ma il contatto c’è.

PROMOSSI&BOCCIATI - Milito è certamente il migliore in campo. Oltre alla tripletta, è un costante punto di riferimento per tutti i compagni di squadra. Davvero una prestazione che corona un’annata straordinaria per il centravanti argentino. Nel Milan il peggiore è Abate, che ingenuamente regala il rigore che porta l’Inter sul 2-2. Piuttosto male anche Nocerino, apparso appannato.


Inter

30
Julio César
Portiere
43′
3.00
4
Javier Zanetti
Difensore
87′
3.50
33
Lúcio
Difensore
3.00
13
Maicon
Difensore
87′ 88′
3.50
25
Walter Samuel
Difensore
14′
3.00
55
Yuto Nagatomo
Difensore
3.00
10
Wesley Sneijder
Centrocampista
84′
3.00
11
Ricardo Álvarez
Centrocampista
55′ 75′
3.00
13
Fredy Guarín
Centrocampista
62′
3.00
19
Esteban Cambiasso
Centrocampista
48′
2.50
22
Diego Milito
Attaccante
14′ 53′ 80′
4.50

Milan

3.50
32
3.00
13
2.50
20
Ignazio Abate
Difensore
53′
3.00
25
2.50
33
Mario Yepes
Difensore
2.50
17
Mark van Bommel
Centrocampista
76′
2.50
4
Sulley Muntari
Centrocampista
77′
2.50
-
Antonio Nocerino
Centrocampista
48′
2.50
9
Kevin-Prince Boateng
Centrocampista
44′
3.50
10
2.50
7
Robinho
Attaccante
46′

A disposizione

12
 - 
-
3.00
17
Angelo Palombo
Centrocampista
 - 
23
 - 
20
Joel Obi
Centrocampista
62′
3.00
11
3.00
9
Mauro Zárate
Attaccante
 - 

A disposizione

3.00
1
 - 
5
3.00
2
 - 
8
Gennaro Ivan Gattuso
Centrocampista
 - 
10
Alberto Aquilani
Centrocampista
 - 
7
Maxi López
Attaccante
3.00
99

Allenatore

-
 - 

Allenatore

 - 
-
C. Seedorf
Allenatore
 
  • Goal
  • Autogoal
  • Rigore
  • Rigore fallito
  • Ammonito
  • Assist
  • Rigore parato
  • Rigore realizzato
  • Rigore sbagliato
  • Espulso per Doppia Ammonizione
  • Espulso
  • Sostituzione IN
  • Sostituzione OUT
  • Infortunato
  • Scelta di Goal.com
  • Top della Partita per Goal.com
  • Flop della Partita per Goal.com
  • Classifica Generale Top&Flop
  • Top della Partita per i Tifosi
  • Flop della Partita per i Tifosi
Risultati
 
Migliori Marcatori
Giocatore   Goal Rigori
Ciro Immobile Ciro Immobile
Attaccante
Torino
20 0
Luca Toni Luca Toni
Attaccante
Verona
18 2
Carlos Tévez Carlos Tévez
Attaccante
Juventus
18 1
Gonzalo Higuaín Gonzalo Higuaín
Attaccante
Napoli
17 5
Rodrigo Palacio Rodrigo Palacio
Attaccante
Inter
15 0