thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 19 gennaio 2014
  • • 15.00
  • • Stadio Marc'Antonio Bentegodi, Verona
  • Arbitro: D. Orsato
  • • Spettatori: 6000
1
FIN
2

Chievo-Parma 1-2: L'errore di Puggioni condanna i 'Mussi Volanti'

I clivensi trovano il vantaggio con Paloschi a cui risponde immediatamante Cassano. Amauri sbaglia un rigore, quindi ci pensa in extremis Lucarelli a regalare i tre punti ai ducali

Il goal nel terzo minuto di recupero siglato da Alessandro Lucarelli regala il successo al Parma che s'impone per 2-1 in casa del Chievo e continua la sua striscia di risultati positivi. Eppure erano stati i clivensi a sbloccare il risultato con Paloschi ma i ducali hanno avuto la forza di rispondere con Cassano, nonostante il rigore sbagliato da Amauri. L'errroraccio di Puggioni rende più difficile il cammino verso la salvezza dei 'Mussi Volanti'.

FORMAZIONI - Corini opta per una linea difensiva a tre composta da Frey, Dainelli e Cesar mentre le chiavi del centrocampo vengono affidate a Rigoni coadiuvato da Hetemaj e Bentivoglio. Paloschi e Thereu sono i due riferimenti offensivi.

Donadoni, dal canto suo, conferma Paletta e Lucarelli al centro della retroguardia e la mediana composta da Parolo, Marchionni e Gargano. Cassano, nuovamente titolare in campionato, completa l'attacco insieme ad Amauri e Biabiany.

PRIMO TEMPO -  Nonostante sia il Chievo ad iniziare con l'aggressività giusta la prima grande chance capita sui piedi di Parolo che, smarcato dal pregievole servizio di Biabiany, manda la sfera sulla parte esterna del palo alla destra di Puggioni.

L'episodio sembra aver spaventato oltremodo i clivensi che faticano ad uscire dalla proprio metacampo. Paura che dura giusto qualche minuto visto che la banda di Corini riprende a macinare gioco.

Ed il goal del vantaggio arriva grazie a Paloschi. L'attaccante prima impegna Mirante con una conclusione al volo, poi è lesto a ribadire di potenza in rete dopo Bentivoglio ha colpito la traversa di testa.

Il Chievo non sembra volersi accontentare e sfiora pochi minuti più tardi il 2-0 con Rigoni che sugli sviluppi di un calcio di punizione non riesce ad inquadrare lo specchio della porta da posizione leggermente defilata.

La squadra di Donadoni risponde subito conquistando un calcio di rigore con Parolo sul cui cross Hetemaj allarga il braccio. Per Orsato non ci sono dubbi e sul dischetto si presenta Amauri che si vede respingere la conclusione da Puggioni.

L'estremo difensore gialloblù, però, non può nulla sul destro chirurgico di Cassano che ristabilisce la parità. Davvero un grande goal quello di FantAntonio che arriva a quota 7 in stagione.

Amauri prova a farsi perdonare con una zuccata imperiosa ma la sfera non si abbassa abbastanza per impensierire Puggioni. Poco più tardi fa ancora meglio l'attaccante ducale con un'acrobazia sulla quale si supera il portiere avversario grazie anche all'aiuto della traversa.

SECONDO TEMPO - Ritmi molto alti anche nei secondi 45' di gioco anche se rispetto alla prima frazione le occasioni faticano ad arrivare. La più nitida capita a Cassano che, però, calcia malamente spedendo la palla in curva.

Le due squadre si equivalgono in campo e così ne esce una partita combattuta ma con pochi spunti offensivi. A maggior ragione nel Chievo dopo l'uscita di Paloschi che lascia il posto a Lazarevic. Proprio il nuovo entrato crea una potenziale buona chance servendo a rimorchio Rigoni ma il centrocampista toppa completamente l'appuntamento con la sfera.

La svolta sia ha a 30 secondi dal termine. Cassano con un'invenzione di tacco libera Lucarelli sulla corsia di destra; il difensore fa partire un sinistro non di certo implacabile che sfugge alla presa di Puggioni e si deposita in rete per l'1-2 finale.

CHIAVE - Il Parma cerca la vittoria fino alla fine e si capisce dalle mosse di Donadoni che negli ultimi minuti inserisce Palladino al contrario di quanto aveva fatto Corini con l'ingresso di Lazarevic per Paloschi per uno schieramento più accorto.

MOVIOLA - Decisione giusta quella dell'arbitro Orsato che concede il penalty al Parma per fallo di mano di Hetemaj nell'area di rigore clivense. Così com'è giusta la scelta di non assegnare il tiro dagli 11 metri ai padroni di casa per un contatto che vede protagonista Lucarelli.

Dalle Pagelle:

MIGLIORE - Lucarelli: Determinato nelle chiusure, è il suo il goal che vale i tre punti a coronamento di una stagione oltre ogni aspettativa.

PEGGIORE - Puggioni: Si rende autore di due parate meravigliose su Amauri: la prima su calcio di rigore, la seconda sull'acrobazia dell'attaccante ducale. Non può far nulla sul destro chirurgico di Cassano. Macchia la prestazione con la frittata finale sul goal di Lucarelli.

Sullo stesso argomento